Nuovi propulsori e-HDi per il gruppo PSA

By Attualità

La tecnologia e-HDi prevede una nuova generazione di Stop&Start, che abbina un alternatore reversibile a un motore diesel. Il debutto nelle gamme Peugeot e Citroen è previsto per la fine del 2010, per abbattere consumi ed emissioni di CO2.

Il nuovo sistema Stop&Start che andrà ad equipaggiare le vetture Peugeot e Citroen si propone di abbattere fino al 15%, consumi ed emissioni di CO2 dei motori HDi.

Tra le tecnologie che contraddistinguono il sistema e-HDi, troviamo un motore HDi, un sistema Stop&Start con alternatore reversibile di seconda generazione, un sistema e-booster, che permette la riaccensione immediata del motore, un sistema di gestione elettronica dell’alternatore, che permette di recuperare l’energia in fase di decelerazione ed un cambio con rapporti ottimizzati. Infine, tutte le vetture e-HDi verrano equipaggiate con pneumatici a bassa resistenza di rotolamento.

Le prime vetture che faranno debuttare questa tecnologia sono Citroen C5 e la nuova Citroen C4, che saranno disponibili a partire dal terzo trimestre 2010. Per quanto riguarda Peugeot, i primi modelli a fruire della tecnologia e-HDi saranno 308 e la sostituta di 407.

Tra gli obbiettivi del gruppo, figurano previsioni di vendita pari ad 1 milione di veicoli e-HDi entro il 2013, oltre ad una percentuale sul totale dei veicoli HDi del 30% nel 2012. PSA Peugeot Citroen ha commercializzato nel 2009 quasi un milione di automobili, che emettono meno di 130 g di CO2 /km, di cui più di 757.000 con meno di 120 g/km di CO2 . L’obiettivo del Gruppo è di vendere un milione di automobili che emettano meno di 120 g/km di CO2 entro il 2012.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 15 giugno 2010