Prova Fiat 500 1.2

By Prove

DSC05042

Fiat 500 non è stato solo un successo commerciale, ma ha rappresentato anche una svolta per la Marca, che ha scoperto come lo stile si possa anteporre ai contenuti. La presenza delle due sole porte, e la scarsa coppia del motore benzina iniziano però a sentire il peso di una concorrenza agguerrita, dai contenuti solidi ed aggiornati.

Non fosse la replica moderna di una vera icona dell’automobilismo mondiale, Fiat 500 sarebbe comunque un’auto dotata di appeal e carisma. Il merito è di una linea subito simpatica, ma anche capace di trasmettere concretezza.

1

L’operazione fatta nel 2007, lanciando la versione moderna della mitica Fiat 500 degli anni 50 e 60, è quindi riuscita alla perfezione per l’azienda torinese, che da Fiat 500 è ripartita per un rilancio che ha dell’incredibile.

Le dimensioni non sono più lillipuziane come in passato, mentre non mancano i particolari di pregio come i bei fari tondi anteriori, il taglio compatto e ‘rassicurante’ della fiancata o la soluzione trovata per i fari posteriori e l’inedito portellone.

Certamente, le due portiere indicano in maniera chiara come il possessore di questa vettura debba essere single con limitate esigenze di spazio per i passeggeri posteriori.

DSC05032

Non manca anche un che di sportiveggiante, che è proprio di Fiat 500 soprattutto nelle versioni più complete di accessori. Questa Pop, invece, punta su finiture più sobrie e su una semplicità di fondo che la rende parecchio giovanile. Per questo non stonano le piccole ruote da 15″, mentre le donano più che mai le tinte pastello presenti in gamma.

DSC05079
L’abitacolo di Fiat 500 continua a rappresentazione una riedizione dello stile originale, seppure aggiornato dal punto di vista infomediale.

La postura al volante è corretta e permette anche alle persone più alte della media di stare comodi. Il volante è piacevolmente verticale e di diametro contenuto, oltre che bello esteticamente. La strumentazione è tutta raccolta in due quadranti concentrici, con al centro un grosso display digitale ricco di informazioni.

DSC05082

La leggibilità di tachimetro e contagiri non è però ottimale. Sempre comoda la leva del cambio rialzata, mutuata da Panda e dalla foggia appropriata. La versione Pop ha la plancia di colore scuro, con la fascia centrale in colore vettura.

DSC05088

Il tessuto dei sedili appare gradevole, particolarmente in linea con la destinazione giovanile dell’auto. In generale le finiture appaiono adeguate alla media del segmento, come risulta anche passando sul pavé in città, situazione in cui gli interni non rimandano fastidiosi scricchiolii.

DSC05064
Anche il bagagliaio da 185 dm3 non delude, sebbene l’apertura offerta dal portellone non sia fra le più pratiche per caricare oggetti ingombranti o pesanti. La forma del vano non è particolarmente regolare, ma è larga e sufficientemente profonda. E’ un peccato, che quando si ripiegano gli schienali dei sedili posteriori (sdoppiati secondo lo schema 50-50) il piano d’appoggio che si ricava mantenga uno scomodo scalino.

DSC05044

Fiat 500 Pop monta un quattro cilindri 1.2, accreditato di 69 cavalli (51 kW) a 5.500 giri e 102 Nm a 3.000 giri. Questa unità deriva da quella montata da tempo su Panda, e grazie anche al peso contenuto di Fiat 500 – solo 865 kg a vuoto – le prestazioni sono piacevolmente brillanti, anche se le qualità più evidenti di questo motore sono sicuramente silenziosità in marcia e regolarità d’erogazione. Il cambio è un classico manuale a 5 marce, ma come optional esiste anche quello automatico elettroattuato.

DSC05056
Le doti di Fiat 500 vengono confermate e sottolineate da un comportamento su strada sicuro e divertente. Grazie alle dimensioni contenute e alle qualità dello sterzo, Fiat 500 sfoggia infatti un carattere brioso fra le curve, dove l’assetto dà l’idea di poter sopportare ben più dei circa 70 cavalli a disposizione.

Gradito anche il comfort offerto da questa piccola modaiola: la silenziosità di marcia è notevole, così come la capacità di assorbire le sconnessioni da parte delle sospensioni. Tra i difetti rimane da segnalare l’invadenza nella visuale laterale/anteriore dei montanti del parabrezza, che a volte impone di allungare il collo nelle curve cieche a sinistra, e la soglia dei consumi superiori ai 20 km/litro oggi raggiunti dalla concorrenza.

LISTINO: da 13.600 euro chiavi in mano
VERSIONE IN PROVA: 1.2 Pop S&S– 13.910 euro
GARANZIA: 2 anni
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 26 maggio 2016