Fiat 500 e 500C TwinAir

By Novità

Fiat presenta l’innovativo motore bicilindrico TwinAir da 85 CV e 900 centimetri cubici. Sarà commercializzato il prossimo settembre sui modelli 500 e 500 C.

Capostipite di una nuova famiglia di propulsori bicilindrici di FPT (Fiat Powertrain Technologies), il propulsore impiega il sistema Multiair abbinato ad una fluidodinamica specifica ed ottimizzata, per il massimo rendimento di combustione. Le prestazioni raggiunte sono comprese tra i 65 e i 105 CV, assicurando fino al 30 per cento in meno di emissioni di CO2 rispetto ad un motore di pari prestazioni.

Fiat 500 con il propulsore a due cilindri è la risposta per chi ‘vive’ l’automobile tutti i giorni e, al tempo stesso, desidera guidare una vettura divertente, ecologica ma anche piena di fascino. La linea di 500 e 500C, dotate di motore TwinAir, rimane invariata. Realizzata dal Centro Stile Fiat, la nuova 500 è una ‘3 porte’ dalle dimensioni contenute: è lunga 355 centimetri, larga 163, alta 149 cm e con un passo di 230 centimetri.

Contraddistinta da una forma piacevole, la vettura propone una spiccata luminosità nella vista laterale, sbalzi oltre le ruote ridotti al minimo e un cofano corto. Inoltre, il frontale coniuga l’attuale family feeling degli ultimi modelli Fiat con gli elementi distintivi della prima Fiat 500. Per esempio, il richiamo più evidente alla vettura storica è espresso dall’abbinamento dei proiettori superiori circolari insieme a quelli inferiori ‘abbaglianti’ e al gruppo ‘baffi e logo’.

Un discorso a parte merita la Fiat 500C. Partendo dalla versione berlina, l’inserimento della capote mantiene inalterate le caratteristiche del modello, come l’abitabilità per 4 posti comodi o la capienza del bagagliaio e aggiunge nuove funzionalità che ne aumentano la vivibilità. Tra l’altro, il bagagliaio, grazie ad un ingegnoso sistema di cerniere a parallelogramma, offre un accesso facilitato anche quando la capote è in posizione di totale apertura.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 12 luglio 2010