Doppio podio per Honda Civic in Ungheria

By Attualità

Tiago Monteiro ha conquistato il podio per ben due volte, dopo aver ottenuto con la sua Castrol Honda Civic il terzo posto in gara 1, e successivamente la seconda posizione in gara 2 nel Campionato FIA WTCC in Ungheria.

La Honda Civic di Gabriele Tarquini ha invece guadagnato il 4o e 7o posto, mentre Mehdi Bennani ha ottenuto un buon 5o posto in gara 1, e la stella ungherese Norbert Michelisz ha premiato il suo esercito di fan con un brillante inizio di gara, per arrivare al 6o posto in gara 1 e 9o posto in gara 2.

Tiago era naturalmente felice per il suo podio. “Ho mantenuto un buon equilibrio in macchina e nei primi giri stavo cercando di passare Lopez e mentre lo stavo attaccando ha commesso degli errori e così ho sperato che mi desse una possibilità. Ma quando la gara ha raggiunto il suo equilibrio ed ho potuto valutare la mia velocità sul giro ho capito che non c’era bisogno di andare più veloce per essere sicuri di andare bene in gara 2”.

La gara 1 ha visto un inizio spettacolare per Norbert Michelisz del Team Zengo Motorsport con la sua Civicpassata dalla 12a alla 6a posizione dopo la terza curva,

“Come sempre mi sono concentrato sulla partenza dopo il problema di ieri che mi ha dato una bruttaposizione in griglia. Faccio sempre del mio meglio e oggi ho avuto un inizio davvero pulito”, ha dettoNorbert. “Poi ho dovuto gestire il gap davanti a Loeb e assicurarmi di non commettere errori” .

Per Bennani la 5a posizione è un buon risultato ma un problema al turbo nella fase finale lo ha privato della possibilità di correre in gara 2. “Non è stata una gara molto eccitante per me dopo la partenza, stavo guidando molto bene per essere certo che la vettura fosse OK per la gara 2, ma poi subito dopo l’arrivo sono stati riscontrati problemi tecnici e gli ingegneri hanno stabilito che non avremmo corso in gara 2, ma combatteremo di nuovo in Slovacchia la prossima settimana”.

La gara 2 ha visto un’altra partenza eccellente di Honda Civic, con Tiago che è volato fuori dalla linea alla prima curva diritto al secondo posto subito dietro il poleman Morbidelli. Per 14 giri la battaglia infuriava con il numero 18 Civic che cercava ogni opportunità di passare. Il divario non è mai stato più di mezzo o 1secondo e soprattutto a pochi metri di distanza. Gabriele e Norbert sono rimasti intrappolati in un ingorgo ad alta velocità ed hanno dovuto accontentarsi della 7a e 9a posizione, mentre Tiago ha continuato ad attaccare il leader. A tre curve dal traguardo la stella portoghese ha fatto una mossa ardita per cercare di prendere la traiettoria interna, ma il divario si è chiuso perdendo velocità fino ad essere quasi raggiunto dalla vettura al terzo posto. Tuttavia è riuscito a recuperare superando la linea del traguardo di soli tre decimi di secondo di distanza dopo 14 giri frenetici.

“Sono molto eccitato per i miei risultati di questo fine settimana e questo dimostra che il nostro duro lavoro sta dando i suoi frutti. Ho avuto velocità in gara 2 per resistere con Gianni, ma una cosa è essere veloce, un’altra tirare avanti. Noi continuiamo a migliorare ad ogni gara e quindi sono fiducioso per un altro buon risultato in Slovacchia “, ha detto Tiago dopo aver fatto la sua seconda apparizione della giornata sul podio.

“Questo è un weekend molto positivo per la squadra”, ha detto Daisuke Horiuchi, Capo Progetto per lo Sviluppo del motore WTCC di Honda Ricerca & Sviluppo. “Le prestazioni complessive delle vetture stanno migliorando e noi continuiamo a sviluppare e testare”.

Alessandro Mariani, Direttore Generale di J.A.S. Motorsport, era ugualmente soddisfatto dei risultati. “Sono felice che siamo riusciti a prendere due importanti podi ed eravamo vicini a vincere la gara 2.Vediamo come possiamo migliorare in Slovacchia, dove abbiamo avuto un ottimo risultato lo scorso anno.”

Anche Gabriele Tarquini è in attesa del prossimo evento, a solo una settimana di distanza. “Vedere Tiago lottare per la vittoria in gara 2 ci deve dare fiducia per la Slovacchia. La pista è un circuito molto più tecnico e dovrebbe adattarsi alla Honda molto bene”.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 6 maggio 2014