Prova Ford S-Max 2.0 Diesel 210 CV

By Prove

Ford_S-Max_17

Il nome ne evoca immediatamente le prerogative: S come sportività e Max come spazio. Ford ha voluto realizzare un modello a sé nel variegato panorama automobilistico, ed S-Max è espressamente dedicato a chi cerca l’unione tra questi due elementi. In particolare il motore TDCi da 210 CV esalta il lato più sportivo, in abbinamento con l’ottimo cambio automatico Powershift.

Non ci sono concorrenti diretti per S-Max, visto che il concetto di sportività è tipicamente lontano dalle prerogative di una monovolume, ma in questo caso viene proposto un design più attaccato all’asfalto e filante rispetto al tradizionale stile dei veicoli multispazio.

Ford_S-Max_18

La connotazione sportiva è ulteriormente esaltata dal completo allestimento della nostra prova, che beneficia di una potenza importante, sottolineata dal doppio scarico sapientemente inserito nel paraurti.

Ford_S-Max_6

I cerchi da 19″ esaltano l’immagine muscolosa di S-Max, ma attenzione lo standard per buona parte degli allestimenti è rappresentato dai 17″. A prescindere dall’aspetto estetico, misure inferiori offrono comunque più agilità in manovra, mentre la trasparenza dei cerchi lascia intravedere le pinze freno che avremmo magari potenziato per rendere la frenata più reattiva.

Ford_S-Max_7

In Ford hanno pensato bene di dotare S-Max con occhi e sensori elettronici, in grado di soddisfare le esigenze di praticità e sicurezza che si presentano quotidianamente su strada. Dagli stessi derivano la lettura dei segnali stradali, la segnalazione sull’angolo morto laterale, la verifica del mantenimento corsia e della distanza di sicurezza.

Intendiamoci, le ampie superfici vetrate ed una discreta altezza da terra aiutano durante la guida, ma durante la nostra prova abbiamo costantemente beneficiato dei differenti assistenti elettronici a disposizione.

Ford_S-Max_14

Ad iniziare dalla telecamera frontale, che consente di vedere con chiarezza lo spazio anteriore, piuttosto insidioso visto il pronunciato cofano di S-Max.

Ford_S-Max_15

Il display centrale (dalla ottima risoluzione), propone anche una utile visuale a 180°, che comprende una maggiore porzione dei due lati. In questo modo l’uscita su strada, oppure da un parcheggio, diventa decisamente più sicura.

Ford_S-Max_13

Durante la guida, abbiamo a disposizione una fila di Led rossi che si riflettono sul parabrezza davanti al conducente. Si mostra ad ogni accensione della vettura, e mentre siamo in movimento la sua comparsa anticipa l’attivazione dei sistemi di sicurezza disponibili, come l’assistente di frenata e la frenata attiva di emergenza.

Ford_S-Max_12

La percezione di qualità a bordo di S-Max è pressoché immediata, grazie a materiali rifiniti ed assemblati con cura. Solo nella guida a bassa velocità è facile percepire qualche scricchiolio, dovuto al generoso sviluppo longitudinale del veicolo.

E’ subito evidente quanto in Ford si siano impegnati nel ridurre il numero di pulsanti in plancia, che affollavano le precedenti generazioni di prodotto. In ogni caso, di notte l’illuminazione azzurra dei singoli pulsanti ne evidenzia tuttora parecchi, compresi quelli presenti sul volante multifunzione.

Ford_S-Max_8

La strumentazione digitale richiama lo stile analogico, e dal volante si possono aggiungere parecchie informazioni del computer di bordo, oltre ad alcune regolazioni che riguardano proprio il veicolo.

Ford_S-Max_9

Le numerosi opzioni di scelta disponibili dallo schermo centrale tattile da 10,1″, costringono invece a qualche selezione di troppo, in particolare mentre si è alla guida. Meglio utilizzare il sistema Sync 2 con comandi vocali, che permette di effettuare numerose operazioni senza alcun contatto con i comandi.

Ford_S-Max_1

Il tetto panoramico rischiara efficacemente l’abitacolo, senza per questo riscaldare troppo nel periodo estivo, grazie ad uno speciale trattamento che riflette i raggi del sole. Una parasole ad azionamento elettrico si occupa di fornire sole o privacy, con la semplice pressione di un pulsante.

