Malpensa più verde grazie alle proposte elettriche di PSA

By Attualità

DSC02627

Quando si tratta di emissioni nell’ambiente, gli aeroporti non sono certo esemplari vista la complessità di una logistica interna ed esterna, in cui alla fine gli aerei giocano paradossalmente un ruolo marginale. La società aeroportuale milanese SEA, con i suoi due terminal, cerca di limitare i danni adottando anche una flotta di vetture elettriche PSA.

Si tratta di 11 Peugeot iOn e 10 Citroen C-Zero rigorosamente elettriche, gestite con un contratto di noleggio della società Arval. Una operazione che è stata emblematicamente raccontata nel corso di una conferenza stampa all’interno dell’aeroporto milanese, nella giornata di ieri 20 ottobre.

E. Franzetti PSA, L. Carbone SEA, A. Repetto Arval

E. Franzetti PSA, L. Carbone SEA, A. Repetto Arval

Tre i partner in gioco: SEA, PSA ed Arval. Durante la conferenza stampa hanno congiuntamente evidenziato come il progetto rappresenti un impegno per il futuro, visto che le 21 vetture elettriche PSA sono solo una parte dei 372 mezzi operativi a trazione elettrica, presenti negli aeroporti di Malpensa e Linate.

Sono sei le colonnine di ricarica, distribuiti all’interno delle strutture aeroportuali, ma l’avanguardia elettrica è destinata ad implementarsi con il futuro impiego degli autobus elettrici riservati al trasporto interpista dei passeggeri.

Veicoli che contribuiscono a ridurre l’impatto delle emissioni legate ai mezzi operativi, la cui incidenza è stata dichiarata nell’ordine del 3%, mentre il 23% spetta al traffico aereo, ed il rimanente 74% risulta a carico di tutti i veicoli che gravitano intorno alla struttura dello stesso aeroporto.

DSC02631

In supporto alla riduzione delle emissioni, si aggiungerà in futuro anche il prolungamento della linea ferroviaria dedicata a Malpensa, destinata a collegare anche il Terminal 2. In questo modo sempre meno persone saranno costrette a ricorrere alla propria vettura per dirigersi in aeroporto, in attesa dell’ancora più interessante collegamento ferroviario con l’alta velocità da Torino.

Malpensa adotta comunque una serie di misure collaterali, per ridurre l’impatto ambientale di consumi energetici decisamente importanti. Le luci sono tutte a tecnologia Led, mentre la climatizzazione dei terminal viene gestita in modo da ridurre inutili sprechi, e le zone non frequentate sono soggette a spegnimento delle luci nelle ore notturne.

Misure che sono state giudicate efficaci dalla associazione internazionale degli aeroporti europei, con l’attribuzione del livello di ‘neutralità’ che dimostra il top di efficienza nella riduzioni di emissioni di CO2 a livello europeo.

DSC02638

Peugeot iOn

Dal canto suo, il gruppo PSA vanta una tradizione importante, con il primo veicolo elettrico Peugeot che risale al 1943, ed una gamma elettrica composta da Peugeot iOn, Citroen C Zero ed i veicoli commerciali Partner e Berlingo, ora proposti anche con questa tipologia di trazione.

A queste soluzioni a zero emissioni, si aggiunge il ridotto impatto ambientale dei modelli ibridi Diesel Peugeot 508 RXH, 3008 e Citroen DS, e nuovi bassi livelli di CO2 grazie ai Diesel di nuova generazione BlueHDi. Un dato sottolineato dalla certificazione raggiunta dal gruppo PSA con 106 g/km, già attualmente inferiore al livello di 120 g/km previsto come traguardo per il 2020.

DSC02642

La gestione della flotta di elettriche PSA, per quanto riguarda SEA Milano, è affidata alla esperienza di Arval che nel suo intervento sottolinea come la recente crisi abbia raffreddato l’interesse iniziale verso i veicoli elettrici.

Dal canto suo Arval conosce bene il mercato, grazie al proprio centro studi internazionale, che annualmente anticipa l’evoluzione della mobilità con il Barometro Arval, in cui rientra il monitoraggio della quota dei veicoli verdi nell’ambito delle flotte aziendali.

Oggi il punto di pareggio, inserendo un veicolo elettrico in flotta, rimane di circa 3 anni. Oltre questa soglia i vantaggi economici diventano tangibili, ma il vantaggio per l’ambiente è immediato, dal primo giorno di utilizzo del veicolo.

Visto l’impegno di SEA, le aspettative ora riguardano lo sviluppo delle infrastrutture di collegamento ed un maggiore interesse da parte del pubblico verso i veicoli a basse emissioni. Come quelli proposti da PSA, per un impatto sempre più verde, come i boschi che circondano l’aeroporto di Malpensa.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 22 ottobre 2015