Smart e l’auto elettrica

By Attualità

Dalla collaborazione tra Enel e Smart, nasce ‘E-Mobility’. Un progetto di mobilità eco sostenibile. In futuro gli automobilisti di Roma, Pisa e Milano faranno il pieno di elettricità al posto di quello a benzina. Sono in progettazione oltre 100 vetture e almeno 400 punti di ricarica intelligenti della rete Enel. Inizio della sperimentazione nel 2010. Le vetture coinvolte nel progetto E-Mobility Italia saranno Smart Fortwo.

L’accordo è firmato dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, Fulvio Conti, e da Bram Schot, Presidente e CEO di Mercedes-Benz Italia. Nell’ambito di questo progetto, Daimler fornirà oltre 100 vetture elettriche a clienti nelle città di Roma, Pisa – sede tra l’altro del Centro Ricerche Enel – e Milano. E si farà carico della loro manutenzione. Enel sarà responsabile dello sviluppo, della creazione e del funzionamento dell’infrastruttura, con oltre 400 punti di ricarica dedicati, oltre al sistema di controllo centrale.

Il fine comune è l’azzeramento, nelle città e nei luoghi dove viene utilizzato il veicolo, di tutte le emissioni, anidride carbonica (CO2), benzene, anidride solforosa, ossidi di azoto e particolato. Basti pensare che in una città come Pisa, se un quarto delle auto circolanti fossero elettriche, si avrebbe una diminuzione di 25.000 tonnellate all’anno di CO2 (-25 percento) oltre a una sensibile riduzione delle altre emissioni. Per assorbire 25.000 tonnellate all’anno di CO2 serve una foresta di circa 32 milioni di metri quadrati ovvero di 32 chilometri quadrati: un rettangolo di 10 km di lunghezza e 3,2 km di larghezza, una superficie pari a circa 4.500 campi da calcio.

Notevoli anche i risparmi economici, tema che sta a cuore ai consumatori: con un’auto elettrica, 10 euro bastano per percorrere in media 280 km, contro i 120 km di un’auto a benzina. Non è ancora noto invece il prezzo di questa automobile ecologica.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 23 gennaio 2009