Prova Peugeot 308 SW 1.2 130 CV

By Prove

Le wagon moderne devono essere sportive, e Peugeot 308 SW non è da meno, grazie anche delle qualità proposte dal tecnologico motore 3 cilindri turbo da 130 CV.

LISTINO: da 19.300 euro chiavi in mano
VERSIONE IN PROVA: 1.2 Pure Tech Turbo S&S 130 CV Allure – 23.600 euro
GARANZIA: 2 anni o 100.000 km

DESIGN
Solo la parte posteriore tradisce l’appartenenza al segmento wagon, rispetto a 308 berlina. Una scelta che condividiamo, visto il gradimento da parte del pubblico italiano, di quella che è anche ‘Car of the Year’ 2013. La linea filante è all’insegna di una esibita sportivita’, come va di moda ora, perché parlare di ‘famigliare’ oggi è superato. Chi ha bisogno di spazio a bordo, deve adattarsi al concetto di sportivita’, che in ogni caso viene espresso con adeguata eleganza su 308 SW. I vetri ‘privacy’ e le cornici cromate dei finestrini, presenti sull’allestimento Allure in prova, impreziosiscono la linea laterale, mentre posteriormente un piccolo spoiler enfatizza l’approccio aerodinamico di questa vettura decisamente incollata all’asfalto.

INTERNI
Degli interni minimalisti di 308 si è già scritto parecchio, e ogni volta che si sale a bordo la pulizia della plancia continua ad essere in evidenza. Il display centrale, che racchiude il sistema infomediale, i comandi della climatizzazione ed alcune regolazioni della vettura, risulta sempre d’impatto. Ci si abitua invece subito alla praticità di avere la strumentazione in alto, così da non dover staccare gli occhi dalla strada, mentre la funzionalità del volante compatto va oltre il solo impatto estetico. Le finiture curate e la qualità dei materiali trasmettono una immagine decisamente premium, enfatizzata dalla completa dotazione accessori dell’allestimento in prova.
Salendo a bordo, grazie alle sedute piuttosto basse, si ha subito la percezione di quel concetto di sportività cui abbiamo fatto riferimento al capitolo design: anche i passeggeri posteriori sono piuttosto in basso, seppure lo spazio a disposizione non manchi e sia in linea con la media del segmento.

BAGAGLIAIO
L’allungamento della carrozzeria rispetto alla berlina, si mostra subito capiente e ben congegnato. Con 610 dm3 (metodo VDA 210) a disposizione, non si può certo dire che in Peugeot non abbiano preso sul serio l’impegno nel rispettare le prerogative di spazio che ci si attende da una wagon. Tanto più che il coricamento degli schienali posteriori, divisi nel consueto rapporto 60/40, consente il raggiungimento di una eclatante capacità di carico, pari a 1.660 dm3. Il divano posteriore dispone di serie del sistema ‘Magic Flat’ che permette di ribaltare velocemente le due parti del sedile posteriore agendo sui due comandi accessibili ai lati del bagagliaio. Apprezzabile anche la dotazione dei ganci scorrevoli, così come dell’opzionale rete fermabagaglio per una ottimale gestione del proprio carico. Sotto al piano di carico, il classico ruotino con relativi attrezzi, mentre lateralmente sono state ricavavate due utili nicchie, oltre ad un pratico elastico per tenere in posizione oggetti delicati.

MOTORE
Il 3 cilindri da 1.199 cc propone una potenza massima di 130 CV (96 kW) ed una coppia di 230 Nm a soli 1.750 giri. Dotato dell’iniezione diretta ad alta pressione (200 bar), di un turbo di nuova generazione ad alto rendimento (che gira a 240 000 g/min), offre un piacere di guida significativo sin dai regimi più bassi. Infatti, il 95 % della coppia rimane disponibile tra 1.500 e 3.500 g/min, il che rende il suo utilizzo ottimale in tutte le circostanze. Le dimensioni compatte, il peso ridotto, gli innovativi materiali a basso attrito, si dimostrano importanti nella ricerca virtuosa delle prestazioni e della riduzione dei consumi, senza imporre compromessi in termini di affidabilità e robustezza.
Il riscontro prestazionale viene espresso dai 12,1 secondi che servono per passare da 0 a 100 km/h, mentre sul fronte dei consumi, i 20 chilometri di percorrenza con un litro di benzina dichiarati dal costruttore la dicono lunga sul risultato raggiunto.
Questo tecnologico motore, è abbinato ad un gradevole cambio manuale a 6 rapporti, che si mostra in linea con le prerogative di una guida briosa che il motore incita a tenere anche nella quotidianita’.

DRIVER SPORT PACK
Con 350 euro, è possibile aggiungere a questa motorizzazione anche un intrigante optional che rende ancora più appagante guidare 308 SW. Attivando il sistema, il quadro strumenti diventa rosso, e il sound del motore risulta enfatizzato grazie alla presenza di un amplificatore digitale che interviene sugli altoparlanti, mentre servosterzo, pedali di acceleratore e freno, sono più reattivi. Un gadget per adulti, che vorremmo facesse parte della dotazione standard di questa vettura, perlomeno con questa specifica motorizzazione.

SU STRADA
Non si raggiunge il titolo di ‘Car of the Year’ senza qualità eccellenti, che su 308 SW troviamo integralmente. Qualità che riguardano la vettura in generale, ma in particolar modo il piacere di guida, che si manifesta integralmente a dispetto della carrozzeria wagon. Proprio non ti accorgi di guidare una wagon, neppure nella guida più dinamica che il brillante motore incita a tenere. Ed il risultato è quella sportività che il design esterno richiama, sottolineato dalle dimensioni esterne compatte e dalla tecnologia di un motore che convince in qualunque situazione di guida, senza far rimpiangere il Diesel quando si tratta di fare rifornimento. 20 km con un litro, ed i vantaggi di comfort del benzina, sono sufficienti per convincere chi non macina parecchi chilometri ad interessarsi alle magie di un 3 cilindri turbo che si trova a suo agio praticamente ovunque, dal centro città all’autostrada, con il meglio nel misto, dove emergono le doti di maneggevolezza di 308 SW. Perché oggi sportività fa rima con wagon.

PRO
Motore
Piacere di guida
Spazio per i bagagli

CONTRO
Driver Sport Pack solo opzionale

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 23 settembre 2014