Prova nuova Citroen C3 1.2

By Prove

C3 raccoglie sempre più consensi, giustificati dai contenuti, dal gradevole design e dalla gamma motorizzazioni, tra cui spicca il 3 cilindri 1.2 di ultima generazione.

LISTINO: da 12.510 euro chiavi in mano
GARANZIA: 2 anni + Polizza Furto e Incendio per il primo anno
VERSIONE IN PROVA: 1.2 VTi 82 CV Exclusive

DESIGN
Questa generazione di C3 nasce per essere protagonista sul nostro mercato, non a caso è stata concepita dal designer italiano Donato Coco. Il gusto italiano si manifesta sotto forma di una veste ancora più maschile rispetto alla precedenti edizioni. Qualche rotondità è tuttora presente, ma le linee si sono fatte più decise, senza nulla togliere al carattere originale, sapientemente rivisto in una logica di gradimento da parte di una maggiore fetta di pubblico. Il gusto estetico appaga ora tutti, assicurando ulteriore longevità al progetto iniziale.
Apprezzato il tetto Zenith, presente sul modello in prova, che ‘scopre’ buona parte del tettuccio nella parte frontale, regalando una ulteriore finestra sul paesaggio esterno.

INTERNI
Misure compatte, ma abitabilità per cinque, con la sensazione di spazio amplificata dal parabrezza posizionato parecchio in avanti, quasi a livello di una monovolume. Anteriormente il cruscotto sale alto e sovrasta le gambe di guidatore e passeggero, mentre la plancia si distingue per il contrasto tra l’elemento superiore, in materiale morbido al tatto, e l’elegante rifinitura lucida della parte centrale, che accoglie i principali comandi. Più sotto si sviluppa la consolle, che scende fino ad inglobare due portaoggetti e la leva del cambio. Due prese da 12V sono presenti a sottolineare l’attualità del progetto. La strumentazione è composta da tre elementi ravvicinati, di forma circolare: al centro troviamo l’indicazione analogica della velocita’, mentre a sinistra trova spazio un analogo elemento riservato ai giri motore. A destra invece viene fornito un pratico indicatore digitale, che include l’indicazione relativa al livello del carburante. La temperatura del liquido di raffreddamento viene invece segnalata solo a freddo, con apposita spia.
La seduta offerta dai comodi sedili è leggermente rialzata, per una visibilità ottimale ed un pratico accesso a bordo. Anche dietro lo spazio è in linea con le esigenze di una vettura compatta, con un piccolo tunnel centrale che riduce parzialmente lo spazio a disposizione del quinto passeggero. Generosa la larghezza ai finestrini, in grado di amplificare ulteriormente l’abitabilita’.

BAGAGLIAIO
Sono 300 i litri che compongono il volume di carico del bagagliaio di C3, con possibilità di ampliamento grazie allo schienale posteriore abbattibile e diviso nel rapporto 2/3. L’abbattimento dello schienale non permette il avere una base perfettamente piana, ma in compenso la lunghezza di carico raggiunge 1,19 metri. Classico posizionamento per la ruota di scorta, o l’alternativo ruotino.

MOTORE
Il 3 cilindri del gruppo PSA, propone 1.199 cc e dispone di una potenza pari ad 82 CV (60 kW), per una coppia di 118 Nm a 2.750 giri. Le prestazioni non sono esaltanti, con 14,2 secondi per passare da 0 a 100 km/h, ma in compenso il dato relativo ai consumi si mostra decisamente interessante, come dimostrato dai 4,7 litri dichiarati nel ciclo misto. Consumi avvicinabili, con qualche accorgimento e grazie ai suggerimenti che l’indicatore di cambiata fornisce nel quadro strumenti.
Il moderno propulsore è abbinato ad un cambio a 5 rapporti, fluido e preciso, con rapportatura adeguata alle caratteristiche del motore. Decisamente ridotte le vibrazioni a bordo, così come il rumore, quasi paragonabile ad un 4 cilindri.

SU STRADA
Il primo aspetto che favorisce il gradimento di questa compatta vettura, riguarda la posizione di guida, con una seduta confortevole in grado di garantire buona visibilità e comfort anche durante lunghi viaggi.
Si apprezza anche lo sterzo, a punto per le differenti situazioni di guida, ed in linea con la filosofia di utilizzo ad ampio spettro di C3. Le sospensioni sono l’altro elemento in grado di confermare quanto questa Citroen voglia piacere a tutti, grazie ad un comfort di marcia che ben si adegua anche ai momenti di guida più sportiveggianti, sempre nei limiti prestazionali di questa motorizzazione.
In ambito cittadino, dimensioni, posizione di guida e l’aiuto della retrocamera (sul modello in prova) nelle manovre di parcheggio, sono un vero punto di forza, con il motore che si mostra ben compatibile con le esigenze della mobilità urbana.
Nel misto, emerge la validità dello schema di sospensioni, una scelta piuttosto consolidata con assale anteriore psuedo McPherson e posteriore a traversa deformabile. I freni sono in linea con l’aspetto prestazionale e l’adozione di freni a tamburo posteriormente non sembra rappresentare un limite significativo. Più rilevante l’adozione dell’Esp di serie solo sull’allestimento Exclusive, ma opzionale per le altre versioni.
Una piccola nota, che non toglie valore a C3, in questa ultima versione in grado di attrarre sempre più clienti grazie alle sue differenti qualita’.

PRO
Design e stile interni
Abitabilità
Posizione di guida

CONTRO
ESP opzionale

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 23 settembre 2014