Prova Renault Megane SporTour 1.5 dCi 110 CV

By Prove

apertura

La ricca dotazione dell’allestimento Limited, aggiunge ulteriore valore a Mégane SporTour, a suo completo agio nell’abbinamento con un motore decisamente parsimonioso. Grande comfort alla guida, per chi macina quotidianamente tanta strada.

Non manca certo la grinta a Mégane Sportour, che propone una silhouette slanciata e dinamica dalle linee morbide, ancora più incisive frontalmente grazie alla presenza delle luci diurne a Led.  Posteriormente, la base in plastica nera smorza l’impatto visivo del lungo portellone, e contestualmente proteggere la carrozzeria dai contatti nelle manovre di parcheggio.

Le barre sul tettuccio, innalzano invece la prospettiva che altrimenti risulterebbe ulteriormente piatta, aggiungendo un tocco di sportività accentuato dal particolare disegno del gruppo ottico posteriore.

lato

L’allestimento Limited del modello in prova, conferma le linee dinamiche dell’identità di marca, esaltandole ulteriormente grazie alla disponibilità di serie dei cerchi in lega da 16″, dei vetri posteriori oscurati e dei retrovisori nero brillante. Gli esterni sono ulteriormente impreziositi dalla disponibilità del logo esterno cromato ‘Limited’.

plancia

A bordo troviamo immediatamente conferma dello spazio che il design esterno promette, sia per chi siede davanti che per i passeggeri posteriori. La plancia e ha un aspetto sobrio con una gradevole qualità delle plastiche, e due aspetti che richiamano la tradizione Renault: da una parte la strumentazione inclinata, retaggio della storia di questo modello, dall’altra l’autoradio (piuttosto vintage) posizionata in basso.

comandi-navigatore
A fianco del freno di stazionamento, sono invece presenti alcuni comandi dedicati al sistema di navigazione, sopperendo alla mancanza della sensibilità al tocco del display centrale posizionato in maniera ottimale per la visibilità.

display

Il design interno è valorizzato dalla presenza di elementi stilistici di pregio, come il battitacco grigio argento con incisione ‘Limited’, e la disponibilità di confortevoli sellerie con impunture e logo a forma di cubo specifico. La completa dotazione di accessori accentua il piacere di guida, grazie al clima automatico bi-zona ed al parking radar posteriore.

bagagliaio

Il capitolo bagagli vede la certezza di un ampio spazio, pari a 524 dm3 che possono essere ulteriormente ampliati attraverso l’alzata della seduta posteriore e l’abbassamento degli schienali divisi nel rapporto 2/3. In questo modo si ottiene uno spazio omogeneo da record, con 1.600 dm3 complessivi, mentre nel bagagliaio sono presenti pratici ganci per il fissaggio di una rete, piuttosto che per borse sospese.

Sotto al piano di carico, è presente l’alloggiamento per ruota di scorta, anticipata da due nicchie nascoste. In evidenza la presenza di numerosi spazi a bordo, con altre due nicchie nascoste sotto ai piedi dei passeggeri anteriori, un casetto frontale dalla profondità esagerata, il bauletto centrale e gli ampi spazi ricavati nelle 4 portiere.

fronte

Il motore Renault 1.5 dCi è una certezza nel mercato automobilistico, anche in questa versione da 110 CV (81 kW) che dispone di una interessante coppia di 260 Nm a 1.750 giri. Accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi e consumi decisamente interessanti, grazie ad una percorrenza riscontrata in 24 km per litro di gasolio, e la comodità del rifornimento senza tappo nelle soste dal benzinaio.

tappo
E’ abbinato ad un piacevole cambio manuale a 6 rapporti, con il sistema Start&Stop che durante la nostra prova ha mostrato qualche sporadico tentennamento nelle ripartenze.
Motore e vettura rientrano nella speciale denominazione Eco2, ovvero la filosofia Renault di riduzione dell’impatto ambientale in tutte le tappe del ciclo di vita del veicolo (produzione, utilizzo e rottamazione).

Abbiamo percorso parecchi chilometri con Mégane Sportour, e malgrado qualche esigenza di miglioramento dal punto di vista ergonomico, come lo spazio compresso riservato al ginocchio destro ed i già citati comandi dell’autoradio, dobbiamo riconoscere a questo modello un grande comfort di marcia.

strumenti

Sia sul fronte acustico che su quello delle vibrazioni, Renault ha fatto un consistente lavoro per garantire lunghi tragitti senza sentire il carico della stanchezza dopo ore alla guida. Un aspetto fondamentale per questa tipologia di vetture, tantopiù che sotto al cofano batte un motore decisamente parsimonioso ma anche in grado di fornire la giusta spinta, con la sua bella coppia ed i 110 CV a disposizione.

Nella guida più dinamica, viene avvertita la proiezione sull’avantreno, per altro comune a questa categoria di vettura. Ma stiamo parlando di situazioni al di fuori dell’utilizzo quotidiano, dove viene invece apprezzata la corretta taratura dello sterzo, e la manovrabilità di un cambio in grado di reggere l’apprezzabile elasticità del motore.

retro
Certo la concorrenza non mancano in questo particolare segmento di mercato, ma se le priorità sono comfort e risparmio dal benzinaio, allora Mégane Sportour 1.5 dCi merita un posto in prima fila tra le candidate all’acquisto.

LISTINO: da 20.100 euro
VERSIONE IN PROVA: 1.5 dCi 110 CV S&S Limited – 23.800 euro con Pack Navi Europa
GARANZIA: 2 anni
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard.

LEGGI ANCHE: Prova Nuova Mégane Sporter

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 21 luglio 2017