Prova Peugeot 308 1.6 e-Hdi

By Prove

Ha tutte le carte in regola per risultare appetibile al grande pubblico. Peugeot 308 propone comfort di livello, abbinato ad una ottima maneggevolezza, assecondata dalle qualità del motore in prova.

LISTINO: da 17.760 euro

VERSIONE IN PROVA: 1.6 e-HDi 112 Cv Stop & Start Allure

DESIGN
Eleganza e sobrietà: sono questi i termini che sintetizzano la filosofia adottata dal costruttore francese su 308. Ma anche dinamismo, grazie ad alcuni particolari, come le belle luci anteriori a Led presenti sull’esemplare in prova. Un elemento che da solo caratterizza in maniera distintiva il frontale, e che varia di luminosità in funzione della modalità diurna o notturna. Il muso di 308 presenta una vistosa bombatura, che collega gruppi ottici e cofano. Ai proiettori spetta il compito di assecondare l’eleganza generale, mantenendo grintosa la linea frontale. Estese le superfici vetrate, che si impongono lateralmente e vengono accentuate dalla presenza del bel lunotto panoramico in grado di coprire l’intero cielino della vettura. La chiusura ideale del design, spetta alla parte inferiore della carrozzeria. Prolungandosi fino al paraurti posteriore rende l’idea di un saldo appoggio sulla strada, grazie anche agli azzeccati cerchi abbinati a pneumatici dal taglio sportivo.

INTERNI
Il dinamismo della carrozzeria, è abbinato ad un abitacolo pensato per offrire sensazione di spazio e luminosità. La posizione di guida offre ampia visione verso l’esterno, assecondata da una plancia inclinata, in cui tutti gli elementi sono posizionati in maniera razionale. Lo spazio a bordo non manca per cinque persone, con l’unica nota del piccolo e funzionale tunnel posteriore per la climatizzazione, ad occupare spazio utile alle gambe del quinto passeggero. Gli splendidi sedili dell’allestimento Allure offrono un ottimo contenimento, garantendo comfort di livello superiore per ogni tipo di percorrenza.
Il pilota si trova circondato dai vari comandi, con l’elegante strumentazione a sfondo bianco a fornire tutte le abituali informazioni utili alla guida. Numerose le bocchette d’aerazione, coordinate dal valido sistema di climatizzazione Peugeot, con regolazione automatica bizona.
Il lunotto panoramico consente di regolare la luminosità all’interno, grazie ad una tendina avvolgibile con comando elettrico. Completa la dotazione telematica, grazie al sistema Wip Sound presente sul modello in prova. Tra gli optional anche la possibilità di migliorare ulteriormente il suono con un impianto Hi-Fi JBL associabile ai vetri laterali stratificati, per una acustica da veri intenditori.

BAGAGLIAIO
Sono 348 i dm3 a disposizione per i bagagli, con sedili posteriori e cappelliera in posizione. Ma questo spazio può raggiungere ben 1.201 dm3 facendo scivolare i sedili (divisi 1/3) e alzando la cappelliera. Ulteriori 80 dm3 sono sfruttabili con lo spazio occupato dalla ruota di scorta, giusto in caso. La conformazione del bagagliaio prevede una discreta soglia di carico, efficace nel contenere gli oggetti che vi vengono riposti.

MOTORE
Il Diesel da 1.560 del costruttore francese è stato più volte lodato, per essere uno dei più aggiornati e validi propulsori sul mercato. Anche su 308 non delude le aspettative, con 112 Cv fornisce una coppia di 270 Nm a 1.750 giri, in grado di assecondare le differenti situazioni di guida e fornire anche divertimento quando la strada lo consente. E’ abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti, con una sesta marcia meno noiosa del solito, perché sfruttabile su percorsi non solo autostradali.
Buona la performance sul fronte dei consumi, che rimangono sotto i 5 litri 100/km, anche quando si sfruttano i cavalli a disposizione. L’utilizzo urbano di questo motore, risente positivamente dell’abbinamento alla tecnologia microibrida e-HDi di Peugeot. Il motore si ferma al semaforo, e riparte senza sussulti, con una spia azzurra che segnala il momento di stand-by, praticamente inavvertibile dopo i primi momenti alla guida. Con un buon ritorno sul fronte dei consumi (fino al 15% in meno nella guida in città), e delle emissioni che si attestano sui 115 g/km di CO2.

SU STRADA
La maturità raggiunta negli anni dal progetto 308, viene espressa dai primi chilometri di guida, con un buon comportamento dinamico, assecondato dalle sospensioni (anteriori di tipo Pseudo Mc Pherson, posteriori a traversa deformabile), ma anche dai sofisticati ammortizzatori idraulici a valvole. Il risultato di questa progettazione è una piacevole maneggevolezza che invoglia a sfruttare le buone doti di coppia del motore. Lo sterzo ad assistenza variabile si dimostra efficace nella guida sportiva, suggerita dalla prontezza del motore in più occasioni. Per contro costringe ad un maggiore sforzo nelle manovre, dove comunque mostra un buon raggio di sterzata. Anche una frizione più leggera aiuterebbe in città. In ogni caso, nelle diverse condizioni di utilizzo, il comfort a bordo rappresenta una costante, rendendo gradevoli trasferimenti di qualunque portata. Nell’uso cittadino le dimensioni esterne sono ancora ben gestibili, e si sfrutta appieno la potenzialità del sistema e-HDi sviluppato da Peugeot. Sicura la frenata, coordinata dalla completa dotazione elettronica riservata alla sicurezza, difficile mettere in crisi 308, anche nei momenti di maggiore divertimento alla guida.

PRO
Comfort
Spazio a bordo
Motore

CONTRO
Sterzo in manovra

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 10 novembre 2011