Guida all’inverno: la batteria

By Attualità

neveTra i componenti da tenere in osservazione durante il periodo invernale, la batteria occupa una posizione di rilievo. Potrebbe essere troppo tardi quando scopriamo che l’auto non parte, meglio quindi ripassare qualche utile consiglio, prima di affrontare una situazione di emergenza di cui faremmo volentieri a meno. I consigli arrivano dal dottor  Eberhard Meissner, esperto di batterie della Johnson Controls, azienda leader globale nella produzione di batterie al piombo-acido per il settore automobilistico e di batterie avanzate per veicoli Start-Stop, ibridi ed elettrici. 

Come evitare problemi di avviamento della mia auto nel periodo invernale?

La batteria dovrebbe essere controllata regolarmente. Si può richiedere un controllo della batteria nelle officine che molto spesso offrono questo servizio gratuitamente.

È importante pulire il coperchio e i terminali della batteria con un panno antistatico. Questo previene una scarica elettrica non voluta provocata dai residui in contatto con i terminali. Occorre anche assicurarsi che sia presente un buon collegamento elettrico, ispezionando i morsetti dei terminali e stringendoli se necessario.

Per una migliore ricarica della batteria guidare con la propria auto per lunghe distanze. Su tratti di breve distanza la batteria non si può ricaricare completamente e il rischio che si scarichi aumenta. Ciò è dovuto agli strumenti che richiedono un grande quantitativo di energia come riscaldamento dell’abitacolo, riscaldamento dei sedili e ventole, soprattutto in attesa ai semafori o in coda nel traffico.

Se la batteria è scarica come posso accendere correttamente il mio veicolo con i cavi?

L’accensione deve essere spenta in tutti e due i veicoli, quello con la batteria funzionante e quello da avviare.

  1. Collegare il cavo rosso al terminale positivo della batteria scarica.
  2. Collegare l’altra estremità del cavo rosso al terminale positivo della batteria funzionante.
  3. Il cavo nero deve essere prima collegato con il terminale negativo della batteria funzionante
  4. L’altra estremità deve essere collegata ad un’area non verniciata nel vano motore del veicolo da avviare.
  • Avviare il motore del veicolo con la batteria funzionante.
  • Assicurarsi che i cavi non passino in nessun punto vicino alla ventola o alla cinghia della ventola.
  • Non avviare il motore del veicolo con la batteria scarica fino a quando il motore dell’altro veicolo non sta girando.
  • Una volta che il veicolo è avviato scollegare i cavi in ordine inverso rispetto al collegamento.

Avvio con cavi: tre cose da ricordare

Le batterie dei due veicoli devono avere lo stesso livello di tensione. Assicurarsene controllando l’etichetta. NON cercare di avviare con i cavi un veicolo con un sistema elettrico standard da 12 V da un autocarro con un sistema elettrico da 24 V o viceversa. E’ altresì importante notare che occorre seguire le istruzioni del produttore del veicolo che si possono trovare nel manuale dell’operatore.

  • I cavi d’avviamento devono essere collegati nell’ordine corretto.
  • Il motore del veicolo funzionante deve girare prima che l’accensione sia attivata nel veicolo da avviare. Ciò evita di scaricare la batteria funzionante.
  • Utilizzare cavi di collegamento in vendita presso gli automarket o presso i negozi di ricambi auto

Se la mia batteria è scarica e ne occorre una nuova, posso sostituirla da solo?

Pochi anni fa era piuttosto semplice sostituire una batteria da soli. Ora, complessi sistemi elettrici del veicolo supportano il fabbisogno crescente di comfort, intrattenimento e tecnologie ecologiche come Start-Stop. Strumenti speciali e competenza sono spesso richiesti per essere in grado di sostituire correttamente una batteria. Per esempio in molti veicoli occorre registrare la nuova batteria in un sistema dopo la sostituzione, e si può trattare di un processo complicato. Se il circuito elettrico fra la batteria e il sistema di computer del veicolo è rotto, si possono perdere i dati nelle unità di controllo del veicolo e nelle strutture infomediali. È possibile che le componenti elettroniche come radio e finestrini debbano essere riprogrammate.

Un’altra sfida nella sostituzione fai-da-te della batteria è quella di trovare la sua posizione nell’auto. Questa potrebbe essere sotto il cofano o nascosta nel bagagliaio.

Per facilitare la sostituzione della batteria il consiglio è di portarla in un’officina o in una stazione di servizio certificata. Professionisti dell’auto e della batteria sapranno anche quale batteria è più adatta alla vostra auto.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 27 novembre 2014