Volkswagen Concept ‘Milano Taxi’

By Attualità

Un innovativo concept Volkswagen, si propone come potenziale veicolo multifunzionale del futuro, con emissioni zero. Denominato Milano Taxi, è indirizzato sia al trasporto privato, che a quello pubblico.

Nel dettaglio, il nome Milano Taxi è un omaggio alla metropoli milanese, e rappresenta un ulteriore passo verso la prossima produzioni di veicoli elettrici Volkswagen, prevista per il 2013. Tuttavia la praticità insita in questo veicolo multi volume compatto, ben si sposa anche con qualunque metropoli.
Milano Taxi nasce con una porta sola, quella lato marciapiede, per favorire la progettazione degli spazi e delle linee, oltre a poter offrire più sicurezza a coloro che devono salire e scendere. Lungo poco più di tre metri e settanta, questo van si ispira a Volkswagen Samba Bus degli anni Cinquanta.
Tra i concetti che richiamano il futuro di Volkswagen troviamo la parte anteriore, decisamente simpatica e sicura di sé, con richiami stilistici alle icone Maggiolino e Samba Bus. Tra gli elementi di ‘contatto’ troviamo il cofano abbassato, come pure l’assenza della classica calandra del radiatore. Un elemento completamente nuovo è il “ponticello” trasparente di raccordo tra i fari.

A bordo di questo taxi non si trova il sedile del passeggero anteriore, al suo posto una zona carico per i bagagli. Il vero vano portabagagli dietro il sedile posteriore viene invece usato unicamente per piccoli utensili, mettendo così a disposizione dei passeggeri la maggior quantità di spazio possibile.

Con Milano Taxi, nell’uso ‘pubblico’ sono poi passati anche i tempi in cui il cliente doveva guardare con occhi socchiusi il tassametro, per vedere il prezzo della corsa. Infatti, nel vano posteriore, vicino allo schienale del conducente, si trova uno schermo touch screen da 8 pollici, che non solo riporta il prezzo, ma permette anche di pagare con la carta di credito grazie a un apposito lettore.
Il conducente è seduto in uno spazio adattato a lui su misura, dotato di un sedile sportivo ergonomico perfetto per lunghe giornate di lavoro, e di un bracciolo integrato alla bordatura fissa del sedile
Il motore elettrico ha un picco di potenza di 85 kW (potenza costante 50 kW) e permette una velocità massima di 120 km/h. Il motore viene alimentato da una batteria agli ioni di litio integrato nel sottoscocca. Grazie alla capacità di 45 kilowattora (kWh) e al peso relativamente contenuto del veicolo (1.500 kg) nonostante la batteria. Si possono raggiungere, a seconda della modalità di guida, distanze fino a 300 km (secondo NEDC). A seconda del dispositivo di ricarica presente e dello stato di carica, la batteria può essere ricaricata in un’ora circa fino a raggiungere l’80% della capacità complessiva.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 9 giugno 2010