Speciale Citycar 2014

By Vetrina

1

E’ un universo in continua evoluzione quello delle citycar, la cui definizione ha sicuramente più attinenza con le dimensioni esterne, piuttosto che con il ricco allestimento proposto dai modelli di ultima generazione. La filosofia del ‘downsizing’ ha trainato il concetto che piccolo non necessariamente deve essere sinonimo di sobrietà. Parallelamente a questo approccio, la rivoluzione dei motori, che ha drasticamente ridotto le proposte Diesel a favore dei 3 cilindri benzina, dove non è richiesta l’installazione dell’oneroso filtro anti particolato.

Più prestazioni, meno consumi ed emissioni, oltre ad un listino più competitivo. Il tutto in meno di 4 metri di lunghezza complessiva, e con la complicità di uno spazio interno tipicamente omologato per 4 persone. Sempre più modelli propongono di serie le 5 porte, che hanno l’innegabile vantaggio di ridurre l’estensione delle portiere anteriori, a tutto vantaggio dell’accessibilità negli stretti parcheggi italiani.

Fiat Panda

La nostra carrellata non può che iniziare dalla ‘regina’ delle compatte cittadine, quella Panda che è diventata quasi un marchio a sè, tanto è forte la personalità di questa vettura che negli anni ha raccolto ampi consensi. Dalla sua ha una forte tenuta del valore dell’usato, testimoniato anche dal primato nel numero di furti in Italia, una personalità eclettica che ne consente la declinazione perfino in un ricco allestimento 4×4, ed ampia gamma di motori con alimentazioni alternative come metano e Gpl. Niente 3 cilindri per il benzina, rimpiazzato dal bicilindrico TwinAir sviluppato in esclusiva da Fiat Powertrain.

Fiat 500

A fianco di Panda, una vettura ancora più iconica dal glorioso passato: quella 500 che fa parte del costume italiano e che è diventata una famiglia prodotto con numerose varianti tra cui spicca la versione Cabrio: un allestimento che ha fatto scuola anche su modelli della concorrenza. A listino, anche una motorizzazione Gpl abbinata al 1.2 benzina da 69 CV. Per chi cerca una versione ‘pepata’ è disponibile anche una Abarth dalle prestazioni interessanti, visti i 190 CV a disposizione. Il look esterno mantiene fede all’originale, quindi solo 3 porte a disposizione.

Opel Adam

Il design italiano non poteva che influenzare ed ispirare anche costruttori come Opel, che propone quella Adam che si è vista più in pubblicità che non su strada, perlomeno nel nostro Belpaese. Motorizzazioni solo benzina, con una variante Gpl da 87 CV. Anche per Adam, in arrivo una versione ‘S’ nel 2015, con 150 CV sotto al cofano, e (come per 500…) design solo 3 porte.

Lancia Ypsilon

Tornando in casa FCA, Lancia Ypsilon merita una presenza giustificata dai contenuti stilistici, dalla ricchezza degli allestimenti, e l’adozione dell’esclusivo motore bicilindrico TwinAir. Piace sempre parecchio al pubblico femminile, come evidenziato dalle numerose edizioni che si sono susseguite negli anni, specificatamente indirizzate a questo universo. Da segnalare la ricchezza in tema di motorizzazioni, con Metano e Gpl che affiancano i classici benzina e Diesel, carrozzeria sempre 5 porte con il design che nasconde quasi completamente quelle posteriori.

Renault Twingo

Tanto per rimanere in Europa, ecco invece una delle ultime arrivate sul mercato, quella Renault Twingo che rappresenta una voce fuori dal coro, grazie alla presenza di motore e trazione posteriore. Una soluzione atipica, che mostra il desiderio di rappresentare una alternativa tecnologica di tutto rispetto, supportata dalla disponibilità di una brillante versione turbo da 90 cavalli.

new_generation_smart_(69)

E non può mancare la ‘gemella’ Smart Forfour, che esordisce con il motore da 999 cc e due potenze: 60 e 71 CV. In arrivo anche un tecnologico cambio automatico a sei marce e doppia frizione, per rendere più pratica e gradevole la guida in città. Forfour viene proposta in 5 allestimenti, specificatamente realizzati per lui o lei.

Citroen C1

Look europeo anche per Citroen C1, che condivide la piattaforma produttiva con Peugeot 108 e Toyota Aygo, mostrando come design e funzionalità possano condividere a bordo di una citycar. Tra le tante personalizzazioni, anche la versione ‘a cielo aperto’, ideale per la bella stagione.

Peugeot 108

Anche Peugeot 108 mostra lo stile di casa, con un frontale deciso che ammicca maggiormente al pubblico maschile. Anche in questo caso, personalizzazioni e cambio robotizzato sono un bel punto di forza, oltre alla possibilità delle 3 o 5 porte e allestimento TOP! a cielo aperto.

Toyota Aygo

Più deciso lo stile di Aygo, che punta evidentemente ad un pubblico più giovanile rispetto alle due ‘cugine’. Una sola motorizzazione, con 69 CV che muovono la dinamica vettura nel traffico cittadino. Sceglietela di un colore brillante, per mantenere fede alle prerogative di design che non la fanno certo passare inosservata su strada.

Nissan Micra

Rimaniamo in Giappone, con quella Nissan Micra che ai tempi del lancio originale puntava sulla manovrabilità in città. Nel suo più recente vestito, mantiene l’abitabilità per 5 passeggeri, e si propone con una unica motorizzazione benzina, affiancata da una versione bifuel Gpl.

Mitsubishi Space Star

Ancora Giappone, con Mitsubishi Space Star che rappresenta un progetto piuttosto recente, e che figura tra i modelli con alimentazione bifuel Gpl, in affiancamento al benzina. La completa dotazione di accessori rendono questa vettura una proposta da considerare nell’ampio panorama della nostra rassegna.

Hyundai i10Nella nostra prova su strada, Hyundai i10 ha guadagnato una posizione di riguardo, dimostrando la maturità di una vettura dal segmento superiore, con un motore che non si è mai mostrato in difficoltà. Anche per i10 esiste una motorizzazione bifuel Gpl, ed a supporto del prodotto ricordiamo l’esclusiva garanzia 5 anni  e chilometraggio illimitato del costruttore.

Kia Picanto

A proposito di garanzie, Kia Picanto,  offre una garanzia di 7 anni oppure 150.000 km. Questo modello ha qualche anno sulle spalle, ma il design esterno non sembra dimostrarlo risultando tuttora attuale. Anche per Picanto, motore benzina oppure bifuel Gpl.

Ford Ka

Un altro modello destinato ad un probabile restyling è Ford Ka, che propone un solo motore benzina 1.2 e tre facili allestimenti tra cui scegliere, visto che viene proposta unicamente a 3 porte. Ma non potrebbe essere diversamente, visto che viene sviluppata sulla stessa piattaforma di Fiat 500.

Volkswagen up!
Altra triade sulla base della stessa piattaforma, grazie alla gamma Volkswagen che con up! propone una vettura funzionale, in linea con le prerogative di una clientela più attenta a questo aspetto piuttosto che al design. Motore solo benzina, oppure benzina e metano.

Skoda Citigo

Ecco il vestito di Skoda Citigo, applicato alla base della piccola tedesca, che oltre al benzina propone con una motorizzazione metano, analogamente al modello Volkswagen.

Seat Mii

Ulteriore cambio d’abito, in questo caso con Seat Mii che durante la nostra prova si è dimostrata piacevolmente briosa mostrando di avere un carattere al di sopra delle aspettative. Il 1.0 a 3 cilindri del gruppo VW è decisamente in linea con le aspettative di chi sfrutta questa vettura anche al di fuori degli spazi di un centro urbano.

Smart Fortwo

In fondo alla nostra lista, certamente non per importanza, la piccola Smart Fortwo appena rifatta e sempre con la caratteristica dei due soli posti. Una scelta che penalizza lo spazio a bordo, ma senza dubbio favorisce la collocazione di questa micro vettura nei pochi centimetri che bastano per il parcheggio cittadino. In ogni caso, un modello sicuramente in linea con il nostro slogan ‘piccolo e premium’.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 22 gennaio 2015