Peugeot porta le sue GTi in pista

By Prove

Con una iniziativa dedicata, Peugeot ha voluto portare in pista le sue iconiche sportive che si fregiano dell’emblema GTI. Sul circuito di Misano Adriatico, 208 e 308 hanno dimostrato come vetture di serie possano divertire, sfoggiando le migliori soluzioni tecnologiche di Peugeot Sport al servizio delle competizioni.

Non ci sono dubbi sulla storia di Peugeot, e su quanto sportività e competizioni facciano parte del carattere di vetture in grado di passare dalla strada alla pista. Quello che fa la differenza è la sigla composta da tre lettere che sul portellone identifica le versioni sportive pensate per un utilizzo stradale, ma in grado di correre in pista senza problemi.

noisiamogti-09

Con una definizione creata appositamente per l’evento, ‘Noi siamo GTi’ esordisce proponendo la guida in pista delle sportive di casa, non prima di avere adeguatamente ripassato un pezzo di storia dell’auto, come dimostra la presenza all’Autodromo romagnolo di una 402 B Légerè degli anni Trenta, proveniente direttamente dal Museo Peugeot di Sochaux.

peugeot-402-b-legere

Un modello che con il suo cofano lungo, già alle origini trasmetteva sportività, oltre ha sottintendere la necessità di leggerezza che da sempre contraddistingue le vetture sportive.

peugeot-205-gti

Questo straordinario esemplare, è affiancato da una 205 GTi in versione elaborata Gutmann, che porta la potenza da 130 a 160 CV. Tanto carattere in una dimensione che ha fatto storia, e che ricordiamo anche nella grintosa colorazione rossa della carrozzeria.

noisiamogti-85

Passando ai giorni nostri, ecco anche la 208 Andreucci-Andreussi, con cui Peugeot continua a raccogliere successi nel Campionato Rally.

peugeot-208-gti-1

Con queste prerogative, affrontiamo due tipi di percorso, iniziando dall’asfalto che circonda l’autodromo di Misano. Alla guida di 208 GTi, su strade normali apprezziamo il carattere malleabile con cui la compatta sportiva riesce a gestire le normali condizioni di traffico.

peugeot-208-gti-3

Per poi mostrare la potenza dichiarata, quando strada e traffico lo consentono, con una sorta di doppia identità che il vestito esterno lascia intendere.

noisiamogti-07

Dalla strada alla pista, il passo è veramente breve, grazie alle sessioni divise tra i modelli 208 e 308, con l’esclusivo allestimento GTi by Peugeot Sport pronto a fare la differenza per entrambe.

noisiamogti-31

La possibilità di correre in tutta sicurezza, libera la potenza e le sofisticate tecnologie con cui Peugeot Sport ha modellato queste compatte sportive di rango. Ad iniziare dal differenziale Torsen, il cui ruolo di recupero del retrotreno in curva continua a fare la differenza.

noisiamogti-33

I due modelli, 208 e 308, condividono il carattere sportivo ma riescono ad esprimere distinte personalità. In particolare 208, con la sua compattezza estrema, sfoggia un carattere che incita ad osare nel misto, mentre 308 mostra di essere a proprio agio con allunghi esaltati dalla modalità ‘Sport’ disponibile grazie ad un semplice pulsante.

Una modalità che già si fa sentire su strada, e che in pista enfatizza il carattere ‘GTi’ con cui siamo venuti a misurarci. Alla divisione Sport di Peugeot, va comunque il merito di avere congegnato vetture in grado di reggere anche le trasferte casa-lavoro, quelle in cui il carattere sportivo potrebbe avere la meglio, penalizzando il comfort nell’utilizzo quotidiano.

Ben inteso, non si tratta di rinunce alla sportività, ma di scelte che arricchiscono l’esperienza di guida senza per questo rappresentare un sacrificio nei confronti di un carattere che in pista emerge prepotentemente.

sedili-alcantara

Tra gli ingredienti di questa ricetta da competizione, anche i sedili con materiale Alcantara, perfetti per la guida in pista.

pinze-freno

Così come le generose pinze freno, la cui colorazione rossa impersona al meglio il codice colore che da sempre simboleggia lo spirito dinamico della sportività.

Con 22.900 euro si accede alla sportività di 208 GTi, mentre servono 26.300 euro per la versione ‘by Peugeot Sport’. Con 308 GTi, sono invece disponibili due distinti livelli di potenza: 250 oppure 270 CV, con un listino di 32.650 euro e 35.150 euro rispettivamente.

Chi invece vuole vivere la sportività più dal punto di vista estetico, può puntare sugli allestimenti ‘GT Line’. Disponibili sia per 208, sia per 308, ed in grado di trasformare il look esterno delle vetture, con un listino più abbordabile che ovviamente non comprende le adrenaliniche esperienze di guida riservate alle vere ‘GTi’.

Bruno Bianchi

LEGGI ANCHE: Prova Peugeot 208 GTi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 25 novembre 2016