16 gennaio 2009 Redazione Autointhecity

Dacia Logan MCV

Tecnicamente invariata rispetto al modello precedente, Dacia Logan si rifà il look. Gli accorgimenti stilistici riguardano carrozzeria ed interni. Il nome dell’auto cambia in: Dacia Logan MCV. Invariato il listino di questa economica station wagon.

MCV (Multi Convivial Vehicle), identifica la nuova versione della station wagon di punta dell’azienda rumena. Da ottobre 2006, sono state più di 150.000 le Dacia Logan vendute. Tutte prodotte a Pitesti, in Romania. Dacia Logan MCV mantiene la garanzia di 3 anni o 100.000 km, ed un listino di ingresso pari a 8.950 euro. La calandra è più grande ed integra il nuovo logo, nonché una fascia superiore cromata, di serie (tranne sulla versione di ingresso). Il paraurti è stato ridisegnato ed è ora a filo carrozzeria. I proiettori diventano più grandi e dal look più moderno. Posteriormente si ritrova un nuovo paraurti a filo carrozzeria, con elementi rifrangenti integrati.

In Italia la versione più ricercata dai clienti è la ‘Lauréate’. L’80 per cento delle vendite è infatti concentrato su questo modello. Dacia ha deciso quindi di aggiornarla anche internamente. Monta la nuova plancia inaugurata su Sandero, più moderna e funzionale, ed una nuova console. Per il posto guida si è particolarmente curata l’ergonomia dei comandi, e la leggibilità delle informazioni sul cruscotto. Per una migliore visibilità posteriore, la versione Lauréate è equipaggiata con poggiatesta posteriori a scomparsa. Logan MCV dispone di una capacità di carico di 700 litri in configurazione 5 posti, che passa a 2.350 litri in configurazione 2 posti.

Invariati invece i propulsori. Due a benzina 8 valvole 1.400 e 1.600 cc, oltre ad un diesel da 1.500 cc. Ultima nata è la motorizzazione bi-fuel (benzina – gpl) che associa economia di utilizzo e attenzione verso l’ambiente, con emissioni di CO2 particolarmente ridotte.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter