Citroen C4 Picasso e Grand C4 Picasso invitano a viaggiare

By Prove

Nell’aggiornare la gamma C4 Picasso e Grand C4 Picasso, in Citroen hanno affinato ulteriormente il comfort già presente sulle precedenti generazioni, lasciando inalterato l’originale carattere. Nuove configurazioni bicolore e 4 tipologie di allestimenti per l’abitacolo, permettono ora una personalizzazione più spinta.

Ammettiamolo, in Citroen hanno sempre riservato grandi attenzioni per i veicoli multispazio e le monovolume. Da tempo Picasso, oltre a ricordarci il grande pittore, indica un concetto di spazio che va oltre le tradizionali vetture.

Con questa prerogativa, le rinnovate C4 Picasso e C4 Grand Picasso rappresentano una interessante evoluzione verso la raffinatezza che abitualmente troviamo su vetture premium, quindi particolarmente ricche in termini di finiture ed allestimenti.

L’ultima generazione delle monovolume francesi, punta su fanali anteriori più sottili, mentre quelli posteriori sfoggiano un accattivante effetto 3D. Tra le novità, il tetto bicolore per C4 Picasso, gli archi del tetto argento per Grand C4 Picasso e 3 nuove tinte per la carrozzeria.

citroen-c4-picasso-e-c4-grand-picasso

L’approccio ‘loft’ che contraddistingue in maniera evidente questi veicoli, continua a poggiare sul design esterno in grado di esaltare con la sua rotondità l’abbondanza di spazio di cui dispongono gli occupanti.

Come sempre, la definizione di Grand sottolinea la presenza di due posti aggiuntivi, per un totale di 7 persone che non dovranno certo sgomitare per godere di adeguato comfort.

citroen-c4-picasso

Le abbondanti superfici vetrate, sono definite anche dal parabrezza che oltrepassa la linea del tettuccio: una caratteristica rigorosamente ‘di serie’ che permette al conducente di godere di una visuale particolarmente appagante durante i lunghi viaggi.

Un ulteriore tettuccio panormaico (opzionale), rende ulteriormente luminoso questo abitacolo in cui ci si sente immediatamente a proprio agio.

cl-16-045-029

La qualità dei materiali è evidente da subito, e si abbina emblematicamente alle tecnologie di ultima generazione, ben rappresentate dai doppi display centrali. Quello superiore ha il compito di riportare le informazioni di una classica strumentazione, complete di immagini del navigatore.

Il secondo schermo, si occupa anche di gestire i comandi della climatizzazione, del centro infomediale ed alcune regolazioni della vettura. Dallo stesso display, possiamo poi gestire le principali funzioni del nostro smartphone grazie al sistema Apple Car Play.

plancia citroen c4 picasso

Alla guida, troviamo la tipica posizione da monovolume, piuttosto arretrata rispetto al frontale della vettura e quindi con una vocazione più legata al confort di marcia, piuttosto che ad una esperienza di guida dinamica.

Con il cambio automatico, la zona centrale risulta ancora più sgombra, amplificando l’effetto ‘salotto’ voluto dai designer Citroen che hanno evidentemente sviluppato questo concetto in maniera ottimale.

c4-grand-picasso

Da 5 a 7 posti, così come la sigla ‘Grand’ sottolinea il passaggio ad una capienza superiore, il design risulta quasi più piacevole della versione 5 posti.

cl-16-045-038

L’aggiunta di una ulteriore fila a scomparsa dedicata ai più piccoli, induce anche ad un trasporto in grado di accogliere anche ulteriori bagagli, oppure attrezzi sportivi ed ancora animali domestici. Tanto per comprendere la differenza tra i due modelli: 630 litri di capienza per C4 Grand Picasso contro 537 litri per C4 Picasso.

Entrambi i modelli, possono contare sull’aiuto fornito dal portellone con apertura senza chiave. In pratica la sua apertura viene attivata semplicemente muovendo un piede sotto la soglia inferiore, dove è posizionato un apposito sensore.

citroen-c4-grand-picasso

Come consuetudine per Citroen, l’offerta motorizzazioni si presenta ampia e completa, con l’inserimento in gamma di un benzina 1.2 di classe PureTech (quindi 3 cilindri) da 130 CV, disponibile sia con cambio manuale che automatico. Si affianca al 1.6 Turbo da 165 CV abbinato a cambio automatico.

La folta rappresentanza dei Diesel, vede invece il 1.6 da 100 e 120 CV (anche automatico) ed il 2.0 da 150 CV (manuale o automatico). Una offerta equamente valida per C4 Picasso e C4 Grand Picasso, con un listino che nel primo caso esordisce da 24.950 euro, mentre nel secondo da 26.650 euro.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 3 ottobre 2016