15 luglio 2011 Redazione Autointhecity

Prova Peugeot 508 1.6 e-HDI

L’ammiraglia del costruttore francese ha tutte le carte in regola per piacere al pubblico italiano. Peugeot 508 si distingue per l’elegante design, e la qualità degli spaziosi interni. Ottimo il consolidato 1.6 e-HDI, tra i migliori della categoria.

LISTINO: da 24.450 euro

VERSIONE IN PROVA: Active 1.6 8V e-HDI 112 CV cambio robotizzato Stop&Start

DESIGN
Le dimensioni da ammiraglia sono impreziosite dal design elegante, con cui Peugeot sottolinea la vocazione di 508. Sotto il profilo aerodinamico questa berlina trasmette immediatamente sensazione di fluidità, dimostrata da un Cx pari a 0,27. Il frontale vede una griglia ridimensionata rispetto al passato, ed ora quasi minimalista. Il cofano filante ha un taglio di ispirazione sportiva, incorniciato dagli strutturati gruppi ottici, divisi in due sezioni per alleggerire l’impatto visivo. La vista laterale si distingue per l’equilibrio con cui chiude la coda, ed il taglio dei finestrini posteriori. Il retro colpisce per l’assenza del paraurti, inglobato nel disegno della carrozzeria e parte integrante del portellone bagagliaio. La terza luce di stop è annegata nel lunotto posteriore. Sull’allestimento in prova sono presenti numerose cromature, che impreziosiscono ulteriormente 508.

INTERNI
La suggestione evocata dall’eleganza del design esterno, prosegue nell’abitacolo, dove i generosi spazi sottolineano il lussuoso approccio di Peugeot. Le ampie sedute, unite allo spazio per gambe e testa, sono decisamente confortevoli ed indicate per lunghi viaggi. La plancia si distingue per razionalità e qualità delle finiture, rimarcate dalla omogeneità dell’assemblaggio. I comandi facilmente raggiungibili, e la strumentazione di facile lettura rendono ancora più facile la vita a bordo. Bello da vedere anche il cambio robotizzato, apprezzabile nell’uso, oltre che esteticamente. I passeggere posteriori beneficiano di un ampio accesso, e di una seduta regale per due persone.

BAGAGLIAIO
I designer si sono divertiti a nascondere il pulsante di apertura del bagagliaio, nel numero zero che compone la sigla 508 sul retro. Un accorgimento che ha permesso di mantenere pulito il design della superficie esterna. Lo spazio a disposizione è pari a 497 litri, con i sedili posteriori abbattibili nel rapporto 2/3, grazie ad un pratico pulsante. La soglia di carico è a 72 cm da terra, mentre sotto al piano è disponibile la ruota di scorta, sostituibile con un kit di gonfiaggio. Ma l’eleganza ha un prezzo, lo spazio è sfruttabile in profondità e larghezza, meno in altezza. Chi avesse esigenza di più spazio per i bagalgi, può comunque sempre puntare sulla versione station wagon di 508.

MOTORE
E’ tra le unità più recenti e di successo sul mercato, questo motore da 1.560 cc con turbocompressore a geometria variabile. Eroga 112 CV (82 kW) ed una coppia di 270 Nm, già disponibili a 1.750 giri. In questo caso è abbinato ad un bel cambio robotizzato a 6 rapporti, che si distingue per praticità degli innesti nelle varie modalità. Non prevedendo una posizione ‘Park’ occorre solo ricordarsi di tirare il freno a mano, a vettura ferma. Il cambio prevede una modalità sport ‘S’, attivabile da un pulsante a fianco della leva. Attivandolo si privilegia uno stile di guida dinamico, con cambiate più brevi ed efficienti.
I classici 0-100 km/h vengono coperti in 11,9 secondi, da apprezzare in funzione della massa complessiva di 508. Peugeot dichiara ottimistici consumi di 4,4 litri/100 km. Nella nostra prova non siamo riusciti ad eguagliare questa performance, ma i 5,5 litri riscontrati rimangono un buon valore per il rapporto peso/potenza sviluppato. Eccellente il valore relativo alle emissioni, pari a soli 109 g/km. L’abbinamento alla funzione Start&Stop di ultima generazione, dalla rapidissima (e quasi inavvertibile) riaccensione, aumenta l’efficienza del motore, sia in termini di emissioni che consumi.

SU STRADA
L’equilibrio di Peugeot 508 è sottolineato dal fatto che si trova a proprio agio in praticamente tutte le condizioni di guida. L’indovinata posizione riservata al guidatore aiuta nel guadagnare immediata confidenza, anche in citta’, dove si apprezza la fluidità del cambio robotizzato che su 508 limita le sensazioni di ‘vuoto’ tra una marca e l’altra. Anche se questo motore non brilla per potenza e cavalli, la coppia a disposizione ai bassi regimi fa veramente parecchio. Ricordiamo che le motorizzazioni diesel disponibili arrivano all’eccellente 2.2 da 204 CV. Apprezzabile il comportamento dinamico, anche nei tratti più guidati, dove per divertirsi è possibile gestire il cambio in modalità manuale, e selezionare i rapporti tramite le due leve a ridosso del volante. Il comfort a bordo è ottimo, con le sospensioni tarate per mantenere un comportamento neutro ed una corretta distribuzione del carico dinamico. Buona anche la taratura del servosterzo, che rimane facile in città ed efficace a velocità elevate. Un altro elemento che si mostra a punto è l’impianto frenante: pronto e reattivo, senza mai risultare invasivo.

PRO
Design elegante
Motore
Comfort

CONTRO
Limitata altezza bagagliaio

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter