19 gennaio 2009 Redazione Autointhecity

Porsche Boxster e Boxster S

Porsche punta su potenza ed elettronica per migliorare le proprie sportive. Boxster adotta il nuovo sistema di cambiata PDK a doppia frizione, unito ad una cavalleria di tutto rispetto.

Il design è caratterizzato da linee chiare, decise e funzionali. Nel frontale trovano posto i proiettori ovali e i fanali anteriori scorporati, oltre alle grandi prese d’aria. I fianchi esili mettono in bella vista le ruote e le prese d’aria laterali. La coda si presenta inclinata, con linee morbide che si integrano con i fari posteriori. Al di sotto, il paraurti mostra un’apertura centrale, per ospitare la fuoriuscita dei terminali di scarico. Boxster si distingue oltremodo per il coefficiente di resistenza aerodinamica che risulta pari a Cx = 0,29.

Fin dal lancio nel 2004, la vettura si è distinta per le rilevanti doti dinamiche. La caratteristica chiave di accensione risiede nella posizione centrale del motore, accoppiata alla trazione posteriore. La guidabilità risultante si annuncia molto intuitiva e facile, oltre che divertente, grazie anche al peso contenuto.

Il propulsore ha ora una cilindrata di 2.900 cc, e garantisce una potenza di ben 255 CV. La versione S adotta in vece un 3.400 cc, in questo caso i cavalli erogati raggiungono quota 310.
Come per la sorella maggiore 911, Boxster è disponibile con sistema di cambiata PDK. Si tratta di un cambio a doppia frizione, che garantisce un’elevata rapidità nel passaggio tra i rapporti. I benefici del nuovo sistema di cambiata si osservano anche sul fronte dei consumi, che risultano contenuti, grazie all’ottimizzazione della gestione elettronica della cambiata.
I listini delle delle nuove piccole sportive di Stoccarda partono dai 46.419 euro per la Boxster 2.900, toccano quota 61.719 euro per Cayman 3.400.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter