Novità Audi ‘a cielo aperto’ TT Roadster e TTS Roadster

By Novità

Audi presenta le nuove Audi TT Roadster e Audi TTS Roadster dal Salone dell’Automobile di Parigi. La due posti compatta definisce nuovi standard in termini di design, trazione e assetto. Il fiore all’occhiello della terza generazione di TT è l’Audi virtual cockpit. Per la prima volta, la strumentazione digitale fornisce tutte le informazioni nel campo visivo del conducente e le visualizza dalla prospettiva migliore. Grazie al suo nuovo sistema di comando e visualizzazione, la Audi TT è già stata insignita dei riconoscimenti Car Connectivity Award e Automotive Interiors Expo Awards come migliore innovazione dell’anno per l’abitacolo. In Italia, la vendita della nuova Audi TT Roadster inizierà a novembre 2014, mentre quella di Audi TTS Roadster più avanti.

“L’idea di realizzare una roadster compatta secondo chiare regole geometriche ha costituito il concetto originale di sviluppo del modello Audi TT nell’autunno 1994” spiega Ulrich Hackenberg, Membro del Consiglio del Board di AUDI AG per lo Sviluppo Tecnico. “Già nella sua prima generazione era un’auto sportiva a tutti gli effetti, ma con un design autentico. Con la nuova TT Roadster abbiamo voluto rinnovare con coerenza questo concetto, introducendo diverse innovazioni come l’Audi virtual cockpit, che innalzano ulteriormente l’esperienza tecnologica a bordo della vettura”.

Design di carattere coniugato a un look senza tempo: TT Roadster e TTS Roadster di terza generazione proseguono sulla scia di una tradizione consolidata. I designer Audi hanno reinterpretato le linee di design classiche, introducendo componenti innovativi.

CAPOTE LEGGERA E SILENZIOSA

Come tutti i modelli Audi cabriolet, anche le nuove TT Roadster e TTS Roadster sono dotate di capote in tessuto ad azionamento elettrico. Di serie la capote è fornita nei colori nero, grigio titanio e Jive, che si adattano alla perfezione alla linea del design. Realizzato con parti in magnesio, alluminio, acciaio e materiale plastico, questo soft top pesa appena 39 kg, tre chilogrammi in meno rispetto al modello precedente. Tutto ciò a vantaggio del peso complessivo e del baricentro della due posti cabriolet.

Quando viene aperta, la capote si appiattisce piegandosi a Z. La vasca di alluminio, in cui è alloggiata, non compromette la capacità di 280 litri del vano bagagli. L’apertura e chiusura elettrica della capote avvengono in 10 secondi tramite due motorini elettrici, anche durante la marcia fino alla velocità di 50 km/h. Grazie all’elevata tecnologia di tensionamento, quando è chiusa la capote resta tesa anche ad elevate velocità; assumendo un aspetto omogeneo avvolge e nasconde gli archi dei roll bar.

La capote insonorizzata è di serie per Audi TT Roadster e Audi TTS Roadster e colpisce per l’ottimo isolamento termico e la silenziosità, soprattutto nel campo di frequenze generate dal vento di marcia. Lo spesso strato in tessuto non tessuto sopra il padiglione interno di colore nero garantisce il massimo comfort. In funzione della frequenza, il livello di rumorosità nell’abitacolo può essere ridotto fino a 6 dB rispetto al precedente modello. La capote nasconde le antenne per la ricezione radio. A richiesta sono disponibili un frangivento a rete elettrico e i sedili sportivi S con riscaldamento della zona della testa.

media-TTR140016_medium

CARROZZERIA INTELLIGENTE

Con la carrozzeria delle TT Roadster e TTS Roadster, Audi presenta un’evoluzione dell’Audi Space Frame (ASF) sulla base del pianale modulare trasversale (MQB). Componenti in acciaio forgiato ad altissima resistenza rinforzano la parte anteriore della vettura e il pianale della cellula di sicurezza. La cellula, gli elementi della carrozzeria e quelli applicati sono realizzati in alluminio, con i classici nodi di fusione semilavorati, profilati estrusi e lamiera.

Con il nuovo propulsore 2.0 TFSI e il cambio manuale, la TT Roadster pesa a vuoto (senza conducente) soltanto 1.320 chilogrammi. Inoltre, grazie al concetto intelligente di struttura composita, gli ingegneri Audi hanno potuto migliorare ulteriormente la sicurezza della TT Roadster in caso di collisione.

Rispetto al modello coupé, la carrozzeria della roadster si presenta modificata in zone importanti. All’interno dei montanti anteriori, realizzati in alluminio, si nasconde un secondo montante in acciaio, che a sua volta integra un massiccio tubo di acciaio. Una nervatura interna in acciaio irrigidisce le longarine sottoporta in alluminio. Puntoni in acciaio a V rinforzano le zone sotto il vano motore e il vano bagagli e uniscono gli assali.

Una robusta parete, costituita da due scatolati, separa l’abitacolo di TT Roadster e TTS Roadster dal vano bagagli e sostituisce la traversa a pavimento della coupé. La parte superiore ospita i rollbar in acciaio, elegantemente arrotondati, che rappresentano un altro classico aspetto del design. Piastre di montaggio chiudono le aperture nella parete posteriore, che di serie è dotata di apertura per il carico passante.

MOTORI POTENTI ED EFFICIENTI

La nuova TT Roadster si presenta con due motori quattro cilindri sovralimentati, un TDI e un TFSI; la TTS Roadster è invece spinta da un potente TFSI. Con potenze comprese tra 184 CV e 310 CV, questi propulsori superano brillantemente i predecessori nelle prestazioni, ma restano nettamente inferiori per i valori di consumi.

Con il pianale modulare trasversale tutti i motori sono montati nella stessa posizione di montaggio, con considerevoli vantaggi per il “packaging”. Il sistema Start & Stop è di serie. L’Audi drive select (disponibile a richiesta; di serie per TTS Roadster) rende il sound del motore ancora più sonoro, quando in abbinamento al sistema di controllo della guida dinamica.

Con una potenza di 184 CV e una coppia di 380 Nm, anche il 2.0 TDI ultra ha un temperamento sportivo. Questo propulsore Diesel da due litri soddisfa già ora la norma Euro 6 come tutti i motori della nuova famiglia TT. In media, la vettura consuma 4,3 litri di carburante per 100 chilometri, a fronte di emissioni di CO2 pari a 114 g/km, raggiungendo un nuovo traguardo nel proprio segmento.

Il 2.0 TFSI nel modello TT Roadster eroga una potenza di 230 CV e una coppia di 370 Nm, mentre nel modello TTS Roadster sviluppa 310 CV di potenza e 380 Nm di coppia. Il modello top di gamma offre elevate prestazioni: passa da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi, mentre la velocità massima, limitata elettronicamente, raggiunge i 250 km/h. Le farfalle regolabili dell’impianto di scarico esaltano il sound sportivo.

Di serie, il motore 2.0 TFSI trasmette la propria potenza a un cambio manuale a sei marce e, a richiesta, al cambio S tronic a sei rapporti. Il cambio a doppia frizione consente innesti rapidi senza interruzione percettibile della spinta e, a richiesta, è fornibile con bilancieri al volante. Nella modalità efficiency del sistema Audi drive select il cambio S tronic passa automaticamente in folle quando il conducente toglie il piede dall’acceleratore.

TRAZIONE INTEGRALE PERMANENTE QUATTRO

La trazione integrale permanente quattro si presenta completamente rinnovata: per il motore 2.0 TFSI di TT Roadster è disponibile a richiesta, mentre è di serie per TTS Roadster. In normali condizioni di marcia, la sua frizione a lamelle a comando elettroidraulico ripartisce in modo ottimale le coppie di trazione tra assale anteriore e posteriore in funzione delle condizioni di guida, delle caratteristiche della strada e delle preferenze del conducente.

Grazie alla gestione elettronica della frizione, piacere di guida e sicurezza vengono innalzati a un nuovo livello. Selezionando la modalità di guida sportiva, la potenza viene trasmessa maggiormente all’assale posteriore, spingendo letteralmente la nuova TT Roadster e TTS Roadster nelle curve. Su una strada con coefficiente di attrito ridotto è possibile eseguire anche drifting controllati e in sicurezza.

Nella terza generazione di Audi TT la trazione integrale permanente è integrata per la prima volta nel sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select, che consente al conducente di variare le curve caratteristiche del motore e il funzionamento della servoassistenza selezionando le modalità comfort, auto, dynamic, efficiency e individual. Inoltre, Audi drive select interviene su una serie di innovazioni tecnologiche fornibili a richiesta, per esempio la regolazione degli ammortizzatori adattiva Audi magnetic ride (di serie per TTS Roadster) e il cambio S tronic a sei rapporti.

Nei pistoni degli ammortizzatori circola un olio idrocarburico sintetico contenente microscopiche particelle magnetiche. Anteriormente ogni ammortizzatore ne contiene 154 ml, mentre al posteriore la quantità sale a 185 ml. Quando viene applicata tensione a una bobina, si crea un campo magnetico, che modifica l’orientamento delle particelle: queste ultime infatti si orientano trasversalmente alla direzione del flusso dell’olio, rallentandone il passaggio attraverso i canali del pistone.

La centralina analizza costantemente le condizioni della strada e lo stile di guida. A seconda della modalità impostata nel sistema Audi drive select, la nuova Audi TT Roadster e TTS Roadster viaggiano in modo relativamente confortevole, equilibrato o aderendo con decisione alla strada. Nella modalità dynamic si esprime tutto il potenziale dinamico della vettura: il sostegno mirato alle singole ruote in caso di percorrenza della curva a velocità elevate fa aderire la roadster Audi alla strada, eliminando ogni possibile sbandamento e rendendo la risposta dello sterzo ancora più immediata. In fase di frenata Audi magnetic ride riduce il fenomeno di beccheggio.

ASSETTO STABILE E SPORTIVO

Le sospensioni delle ruote anteriori della nuova Audi TT Roadster e di Audi TTS Roadster adottano lo schema McPherson, con componenti in alluminio che riducono il peso delle masse non sospese. La cremagliera dello sterzo progressivo (di serie) è studiata in modo tale che la trasmissione sia più diretta durante la sterzata. Grazie ai quattro bracci in acciaio per ciascuna ruota, l’assale posteriore è in grado di assorbire separatamente le forze longitudinali e trasversali.

L’assetto sofisticato e la taratura rigida delle sospensioni, in combinazione con il servosterzo progressivo, garantiscono un handling della vettura estremamente preciso e dinamico. Con pacchetto sportivo S line, sulla TTS Roadster e nel sistema Audi magnetic ride l’assetto della carrozzeria risulta ribassato di dieci millimetri. La TT Roadster 2.0 TFSI e la TT Roadster 2.0 TDI montano cerchi in lega leggera da 17 pollici che pesano appena 8,7 kg ognuno, con pneumatici 225/50. Audi TTS Roadster monta cerchi da 18 pollici con dimensioni pneumatico 245/40; a richiesta sono disponibili cerchi fino a 20 pollici. Gli pneumatici di nuova concezione si distinguono per le performance migliorate, in particolare grazie alla significativa riduzione della resistenza al rotolamento.

Le grandi ruote nascondono pinze freno che consentono un dosaggio preciso della forza frenante e un miglioramento della sensibilità del pedale del freno. I dischi anteriori sono autoventilanti e a seconda della motorizzazione presentano un diametro che varia tra 312 e 338 mm. Per frenare l’assale anteriore, sulla TTS sono montati freni a pinza fissa in alluminio di nuova concezione, particolarmente leggeri. Un’altra innovazione, il freno di stazionamento elettromeccanico, viene attivato per gli assali posteriori in tutte le motorizzazioni.

Il controllo elettronico della stabilità (ESC), parzialmente o interamente disattivabile, completa alla perfezione l’handling sportivo della vettura. In curva viene attivata una gestione selettiva della coppia sulle singole ruote, che in caso di necessità distribuisce la coppia di trazione dalla ruota anteriore interna alla curva alla ruota esterna alla curva (per vetture con trazione anteriore). Con la trazione quattro questa ripartizione della forza si applica anche all’assale posteriore. Grazie alla differenza di rotazione fra le forze motrici, la vettura percorre la curva con estrema facilità, a tutto vantaggio del conducente. Ciò consente di affrontare le curve con precisione e in assetto neutrale, rendendo TT Roadster più dinamica e stabile. Nella modalità sportiva viene agevolata soprattutto la guida sportiva: le sterzate e il controllo in drifting ne risultano facilitati.

media-TTR140024_medium

NUOVA LINEA PER GLI INTERNI

L’abitacolo a due posti avvolge come un abito su misura il conducente delle nuove TT Roadster e della nuova TTS Roadster. Con la capote chiusa, in particolare, l’ambiente diventa intimo e accogliente, ma mai soffocante. Il bordo laterale si trova in alto, poiché i sedili sportivi di nuova progettazione con appoggiatesta integrati sono montati più in basso rispetto al modello precedente e pesano 5 kg in meno. A richiesta sono disponibili i sedili sportivi S (di serie per TTS Roadster) con regolazione pneumatica dei fianchetti dello schienale, che garantiscono una tenuta ottimale.

Con le sue linee leggere e quasi fluttuanti, l’abitacolo riprende il design degli esterni. Vero protagonista dell’abitacolo è il conducente, attorno al quale sono disposti tutti gli elementi di comando – una dichiarazione di guida sportiva e dinamica. Forme fluide ben abbinate tra loro caratterizzano la consolle del tunnel centrale e i rivestimenti alle portiere.

Vista dall’alto, la plancia dalla struttura sottile richiama la superficie alare di un jet; le bocchette di aerazione rotonde, un elemento di design tipico della TT, ricordano le turbine. Esse celano i comandi del climatizzatore o del climatizzatore automatico comfort (disponibile a richiesta). Le bocchette di aerazione, progettate con grande precisione, sono solo un esempio dell’importanza che Audi attribuisce alla funzionalità, al design e alla qualità delle finiture di tutti i componenti dell’abitacolo.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 7 ottobre 2014