8 gennaio 2009 ai5cdmwf

Prova Peugeot 107 1.4 HDI

 

Soprannominata ‘piccola peste’ nell’originale campagna di lancio, Peugeot 107 rispecchia la definizione creata per la pubblicità. Design gradevole, buona abitabilità e tenuta di strada sono i punti di forza di questa moderna city car.

LISTINO: da 9.495 a 13.095 euro
VERSIONE IN PROVA: 107 Plaisir 1.4 HDI 5 porte

Peugeot 107 ha ben due sorelle quasi gemelle. Viene infatti commercializzati da Citroen (sempre Gruppo PSA) come C1 e dalla giapponese Toyota come Aygo. La produzione dei tre modelli viene effettuata in un unico stabilimento in Repubblica Ceca.

DESIGN
Con una lunghezza di 3,43 m, questa vettura rientra decisamente nel segmento citycar.
La soluzione del fascione anteriore le conferisce un aspetto solido e robusto. La targa è posizionata nella zona inferiore, come gli altri modelli del marchio Peugeot, e disegna i contorni della presa d’aria, con griglia a rete incrociata.
Il paraurti integra delle feritoie laterali, completate da una griglia e da una doppia modanatura decorativa. Un elemento cromato sottolinea l’eleganza dell’aspetto frontale. I copriruote da 14 pollici a sette razze, esaltano la vivacità di questa vettura. La cinque porte si rivela originale, con le sue porte posteriori che avvolgono completamente la carrozzeria fino ai gruppi ottici posteriori verticali. I finestrini posteriori sono con apertura a compasso.
Visto da dietro, lo stile di 107 ribadisce l’anticonformismo della vettura, con il portellone-lunotto realizzato interamente in vetro fumé, che separa i triangoli isosceli rossi delle luci posteriori incapsulate. Per un efficace utilizzo urbano, 107 si protegge con paraurti posteriori molto avvolgenti, abbinati a una fascia nera.

INTERNI
Semplici e funzionali, gli interni sono stati realizzati con originalità: sedili con poggiatesta integrati, un elemento cilindrico translucido retroilluminato arancione, per il sistema di riscaldamento/ventilazione/climatizzazione e un cruscotto a quadrante unico dal quale spunta il contagiri. I rivestimenti interni si evolvono con le mutazioni dello stile e delle tinte della carrozzeria.

BAGAGLIAIO
107 dispone di un bagagliaio da 200 decimetri cubi all’altezza degli schienali e di 139 sotto il ripiano posteriore ribaltabile (per la posizione bassa di quest’ultimo).
La progettazione del ripiano posteriore permette un accesso facilitato al volume del bagagliaio, e uno sfruttamento dei 477 mm disponibili tra la soglia di accesso e gli schienali posteriori. I sedili posteriori di 107 sono ribaltabili e, in questa configurazione, liberano un volume totale di 751 decimetri cubi, con una lunghezza disponibile di 1.093 mm.
L’originale lunotto posteriore, seppure valido dal punto di vista del design, impone che il carico vengo alzato fino alla sua apertura. Può risultare scomodo, in funzione del carico da riporre.

ALLESTIMENTI
Tre i livelli previsti: ‘Desir’, considerato come base e comunque fornito di servosterzo elettrico. L’intermedio ‘Plaisir’ e il completo ‘Sweet Years’ che prevede anche l’etilometro integrato nel navigatore. Significativi accessori, quali climatizzatore, RadioCD e ESP, sono inclusi proprio in quest’ultima versione. Sulle altre, vanno acquistati come optional.

SICUREZZA
Premiata con le 4 stelle EuroNcap nel test di protezione degli adulti e con 3 stelle nel test di protezione dei bambini, complessivamente può offrire fino a sei airbag. Dalla versione base sono comunque previsti 2 airbag ed ABS. L’EuroNcap le ha anche assegnato 2 stelle per la protezione dei pedoni. ESP di serie su ‘Sweet Years’ ed in opzione su Desir e Plasir. La ruota di scorta, di dimensioni normali, è posizionata sotto il bagagliaio.

MOTORE
Il 1.4 HDI ha una cilindrata di 1.398 cc, è capace di 54 CV, con una coppia di 130 Nm a 1.750 giri. Non è disponibile filtro antiparticolato. Questo motore ha consumi decisamente interessanti, nella nostra prova non siamo riusciti a scendere sotto i 20 km/l in utilizzo combinato.
Cambio a 5 marce per il diesel. La motorizzazione benzina propone anche un interessante cambio robotizzato come optional.

SU STRADA
La larga carreggiata, l’avantreno con sospensioni anteriori tipo ‘Pseudo McPherson’ e posteriori a ruote indipendenti garantiscono buona tenuta di strada, per una citycar. Lo sterzo è leggero, quindi comodo per le manovre nel traffico in città. Rimane comunque preciso, quando la guida diventa più impegnativa. Morbido il cambio, sufficientemente fluido negli innesti malgrado qualche indecisione nella retromarcia. Docile la frizione, che ben si adatta allo spirito cittadino di 107. Efficace la frenata, a ripartizione mista (disco auto ventilanti anteriormente, a tamburo posteriori): gli spazi di arresto si rivelano contenuti. A tutti gli effetti è una citycar con buona abitabilità (anteriore), che non si tira indietro in caso di lunghi trasferimenti.

PRO
Design europeo
Abitabilità anteriore
Tenuta di strada
Bassi consumi

CONTRO
Insonorizzazione motore
Altezza caricamento bagagli

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter