Primo contatto con Audi Q2: pura seduzione Suv

By Prove

La novità Audi destinata ad un sicuro successo, diventa realtà. Q2 passa dalle anteprime dei saloni internazionali allo showroom delle concessionarie, forte di una personalità accattivante e di contenuti tecnologici che piaceranno non solo agli affezionati dei quattro anelli.

Che la crescente domanda di Suv sia una componente forte del mercato automobilistico, non è certo una novità. Sta di fatto, che la richiesta di berline sportiva ne risulta condizionata, e non stupisce l’interesse di Audi in questo senso, tanto più che i Suv a listino non mancano di certo.

audi-q2-1

Le dimensioni compatte di Q2 fanno però la differenza, grazie ai 4,19 metri di lunghezza perfetti per la richiesta del grande pubblico italiano. Il design si ispira allo stile di casa, capitalizzando sulle più recenti evoluzioni della famiglia ‘Q’, nel contempo ammiccando ad una platea più giovanile e con un maggiore coinvolgimento del mondo femminile, da sempre attratto dalla sensazione di sicurezza e dominio della strada insite nel formato Suv.

img_0246

L’avanguardia tecnologica Audi, in Q2 è egregiamente rappresentata da sistemi di assistenza che facilitano la guida: arresto automatico in marcia e retromarcia, oppure in caso di malore, mantenimento della corsia, della distanza di sicurezza e adeguamento automatico dei limiti di velocità.

Tanta tecnologia nascosta, che si manifesta anche attraverso alcuni elementi di carattere estetico, come i fari Matrix Led ed il cruscotto virtuale.

audi-q2-5

Tra la dotazione di Q2 troviamo anche la sim telefonica incorporata, che facilita la navigazione attraverso una bella integrazione con Google Earth e le sue mappe costantemente aggiornate.

Q2 nasce grazie ad uno sviluppo prodotto che coinvolge un partner italiano di tutto rispetto: Italdesign contribuisce allo sviluppo aerodinamico, l’elettronica di bordo e gli interni.

q2-blade

Un esempio pratico e ben visibile di questa collaborazione, è fornito dalla zona posteriore che raccorda la vetratura: si chiama ‘blade’, ovvero ‘lama tagliente’ e oltre ad essere una connotazione estetica personalizzabile, svolge anche un ruolo di carattere aerodinamico.

Il gruppo ottico posteriore, si distingue invece per le dimensioni veramente minimaliste,  in antitesi con i fratelli della linea Q, dalla presenza più sviluppata.

audi-q2-6

Malgrado la compattezza esterna, Q2 porta in dote un bagagliaio da 405 litri, con tanto di base riposizionabile seguendo le esigenze di carico. Grazie all’abbattimento degli schienali posteriori, si raggiungono invece 1050 litri.

Inappuntabili, come sempre per Audi, le finiture del bagagliaio cui possiamo aggiungere la funzionalità dell’apertura tra gli schienali, dedicata agli amanti di sport invernali.

audi-q2-3

Sotto al cofano, pulsano motori di ultima generazione frutto di una scelta semplificata ed ottimizzata: tre benzina di classe TFSI e tre Diesel TDI hanno il compito di soddisfare le richieste di un pubblico sempre esigente in casa Audi.

Tra i benzina: il 1.0 da 116 CV, un eclettico 1.4 da 150 CV con modulazione dei cilindri in base allo stile di guida, ed un 2.0 da 190 CV per esprimere la massima potenza.

Curiosamente, le potenze dei Diesel sono uguali ai benzina: 116 CV per il 1.6, 150 e 190 CV per il 2.0. Ad affiancare il cambio automatico, anche il tecnologico S tronic per 4 delle 6 motorizzazioni proposte.

audi-q2-7

Chi non si accontenta, potrà regalarsi l’iconica trazione integrale quattro con i Diesel da 150 e 190 CV. Un classico in casa Audi, pronto a completare le qualità di un Suv dalla motricità rinforzata.

sterzo

Il tutto con il controllo offerto dallo sterzo progressivo e le opzionali sospensioni con regolazione adattiva degli ammortizzatori. Un ‘gadget’ che unito al controllo della dinamica di marcia Drive Select, garantisce l’estrema personalizzazione di un significativo piacere di guida.

audi-q2-4

Con queste premesse, abbiamo iniziato la nostra prova su strada nei dintorni di Roma, mettendo da subito a dura prova le qualità del telaio sul pessimo asfalto delle strade di una capitale sempre più virtuale.

Tra le motorizzazioni disponibili, abbiamo scelto l’eclettico 1.4 benzina COD da 150 CV, che integra il sistema di disattivazione dei cilindri: in abbinamento con il cambio automatico a doppia frizione S tronic, tra i 1400 ed i 3200 giri vengono esclusi 2 dei 4 cilindri.

Iniezione ed accensione vengono disinseriti, con il risultato che nei due cilindri attivi aumenta il rendimento. Al volante, appare una scritta sulla strumentazione segnalando l’utilizzo di due soli cilindri, per altro non avvertibile perché il motore gira silenziosamente ed a vibrazioni ridotte.

Basta pigiare sull’acceleratore, per trovare uno spunto immediato che mette a frutto i 250 Nm di coppia disponibili, come dimostrano gli 8,5 secondi necessari per passare da 0 a 100 km/h. In compenso, i consumi si attestano su poco meno di 20 km/litro di percorrenza, un risultato notevole per un Suv benzina di queste dimensioni.

audi-q2-2

Con un listino che parte da 26.200 euro, Q2 viene proposto in quattro distinte versioni, che possiamo arricchire con pacchetti mirati ad esigenze che vanno dal lavoro allo sportivo.

E vista la facilità con cui è facile raggiungere cifre importanti attingendo alle opzioni, in fase di acquisto vale la pena approfondire gli equipaggiamenti per garantirsi quell’avanguardia della tecnica con cui ogni modello Audi si distingue.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 28 novembre 2016