Prova Suzuki Swift 1.3 GPL

By Prove

Ecco una vettura compatta, dal design grintoso e caratterizzata da una ricca dotazione di accessori di serie. Grazie all’impianto GPL, Suzuki Swift è anche vicina alle tematiche ambientali, oggi più che mai di attualità.

LISTINO: da 12.580 a 15.390 euro

VERSIONE IN PROVA: Swift 1.3 16V GL GPL Safety Pack 5p

DESIGN
La semplicità stilistica di Suzuki Swift, nasconde alcuni particolari studiati appositamente per accrescerne la personalità. L’esempio più significativo è la presenza del montante anteriore di colore nero. Piccolo accorgimento estetico, che dona una significativa dose di grinta ad un design già piacevole. I gruppi ottici anteriori e posteriori sono posizionati simmetricamente, all’estremità della carrozzeria, mentre su cofano e baule sono posizionati i loghi Suzuki, cromati. I voluminosi specchi retrovisori donano dinamicità alla vettura, garantendo al tempo stesso buona visibilità. Il tappo del serbatoio è posizionato sulla parte sinistra dell’auto, arretrato rispetto alle portiere. Rimane a filo della carrozzeria, ed è possibile aprirlo solo dall’interno, come da tradizione giapponese. Chiudono la visione esterna, i bei cerchi in lega a sei razze. Di serie su tutte le versioni di Suzuki Swift.

INTERNI
La precisione negli accostamenti delle plastiche, unita a materiali di buona qualità, rende Swift abitabile ed accogliente malgrado le compatte dimensioni. Pilota e passeggeri godono di buon spazio. I comandi di radio, climatizzatore e luci, risultano di facile ed immediato utilizzo. Tanto che bastano pochi minuti per ambientarsi ed utilizzare tutte le funzioni disponibili. La semplicità del design di Swift, si traduce in una strumentazione composta da tre riquadri analogici, ma ben leggibili. Al centro troviamo il riquadro più grande che indica la velocità, a sinistra il contagiri, mentre a lato gli indicatori carburante e temperatura liquido radiatore. Al centro dell’abitacolo spunta un piccolo display digitale, che fornisce ulteriori informazioni pratiche al guidatore, quali data e temperatura esterna, oltre ad un utile computer di bordo.

BAGAGLIAIO
La capacità di carico dichiarata, in configurazione normale, è di 201 litri, che salgono a 494 con i sedili posteriori abbattuti. Questi ultimi sono abbattibili in modalità 1/3. Difficile chiedere di più, in una vettura così compatta. La bombola di GPL, è collocata in alternativa alla ruota di scorta, sostituita con un pratico kit di riparazione.

ALLESTIMENTI
Anche per Swift, come su altri modelli Suzuki, tutte le versioni sono ben equipaggiate. Fari fendinebbia, specchietto retrovisore giorno/notte, volante in pelle, doppio airbag e aria condizionata (manuale), sono solo alcuni degli accessori disponibili di serie. Come optional vengono inseriti la vernice metallizzata ed il Safety Pack illustrato di seguito.

SICUREZZA
ABS ed EBD sono di serie su tutte le versioni. L’auto in prova è caratterizzata dalla presenza del pacchetto Safety Pack. Comprende importanti sistemi di sicurezza quali: sei airbag, ESP e TCS (controllo elettronico della trazione).

MOTORE
Suzuki Swift monta un motore quattro cilindri, da 1.328 centimetri cubici con coppia pari a 116 Nm a 4.200 giri. Le prestazioni del motore variano a seconda della tipologia di alimentazione. La potenza massima di 92 CV, scende a 90 CV in modalità GPL, mantenendo però lo stesso regime di utilizzo su 5.800 giri. In termini pratici, la differenza tra le due alimentazioni si avverte per lo più in fase di partenza, dove è necessario mantenere un numero di giri leggermente superiore con la modalità GPL. Swift, al momento dell’accensione parte sempre in modalità benzina, per poi commutarsi automaticamente in modalità GPL. I cavalli a disposizione sono comunque adeguati a peso e dimensioni di Swift.

SU STRADA
L’habitat preferito da Suzuki Swift è probabilmente la città. Le dimensioni ridotte permettono di trovare facilmente parcheggio, e districarsi con scioltezza in mezzo al traffico. A queste doti, aggiungiamo la presenza di un motore brioso, ed otteniamo una vettura divertente anche per un utilizzo extraurbano. All’aumentare della velocità, tenuta di strada e insonorizzazione rimangono sempre su buoni livelli. Swift concede subito una buona confidenza alla guida, al punto da lasciarsi andare, allungando la frenata ed entrando più velocemente in curva, dove accusa solo un lieve coricamento laterale. La piccola Suzuki permette di divertirsi, grazie anche alla frizione morbida ed ad un cambio preciso negli innesti.

PRO
Design grintoso
Completezza allestimenti
Interno accogliente

CONTRO
Dimensioni bagagliaio

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 5 novembre 2009