Prova Citroen DS4 1.6 Diesel 115 CV

By Prove

A bordo della più piccola motorizzazione disponibile nella gamma DS4, troviamo un piacere di guida che riflette l’ottimo comportamento dinamico di questo modello dal design ancora attuale ed esclusivo.

LISTINO: da 21.200 euro
VERSIONE IN PROVA: 1.6 e-HDi 115 CV WiFi On Board – 26.500 euro
GARANZIA: 2 anni o 100.000 km

DESIGN
La linea di DS4 non passa certo inosservata, anche a distanza di qualche anno dalla sua presentazione. Il concetto di Suv o Crossover sportivo ed elegante è ben radicato nel profilo di una carrozzeria che si ispira al mondo delle coupé celando le due porte posteriori in maniera decisamente abile, con la contropartita che i finestrini posteriori non scendono a causa del limitato spazio nella portiera. Un sacrificio imposto dal design, che potrebbe allontanare qualche cliente, ma che di fatto mantiene ancora oggi distintivo il carattere di DS4. Un carattere supportato da una ampia scelta di personalizzazioni esterne ed interne, con esclusivi trattamenti per la vernice esterna, come la versione ‘Just Matt’ che propone un intrigante effetto opaco.
Sempre d’effetto la simulazione dei doppi scarichi posteriori, che unitamente allo spoiler superiore trasmettono un’aria di sportività a prescindere dalla potenza della motorizzazione in uso.

INTERNI
Difficile resistere al fascino dei sofisticati interni, ulteriormente esaltati dal ricco allestimento della vettura in prova. La selleria in pelle, con l’esclusivo disegno a cinturino di orologio che tanto affascinò al debutto di DS4, fa ancora il suo effetto. Tanto più che il colore viene riproposto su portiere, parte inferiore della plancia e pomello del cambio, amplificando l’approccio premium che contraddistingue tutta la gamma DS. Il volante di dimensioni generose include una serie di utili comandi, e consente la visualizzazione della bella strumentazione, personalizzabile attraverso 4 diversi colori di illuminazione, sia per la cornice che per la parte centrale degli strumenti. A ridosso della leva cambio, il minuscolo comando del freno di stazionamento elettronico ad azionamento automatico. Il cielino interno di color antracite, aggiunge un tocco di sportività all’abitacolo, così come le pedane in alluminio spazzolato, mentre il parabrezza panoramico con alette retrattili rende qualunque spostamento un viaggio di piacere, con la sensazione di essere quasi a cielo aperto.

WIFI A BORDO
Sono solo 200 gli esemplari riservati al mercato italiano, per questa edizione limitata realizzata sulla base dell’allestimento ‘So Chic’. Il sistema propone una connessione wireless, con una dotazione facile da usare: il modulo Wi-Fi integrato, permette la connessione su rete 3G dei propri dispositivi mobili quali notebook, tablet o smartphone. La rete supporta fino a quattro dispositivi connessi contemporaneamente, permettendo quindi a tutti i passeggeri di godere del servizio in maniera individuale. La velocità massima di navigazione raggiunge i 7,2 Mbps e lo standard dei terminali collegati in WiFi è 802.11 b/g.
La chiave USB fornita in dotazione, ha un piccolo alloggiamento per la scheda SIM (di dimensioni standard) inclusa nel pacchetto. Si tatta di una SIM Fastweb, comprensiva di 2GB/mese di traffico dati gratuito su rete 3G per 12 mesi e 10 euro di traffico prepagato. Ma ognuno potrà usare il proprio operatore preferito, a condizione che abbia la modalità hotspot prevista nel contratto.
In questo allestimento, è incluso anche il navigatore satellitare eMyWay, con schermo da 7″ ad alta risoluzione , cartografia Europa, Bluetooth con streaming audio, presa USB e jack audio.

BAGAGLIAIO
Ben rifinito, come si conviene ad una vettura di classe, il bagagliaio di DS4 propone 385 dm3 con i sedili posteriori in posizione. Gli stessi sono collassabili nel rapporto 1/3, e quando completamente reclinati rendono disponibile una capacità di carico pari a 1021 dm3. Logiche di design e carrozzeria rendono la soglia di carico più alta, rispetto al piano di appoggio, nel contempo consentono un migliore contenimento degli oggetti. Disponibile una torcia rimuovibile sempre in carica, ed una utile presa da 12v.

MOTORE
Con 1560 cc e 114 CV (84 kW), questa motorizzazione turbo Diesel Common Rail è la meno potente in gamma, ma anche la più risparmiosa sul fronte dei consumi. In termini prestazionali si difende comunque bene, grazie ai 270 Nm di coppia, disponibili a soli 1750 giri, ed una accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi. Ma i 24 km con un litro di gasolio nel misto, sono l’elemento che fa pendere l’ago della bilancia a favore di questa scelta. Su questa soglia di consumi incide la presenza del fulmineo sistema Start&Stop, particolarmente efficace nell’utilizzo cittadino.
L’abbinamento con il cambio manuale a 6 marce, dalla impostazione di tipo sportivo, si rivela azzeccato ed in linea con le prerogative di fornire un equilibrato mix prestazionale preservando il piacere di guida che contraddistingue tutta la gamma DS.

SU STRADA
La precedente prova di DS4 aveva avuto come oggetto la brillante motorizzazione benzina THP 1.6 da 200 CV, confrontare quindi il top di gamma con la motorizzazione meno brillante diventa quindi doppiamente interessante. Tanto più che alla guida di quest’ultima versione riscopriamo un analogo piacere di guida, seppure con meno cavalleria sotto il cofano. Certamente il 1.6 Diesel mostra una coppia interessante, ma è l’ingresso del turbo che cambia la sostanza, garantendo quella spinta che a tratti sembra essere ancora più consistente dei 114 CV dichiarati a libretto. L’ottimo comportamento dinamico di DS4 asseconda il passaggio dalla guida normale, al momento in cui si decide di sfruttare il turbo che inizia ad esprimersi dai 3000 giri.
Il cambio si mostra in linea con un carattere così eclettico, mentre lo sterzo è preciso ma anche piuttosto pesante. In manovra avremmo gradito una retrocamera, in supporto ai sensori di parcheggio, viste le ridotte dimensioni del lunotto posteriore, anch’esso sacrificato alle leggi del design.
Grande comfort nei lunghi trasferimenti, dove le vibrazioni del motore quasi scompaiono, e l’abitacolo si mostra decisamente silenzioso come si conviene ad una vettura premium a marchio DS.

PRO
Guida dinamica
Design
Qualità generale
Consumi

CONTRO
Sterzo pesante
Visibilità posteriore

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 9 ottobre 2017