Prova anteprima SsangYong Rexton W

By Prove

Torna l’ammiraglia SsangYong, con migliori prestazioni sia su strada che offroad, Rexton W è stato aggiornato stilisticamente e sotto il cofano brilla un nuovo motore. Con 7 posti di serie, viene proposto sia a 2 che 4 ruote motrici.

PROGETTO
Siamo alla terza generazione del più grande successo commerciale del costruttore coreano SsangYong. Per realizzarlo, sono stati impiegati due anni in ricerca e sviluppo, ed una dotazione finanziaria pari a 73 milioni di euro. Evidentemente il trend di mercato favorevole alla categoria Suv/Crossover rappresenta una motivazione più che convincente per presentare un prodotto che vuole competere su un asse ben preciso: quello della sostanza ad un prezzo competitivo.

DESIGN
E’ stato progettato in base a un’idea di Suv che fonde eleganza e funzionalita’, e il look originale non è stato stravolto, semmai aggiornato con elementi che aggiungono freschezza rispetto alla precedente versione. Non è un caso che lo stile sia stato rivisto proprio in Italia, patria del design e culla dell’innovazione stilistica. In particolar modo la parte frontale ha beneficiato di un effetto ‘lifting’ che caratterizza sia la calandra centrale che il gruppo ottico. La sensazione è di avere a che fare con un prodotto più premium di quanto il listino lasci supporre.
Anche gli interni rispondono ora ai requisiti di una fascia superiore, con la consolle centrale che mostra un effetto alluminio e finiture cromate. A bordo si apprezza, oltre al design, l’abitabilità dei 7 posti disponibili di serie. Il nuovo Rexton merita anche la sigla ‘W’ che sta per ‘Work of Art’, ovvero un’opera d’arte.

MOTORE
Il nuovo Diesel e-XDi200 Active potenzia prestazioni ed affidabilita’, migliorando al contempo l’efficienza dei consumi e l’equilibrio in tutte le condizioni di guida.
I 155 CV di potenza massima sono abbinati ad un valore di coppia che tocca i 360 Nm da 1.500 a 2.800 giri/min. Rexton W è disponibile con cambio automatico o manuale, in versione 4WD (trazione posteriore) e 2WD, con tanto di riduttore per la trazione integrale. Sul fronte dei consumi vengono dichiarati 7,3 litri per 100 km nel ciclo combinato, un dato non eclatante, giustificato dalla massa complessiva di oltre 2,6 tonnellate.

LA PROVA
In evidenza la posizione di guida, piuttosto rialzata e confortevole, anche se la pedaliera si mostra piuttosto distante dal sedile, per una persona di media altezza. Il cambio manuale mostra innesti sufficientemente precisi, con la retromarcia che va invece inserita con una discreta energia.
Il motore mostra subito di essere più che adeguato, coppia e potenza non mancano, ed anche il comfort è di livello con poche vibrazioni e rumorosità ridotta ai minimi termini: rappresenta senza dubbio uno dei punti di forza di Rexton W. I primi limiti emergono invece dalla maneggevolezza, che risente di un baricentro piuttosto elevato, unito ad una massa non proprio leggera. Rexton W non ama i repentini cambiamenti di traiettoria, situazione in cui manifesta un prevedibile coricamento laterale, accentuato dalla spinta della trazione posteriore che induce in sovrasterzo. La scelta dello schema di sospensioni evidenzia un mix orientato al compromesso, per soddisfare la guida su differenti tipologie di terreno.
Diverso il discorso in fuoristrada, dove Rexton W ha le carte in regola per affrontare anche difficili situazioni di motricita’ con la versione a 4WD. Il primo aiuto arriva dagli angoli caratteristici: 28 gradi per l’angolo di attacco, 22,5 per quello di dosso e 25,5 per quello di uscita. Il successivo aiuto viene fornito dalla trazione integrale, che dispone anche del riduttore. Elementi selezionabili da plancia tramite una pratica manopola, con relativa indicazione ben visibile nel quadro strumenti. La nostra prova offroad mostra nuovamente le qualità del motore, abbinata alla comfortevole taratura delle sospensioni.

LISTINO
La competitività di Rexton W è sottolineata da una dotazione che già nella versione base include una lunga serie di accessori, di serie nel listino che parte da 24.990 euro per la versione 2WD. Con 3.000 euro di differenza ci si può permettere il 4WD, ed altri 3.000 servono per il 4WD con allestimento Classy e cambio automatico. Come per altri prodotti dello stesso costruttore, la garanzia è pari a 3 anni, mentre vale la pena evidenziare che, in fase di lancio, i possessori di una versione precedente di Rexton possono beneficiare di un bonus secco di 2.000 euro qualora decidano di aggiornarsi con il passaggio a Rexton W.
In SsangYong ricordano come i clienti italiani abbiano apprezzato questo prodotto, mostrando una percorrenza media totale di 130.000 km, un significativo riscontro per il futuro di Rexton W.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 28 febbraio 2013