Prova Toyota Land Cruiser

By Prove

toyota land cruiser

Un inarrestabile fuoristrada dall’elegante vestito. Potrebbe essere questa l’estrema sintesi con cui descrivere Land Cruiser, che sotto ad una carrozzeria dallo stile contemporaneo nasconde il meglio delle tecnologie tuttoterreno. Un riferimento nel panorama offroad, che dimostra di essere al top anche in questa ultima generazione.

Massiccio, sia in termini di dimensioni, sia come massa complessiva visto che stiamo parlando praticamente di 3 tonnellate, con analoga massa rimorchiabile. La generosa altezza da terra lascia subito intendere che Land Cruiser ti porterà ovunque, con numeri che la dicono lunga sulle sue capacità fuoristradistiche: angolo di attacco 32°, dosso 22°, uscita 26° e 42° di pendenza superabile, così come di ribaltamento laterale.

E se volete superare un guado, 70 cm di profondità sono una ben consistente soglia per l’attraversamento in tutta sicurezza. Non è un caso, se la prima generazione di Land Cruiser sia nata per scopi militari nel lontano 1951, diventando il veicolo con cui conquistare l’Antardide o attraversare deserti e foreste pluviali.

Toyota-Land-Cruiser

Le pedane che abbracciano tutta la superficie laterale, e pratici maniglioni per passeggeri e conducente sono indispensabili per salire e scendere da Land Cruiser, che propone anche specchietti retrovisori da riferimento per dimensioni e qualità della visualizzazione.

telecamere

Sotto gli stessi specchietti, sulla calandra frontale ed il portellone posteriore, ecco invece posizionate 4 telecamere che hanno il compito di fornire utili immagini per il fuoristrada, oppure per parcheggiare in tranquillità.

Toyota_Land_Cruiser_5

Ecco come il display centrale in alta definizione riprende le stesse immagini, consentendoci di scegliere le visuali più indicate. Con le ridotte inserite, avremo anche dei pratici segnali che ci mostrano la posizione virtuale delle ruote per la marcia in avanti, oppure paletti per la traiettoria in retromarcia.

IMG_0151

Sempre in modalità ridotte, nella strumentazione appare invece un indicatore che ha il compito di evidenziare l’inclinazione delle ruote anteriori e del corpo vettura. Una informazione essenziale, vista la difficoltà nel determinare con certezza questi parametri durante la guida in fuoristrada.

luci-led

Ineccepibile la visione notturna, grazie ai fari a Led, con quelli diurni che disegnano una grintosa linea composta da 4 luci su ciascun lato. Una firma visiva distintiva, che impreziosisce il look frontale su qualunque tipo di percorso.

Toyota_Land_Cruiser_10

A bordo, il ricco allestimento ‘Style’ propone il sapiente accostamento di robuste plastiche con raffinati inserti in legno che impreziosiscono anche l’esperienza di guida, visto il posizionamento su volante e leva cambio.

Lo spazio è decisamente abbondante, così come sottolineato da numerosi dettagli, come ad esempio l’ampio ripostiglio centrale con tanto di bocchetta climatizzata. Ideale per tenere al fresco la nostra scorta d’acqua, durante i lunghi viaggi.

IMG_0884

Tra gli accessori presenti, approfittiamo anche della buona sonorità offerta dall’impianto audio JBL, che con 14 altoparlanti offre una appagante modalità di ascolto Dolby Surround. Un optional che sottolinea efficacemente la doppia personalità di Land Cruiser, giustificando in parte un listino non proprio abbordabile.

Toyota_Land_Cruiser_1

Con 621 litri, non ci sono dubbi sulla capienza di un bagagliaio fatto per i lunghi viaggi e con possibilità di ribaltamento dei sedili posteriori: prima si alza la seduta, poi tocca allo schienale per ottenere una base di appoggio omogenea.

