16 gennaio 2009 Redazione Autointhecity

Bmw Serie 7

La quinta generazione dell’ammiraglia Bmw è giunta alla definizione di Serie 7. La vettura mostra un design deciso, un’elevato know-how nel motore, nell’assetto, nei sistemi di sicurezza e nell’assistenza del guidatore oltre che nel comfort.

Disponibile sia in versione a passo normale che passo allungato (L), BMW Serie 7 vanta il passo più lungo, all’interno delle rispettive categorie di appartenenza. Il risultato è una spaziosità interna ancora più generosa. Gli interventi di ottimizzazione di peso e robustezza hanno interessato portiere, tetto, cofano motore, fiancate e basamento del motore in alluminio, promuovendo sia l’efficienza che l’agilità di Bmw Serie 7.
I propulsori che equipaggiano Serie 7sono due motori a benzina dotati di sovralimentazione Twin Turbo e iniezione diretta. Otto cilindri a V con 407 CV per il modello 750i, sei cilindri in linea con 326 CV per il 740i. A questi si aggiungono le propulsioni diesel: Bmw 730d adotta un sei cilindri diesel. 245 CV, sistema d’iniezione Common-Rail, iniettori piezoelettrici e basamento in alluminio sono le caratteristiche salienti di questa unità. Tutti i motori soddisfano la norma antinquinamento Euro 5.

Tra i dispositivi adottati di serie trova posto il Dynamic Damping Control (sospensioni adattive), combinato con il Driving Dynamic Control (è il pilota che seleziona il comportamento dinamico della vettura), attivabili premendo un tasto della consolle centrale. A richiesta, sono disponibili il sistema di stabilizzazione antirollio Dynamic Drive e l’Active Steering: l’asse posteriore è sterzante e viene regolato in base alla situazione di guida istantanea. A richiesta, Serie 7 è dotata di comando Bmw iDrive. Questo dispositivo consente l’attivazione e il controllo di tutte le funzioni di entertainment, di informazione, di navigazione e di telecomunicazione offerte di serie o come optional.
Il listino parte da 76.600 euro per la versione 730d a passo corto, arriva fino a 102.400 per4 la 750Li a passo lungo.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter