Prova Citroen C5 Tourer XTR: ammiraglia per vocazione

By Prove

citroen_c5_tourer_3

Su questa esclusiva station wagon, Citroen ha voluto il meglio della tecnologia disponibile. C5 Tourer si distingue in tutto, dal design alle prestazioni, sottolineate dalla potenza del 2.0 da 180 CV, abbinato al moderno cambio automatico EAT6 ed alle sontuose sospensioni idrauliche attive.

I designer Citroen hanno tratteggiato le linee di C5 Tourer con un sapiente equilibrio tra dinamismo e volume, a tutto vantaggio di uno stile esterno elegante e dinamico, con un frontale elegante ed una parte posteriore dal look potente.

citroen_c5_tourer_4

Con 4,83 m di lunghezza, C5 Tourer mostra tutta la sua generosità mantenendo uno slancio e un dinamismo che non lasciano indifferenti. L’aggiunta di alcuni dettagli cromati, sapientemente posizionati, contribuisce ad aggiungere un tocco di sportività che proietta C5 Tourer in un segmento di mercato storicamente dominato dai costruttori tedeschi.

L’allestimento XTR porta con sé alcune caratteristiche distintive, tra cui spicca l’assetto rialzato che può salire di 15 mm, le barre al tetto, lo scarico a doppia uscita, piastre di protezione anteriori e posteriori, e la telecamera di retromarcia.

citroen_c5_tourer_5

Anche i bei cerchi da 18″ ed i profili passaruota di colore nero, rientrano nello specifico allestimento risultando più appaganti dello standard da 17″ presente su altre versioni.

citroen_c5_tourer_12
Il raffinato abitacolo di C5 Tourer, si presenta come un invito a viaggiare. Il cruscotto dai volumi pieni trasmette un’immediata sensazione di qualità. Il posto di guida, totalmente orientato al conducente, ricorda quasi la cabina di pilotaggio di un aereo.

Una sensazione accentuata durante la guida notturna, grazie alla possibilità di escludere l’illuminazione interna, eccetto tachimetro e climatizzazione.

citroen_c5_tourer_15

Il volante propone la zona centrale dei comandi solidale al piantone dello sterzo, una caratteristica a cui si fa presto l’abitudine vista la possibilità di gestire le varie funzioni senza rincorrere i movimenti dello sterzo. Le informazioni di guida, sono invece riunite su tre quadranti con indicatori ad anello, ripresi dal mondo dell’aviazione.

citroen_c5_tourer_8

Ed è forse la strumentazione a necessitare di un essere ‘rinfrescata’ nel look che non risulta contemporaneo così come la vettura meriterebbe.

citroen_c5_tourer_9

Il display centrale, sensibile al tocco, si presenta invece in linea con le esigenze di multimedialità del momento. mentre la collocazione di alcuni comandi ne limita la funzionalità.

citroen_c5_tourer_10

Comandi come quelli relativi al volume audio, localizzati in posizione piuttosto anomala sotto al blocco che regola l’efficiente climatizzazione. Perfetta invece la nicchia, in cui si incastra puntualmente il nostro smartphone.

citroen_c5_tourer_1

Tra la ricca dotazione del modello in prova, apprezziamo l’ampio tetto panoramico che si sviluppa in lunghezza, conferendo un colore nero esterno dall’effetto bitono, perlomeno sulla carrozzeria bianca.

citroen_c5_tourer_13

Le dimensioni esterne lasciano immaginare, quanto possa essere lo spazio del bagagliaio: dotato di apertura automatica, azionabile anche dal telecomando, colloca l’altezza del piano di carico a 60 cm da terra.

citroen_c5_tourer_14

Inoltre, per effetto del tecnologico sistema di sospensioni, il piano di carico può variare la propria altezza fino a più o meno 6 centimetri, gestibili da apposito pulsante nel vano stesso. Sotto al piano di carico è alloggiata la ruota di scorta, che lascia comunque 505 litri disponibili, ampliabili grazie al ribaltamento dei sedili posteriori con cui viene raggiunta una capienza complessiva di 1.462 litri.

citroen_c5_tourer_2

Gli scarichi posteriori enfatizzano esteticamente la potenza del motore 2.0 Diesel sovalimentato da 181 CV (133 kW) e 400 Nm di coppia, per una accelerazione da 0 a 100 km/h in 11,3 secondi.

Dotato di sistema Start&Stop, durante  la nostra prova C5 Tourer ha mostrato consumi interessanti, dell’ordine di 18 km/litro. Un risultato raggiunto sfruttando le capacità del cambio automatico EAT6, utilizzabile anche in modalità sequenziale.

Due ulteriori regolazioni, permettono una cambiata più sportiva oppure un miglioramento della motricità in situazioni difficili come fondi innevati, ghiacciati o bagnati.

citroen_c5_tourer_11

A fianco di questi comandi, troviamo l’elemento che distingue C5 Tourer nel panorama delle station wagon alto di gamma: le sospensioni Idrattiva 3 Plus, in grado di adattare lo stato di flessibilità e di ammortizzamento alle sollecitazioni del conducente e del profilo della strada. Più morbida per un confort ottimale, oppure più rigida per amplificare le sensazioni di guida e per una tenuta di strada potenziata.

Pilotata da captatori fissati su ogni assale, le sospensioni Idrattiva 3 Plus permettono di mantenere un assetto costante, indipendentemente dal carico e dal numero di passeggeri. In maniera automatica il sistema regola la distanza dal suolo in base alla velocità: così superando i 110 km/h la distanza dal suolo si abbassa, per poi tornare in posizione normale quando la velocità scende sotto i 90 km/h.

file_000

Variare l’altezza della vettura può anche tornare utile per affrontare tratti sterrati, rampe oppure agevolare il carico nel bagagliaio. La modalità ‘sport’, propone invece un comportamento più dinamico e sensazioni più marcate.

citroen_c5_tourer_7
Il piacere di guida e la serenità al volante su C5 Tourer, sono quindi espressione di un comportamento su strada di alto livello e grazie alle tecnologie sin qui descritte, con C5 Tourer si può contare su un collegamento al suolo sofisticato ed efficace. E non è una considerazione da poco, viste le generose dimensioni di questa wagon.

L’efficacia dinamica della vettura si abbina anche ad un eccellente livello di insonorizzazione dell’abitacolo, come si conviene ad un modello al vertice della gamma. Il tutto con la complicità di motore e cambio, in perfetto equilibrio nel conferire il carattere distintivo di C5 Tourer che ne sublima la definizione di ammiraglia.

LISTINO: da 33.550 euro chiavi in mano
VERSIONE IN PROVA: XTR BlueHDi 180 S&S EAT6 Hydractive Executive – 40.800 Euro
GARANZIA: 2 anni
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 31 ottobre 2016