Toyota_Land_Cruiser_9

Sul lato destro del bagagliaio troviamo anche una presa domestica tedesca da 220 Volt, mentre le pareti hanno il compito di occultare un ripostiglio per i kit di emergenza. La ruota di scorta è invece posizionata esternamente al bagagliaio, agganciata sotto la carrozzeria.

Toyota_Land_Cruiser_8

Attrezzi vari, triangolo e quant’altro trovano spazio nel portellone, dove sono stati ricavati due inserti funzionali. Da notare il gancio telescopico che accompagna lo stesso portellone, dotato dell’indispensabile fermo di sicurezza.

Toyota_Land_Cruiser_6

Se poi vogliamo accedere rapidamente al bagagliaio, possiamo aprire anche il solo lunotto, per rapide operazioni di carico senza dover muovere tutto il portellone.

Toyota_Land_Cruiser_3

Tanti dettagli e funzionalità, non riescono ad oscurare la potenza del motore. Un 4 cilindri 2.8 Diesel 16 valvole con turbo compressore a geometria variabile ed intercooler.  Con i suoi 177 CV (130 kW) ed una generosa coppia di 450 Nm a 1600 giri, accelera da 0 a 100 km/h in 12,7 secondi. Consumi dichiarati in circa 13 km per litro, ed ottimo affiatamento con il cambio automatico a 6 rapporti, ideale anche per la guida offroad.

cambio

La modalità di guida normale, a cui corrisponde una spia ‘Eco’ sulla strumentazione, può essere alternata a quella ‘Sport’ che consente una modalità manuale, con la corrispondente indicazione in plancia.

Toyota_Land_Cruiser_4

Proprio centralmente alla plancia, troviamo invece i comandi che ci permettono di gestire le sofisticate tecnologie fuoristradistiche di Land Cruiser.

Il primo selettore, riguarda la taratura delle sospensioni di tipo adattivo tra due distinte modalità: Sport e Comfort, mentre due specifici pulsanti ci consentono di regolare l’altezza da terra delle stesse sospensioni, ovvero regolare l’azione degli ammortizzatori in base alle condizioni del fondo stradale. Una escursione significativa, che può alzare Land Cruiser di 5 cm davanti e 6 dietro (ideale per i guadi), oppure abbassarla di 6 cm davanti e 4 dietro, rispetto all’altezza standard.

Il successivo comando ci permette invece di migliorare la guidabilità in fuoristrada, con 5 distinte posizioni: fango e sabbia, terra e rocce, dossi, rocce e dossi e infine rocce. Segue il controllo ‘Crawl’, in grado di consentire l’avanzamento autonomo in fuoristrada con una velocità bassa prefissata: al conducente tocca solo il controllo dello sterzo, senza toccare freno e acceleratore.

Due ulteriori pulsanti, consentono invece di decidere tra bloccaggio del differenziale centrale o posteriore

Toyota-Land-Cruiser-retro

Questa ultima generazione di Land Cruiser, conferma quanto la conoscenza dei suoi sistemi sia fondamentale per decidere come ottimizzare la trazione ed il disimpegno da situazioni offroad estreme.

In sintesi, se non riusciamo ad avanzare in fuoristrada, probabilmente avremo scelto una combinazione sbagliata dei sistemi disponibili. In tutti i casi, il sistema adattivo delle sospensioni idrauliche a controllo elettronico, si dimostra eccellente nel regalare comfort e stabilità da riferimento, su strada come nel fuoristrada estremo.

Ed è proprio su questo tipo di percorsi che Land Cruiser si è costruito una reputazione, mostrandosi pronto ad affrontare sfide fuori dal comune, nelle zone più estreme del nostro pianeta, grazie anche a dettagli pratici, come gli 87 litri di capienza del serbatoio carburante.

In fondo, al volante di Land Cruiser appare subito chiaro come il gioco inizi proprio quando finisce l’asfalto.

LISTINO: da 42.850 euro
VERSIONE IN PROVA: 2.8 D Style Automatico – 63.600 euro
GARANZIA: 3 anni o 100.000 km
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 15 luglio 2016