14 gennaio 2009 Redazione Autointhecity

Seat Ibiza

Presentata allo scorso Salone dell’Automobile di Madrid nella versione 5 porte, e al Salone di Londra nella versione SportCoupè, Ibiza si distingue per qualità dinamiche ed estetica equilibrata.

Ibiza sfrutta la piattaforma del gruppo Volkswagen, viene prodotta nello stabilimento Seat di Martorell (Barcellona). L’allestimento di serie prevede elementi quali: gli airbag torace-testa e il controllo elettronico di stabilizzazione ESP, che comprende l’Hill Hold Control (sistema di assistenza per la partenza in salita) e l’indicatore per il controllo della pressione pneumatici. Il telaio può essere configurato con due possibili tarature: una orientata al comfort e una più sportiva. Le differenze riguardano la taratura delle sospensioni, i silent block e la regolazione del servosterzo. La configurazione sportiva può essere richiesta senza sovraprezzo per la versione Sport, ed è disponibile come optional a pagamento per le versioni Reference e Stylance.

La gamma di motorizzazioni è composta da sei propulsori: tre benzina (1.2 70 CV, 1.4 85 CV e 1.6 105 CV) e tre turbodiesel con filtro DPF (1.4 TDI 80 CV, 1.9 TDI 90 e 105 CV). Inoltre Seat Ibiza impiega, per la prima volta nel segmento, il cambio DSG a doppia frizione e sette velocità, in abbinamento al motore benzina 1.6 litri 105 CV.

Il design di Ibiza richiama la sportività della parte anteriore, sottolineata dai gruppi ottici anteriori e della griglia del radiatore, posti più in basso. I fari sono resi più accattivanti dalla forma a occhio. Nel posteriore risaltano i fianchi di generose dimensioni. Questi ultimi sono ulteriormente accentuati nella versione SportCoupè, per effetto della presenza dei montanti dedicati. Il portellone posteriore si fonde con il tetto, grazie ad una estetica appendice aerodinamica.
Il listino oscilla da 10.140 a 17.150 euro per la versione SportCoupè, circa 500 euro in più per la versione 5 porte.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter