Nuovo Fiat Doblò Natural Power

By Novità

La gamma Fiat Doblò si arricchisce di una nuova versione alimentata a benzina e metano: Doblò Natural Power 1.4 16v T-jet. Prestazioni discrete grazie ai 120 CV, e consumi contenuti.

La nuova versione è disponibile negli allestimenti Active, Dynamic ed Emotion con un prezzo di listino (chiavi in mano) rispettivamente di 20.500 euro, 22.000 euro e 23.500 euro. Da sottolineare che, rispetto ai corrispondenti allestimenti della motorizzazione benzina, le dotazioni della versione Natural Power restano invariate ad eccezione di alcuni contenuti che non possono essere richiesti per motivi tecnici (tetto alto, 7 posti, configurazione Family, sistema Start&Stop e ruota di scorta di dimensioni normali) mentre è di serie il sensore di temperatura esterna.

La maggiore novità del nuovo Doblò Natural Power è l’adozione della motorizzazione 1.4 16v T-Jet sensibilmente più performante del 1.6 16v benzina, che equipaggiava il suo predecessore. Questo propulsore appartiene alla nuova famiglia di motori a benzina sovralimentati T-jet, si distingue per prestazioni, prontezza nella risposta all’acceleratore, bassi consumi, semplicità costruttiva, robustezza ed affidabilità. Grazie alla sovralimentazione con intercooler e alla presenza della valvola Wastegate, il nuovo motore sviluppa una potenza massima di 120 CV, sia a benzina che a metano, e valori di coppia progressivi (206 Nm a 2000 gir/min), che gli permettono buone doti di spunto anche con carichi gravosi.

Elevata è, quindi, l’elasticità di marcia, con ridotto uso del cambio a 6 marce, per una guida piacevole e rilassata. Basta però spingere sull’acceleratore per avere una risposta grintosa, aiutati dalla ridotta inerzia del turbocompressore che consente di ottenere le massime prestazioni. Inoltre, il nuovo Doblò Natural Power si conferma una vettura attenta all’ambiente rinforzando la sua leadership con un livello di emissioni di C02 pari a 134 g/km sul ciclo combinato.

La vettura è configurata per funzionare normalmente a gas naturale, mentre l’avviamento motore si effettua sempre a benzina, con passaggio immediato e automatico all’alimentazione a metano. In questo modo l’impianto di alimentazione a benzina si mantiene efficiente e il suo intervento è richiesto solo alla partenza o quando il metano si sta esaurendo. Per il cliente è sempre comunque possibile passare all’alimentazione a benzina premendo un pulsante posto sulla plancia.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 28 giugno 2010