La sportività di Bmw Z4

By Novità

Nasce sportiva e diventa versatile. L’ultima roadster di casa Bmw si trasforma in una confortevole coupé grazie all’hard top ripiegabile elettricamente. Z4 emoziona per eleganza delle linee, per doti dinamiche e l’accoglienza degli interni.

Il design si ispira alla classica forma delle roadster. Linea bassa e allungata con le ruote poste alle estremità, ed una seduta di guida decisamente incassata. Le linee e le pieghe della carrozzeria collegano immaginariamente l’asse anteriore con quello posteriore e si spingono avanti, definendo lo slanciato cofano motore anteriore.
In soli 20 secondi la roadster tedesca si trasforma in un’elegante coupé. Il tetto è diviso in due pezzi e fuoriesce dall’apposito vano, situato posteriormente. Quest’unità è effettivamente compatta e non disturba la linea di elegante roadster. Una volta chiuso il tetto, è possibile apprezzare il confort tipico delle vetture bavaresi con la plancia leggermente rivolta al guidatore, per un elevata ergonomia dei comandi. A conferma del miglioramento del confort segnaliamo la linea del tetto, leggermente rialzata ed una superiore spaziosità nell’apertura delle portiere.

Il propulsore è il 6 cilindri in linea, che da sempre ha contraddistinto le roadster bavaresi. Ed è proprio questa configurazione che viene adottata all’esordio da Bmw Z4. In totale le motorizzazione disponibili sono ben tre. Al vertice troviamo la versione ‘sDrive35i’ con un innovativo sistema TwinTurbo, che permette di erogare 306 cavalli. Questa versione è anche disponibile con un sofisticato cambio a sette rapporti e doppia frizione, in grado di esaltarne le prestazioni. Chiudono la panoramica dei motori le due versioni aspirate ‘sDrive30i’ e ‘sDrive23i’, ciascuna con potenze rispettivamente di 258 e 204 cavalli.

Il listino della vettura bavarese parte dai 39.400 euro per Z4 sdrive23i, e tocca quota 50.400 per l’esclusiva sdrive35i. Ma mettendo mano agli optional, è facile aggiungere cifre nell’ordine dei 10.000 euro.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 15 aprile 2009