Honda Civic sul podio di Mosca

By Attualità

I piloti Civic hanno ottenuto il podio in entrambe le gare del Campionato FIA WTCC a Mosca, con Gabriele Tarquini che ha conquistato il secondo posto in Gara 1 e Mehdi Bennani che ha ottenuto il suo primo podio a bordo di una Honda chiudendo al terzo posto in Gara 2.

Le quattro Civic che corrono quest’anno nel Campionato WTCC sono state fortemente competitive in questo weekend grazie alla pole position di Gabriele Tarquini in Gara 1 ed a quella di Norbert Michelisz e Mehdi Bennani in Gara 2. Per Mehdi si è trattato del coronamento di un sogno inseguito sin dall’inizio della stagione sul circuito di casa a Marrakesh e dimostra le sue abilità di guida ricompensando anche il duro lavoro del Proteam Racing.

Dalla sua posizione di partenza in prima fila in Gara 1, Gabriele Tarquini ha accelerato verso la prima curva convinto a guidare il gruppo sin dal primo giro, ma Lopez è riuscito a mantenere la sua posizione con il pilota italiano che ha combattuto per 16 giri difendendo il secondo posto e salendo quindi sul podio. Il suo compagno di squadra del Team Castrol Honda Tiago Monteiro è riuscito a inserirsi in quarta posizione per i primi giri, ma al quarto giro una frenata prolungata lo ha costretto a scendere al 7° posto. Le Civic di Norbert Michelisz e Mehdi Bennani hanno terminato al 9° e 11° posto.

Tiago è rimasto deluso del suo risultato: “Avevo deciso di essere aggressivo fin dall’inizio, ma non c’era modo e così ho perso tempo. Poi mentre stavo lottando sotto il pressing di Muller ho staccato la frenata troppo tardi e ho ceduto posizioni. La partenza sarà super importante per la gara 2 per tenersi in contatto con le vetture davanti nei primi giri e vedere quali sono le opportunità da cogliere”.
Fresco del suo podio Gabriele ha spiegato la partenza. “Ho quasi perso il controllo della vettura alla partenza ma sono riuscito a mantenere la posizione. Ho spinto molto e forse troppo forte per i primi due giri, poi ho deciso di risparmiare le gomme anteriori e tenere la seconda posizione”.

La griglia di partenza invertita in gara 2 ha visto Michelisz e Bennani in seconda fila con Monteiro in 4^ e Tarquini in 5^. Michelisz è passato in seconda posizione al secondo giro con Bennani 4° e Monteiro e Tarquini in 5^ e 6^ posizione. Al leader della corsa è stata data una penalità per un’infrazione in griglia di partenza lasciando così Michelisz sotto la pressione del vincitore finale MA Qing Hua. La gara di Gabriele si è conclusa al 6° giro a causa dello sterzo ed anche Tiago si è fermato al giro 11° per problemi all’apparato elettrico. Michelisz ha perso posizioni quando è andato largo al 14° giro, Mehdi ha tenuto a distanza Coronel ottenendo un terzo posto meritato da parte del Proteam Honda Racing.

Alessandro Mariani, Amministratore Delegato di J.A.S. Motorsport era soddisfatto dei risultati al termine del weekend russo. “Stiamo facendo progressi, confermati dalle qualifiche e dai risultati di gara. Il nostro ritmo era buono e sono felice per il Proteam Racing e Mehdi che ha ottenuto questo podio. Sappiamo ciò che dobbiamo fare per prepararci al prossimo evento e colmare il gap con i competitors”.

Per Mehdi Bennani essere sul podio è stata un’occasione felice: “Sono molto fiero di questo risultato. La vettura era perfetta. Abbiamo avuto alcuni risultati non soddisfacenti finora in questa stagione, ma questo podio ci dà una spinta per le prossime gare. Le vetture del WTCC sono molto difficili quindi sono particolarmente orgoglioso, come pilota di un team privato, di essere sul podio insieme ai professionisti”.

Per Norbert Michelisz i risultati non hanno mostrato il suo duro lavoro. “Non sono deluso, non potevo fare meglio, ero al limite della vettura e non riuscivo a ridurre il gap e difendere la mia posizione”.

Daisuke Horiuchi, Capo Progetto dello sviluppo del motore WTCC di Honda Ricerca&Sviluppo è apparso soddisfatto dei risultati. “Le Civic hanno avuto prestazioni eccellenti in tutto il weekend; ora siamo più vicini ai nostri rivali e capitalizzeremo questi progressi per preparare al meglio la gara di Spa”.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 10 giugno 2014