Ford_S-Max_2

Tanto spazio per i passeggeri posteriori, che possono contare sulla versatilità di uno schienale reclinabile per maggiore comfort.

Ford_S-Max_4

L’abbattimento degli stessi schienali, per facilitare lo spazio a disposizione dei bagagli, viene comandato elettricamente su ognuno dei tre sedili, direttamente dal bagagliaio.

Ford_S-Max_3

Ed ecco come si presenta il bagagliaio con tutti i sedili in posizione: 700 litri di spazio fino al tetto, in grado di diventare ben 2200 (fino al tetto) all’abbattimento dei sedili posteriori.

Una ulteriore fila di sedili, per ospitare altri 2 passeggeri, fa parte delle opzioni di acquisto per S-Max.

Ford_S-Max_5

Nel portellone ad azionamento elettrico, è inserito un ulteriore elemento per oscurare il contenuto del bagagliaio senza intralciare le operazioni di carico. Le stesse operazioni, sono facilitate dall’apertura del portellone con il semplice passaggio di un piede sotto al paraurti posteriore.

Una caratteristica che abbiamo ampiamente sfruttato durante la nostra prova, a conferma della sua validità ed efficacia.

Ford_S-Max_19

S-Max propone un interessante ventaglio di motori, ed il 2.0 bi-turbo da 210 CV (154 kW) si trova al vertice della gamma Diesel, con una generosa coppia di ben 450 Nm. Bastano 8,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, un riscontro prestazionale di tutto rispetto.

Dotato di un reattivo sistema Start&Stop, il computer di bordo ha mostrato consumi prossimi ai 15 km di percorrenza per litro. Un dato decisamente interessante, come sempre in grado di variare anche significativamente in base allo stile di guida adottato.

Ford_S-Max_16

Con 70 litri in serbatoio, le soste al distributore non dovrebbero quindi essere particolarmente frequenti, ed in ogni caso il sistema di rifornimento senza tappo rappresenta un ulteriore vantaggio pratico.

Ford_S-Max_10

La trasmissione è regolata dal cambio automatico Powershift: 6 rapporti, ed una modalità Sport che enfatizza immediatamente il carattere sportivo di S-Max. Questo cambio consente anche una modalità di guida sequenziale, operando sulle palette a ridosso del volante, e grazie alla tecnologia adattiva ‘impara’ il nostro stile di guida per cambiate ottimali tarate a misura di conducente.

Segnaliamo la disponibilità di S-Max anche con la trasmissione integrale: in questo caso un sistema controlla automaticamente lo slittamento delle ruote, applicando la coppia necessaria sulla singola ruota per la massima trazione. Una ulteriore conferma di come Ford sia riuscita a sviluppare il concetto di monovolume sportivo, aggiungendo anche la trazione 4×4.

Nel nostro caso possiamo contare sulla sola trazione anteriore, ma il potente motore e l’ottimo cambio possono affidarsi su un ulteriore supporto fornito dalle sospensioni elettroniche. Possiamo infatti tarare la risposta delle sospensioni su 3 distinte posizioni: Normale, Sport o Comfort.

A listino troviamo comunque tre distinte tipologie di sospensioni: autolivellanti, sportive e sportive adattive.

Ford_S-Max_20

Il termine ‘adattivo’ ricorre frequentemente con S-Max, poiché anche lo sterzo è adattivo e corregge l’angolo di sterzata in base alla velocità. E ancora, i fari sono adattivi, e ci permettono di ruotare automaticamente il fascio di luce per la migliore visibilità.

Dunque, S-Max si conferma come un veicolo che fonde l’esigenza di spazio con il piacere di guida sportivo. Certo le dimensioni esterne non invogliano uno stile di guida costantemente improntato alla sportività, ma quando si presenta l’occasione, magari con il cambio Powershift impostato su Sport, S-Max è pronto a dare soddisfazione.

Fatte queste premesse, chi percorre parecchia strada troverà in S-Max un veicolo in grado di rivaleggiare con il comfort di una ammiraglia, sorniona nella guida quotidiana, ma pronta a gratificare non appena si pigia sull’acceleratore. E con 210 cavalli di potenza, il divertimento non manca di certo.

LISTINO: da 29.700 euro chiavi in mano
VERSIONE IN PROVA: 2.0 TDCi Bi Turbo 210 CV Powershift – 40.200 euro
GARANZIA: 2 anni
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 23 luglio 2016