Next aggiunge valore a Mercedes-Benz Classe A

By Vetrina

Mercedes-Benz Classe A Next 1

Nel mezzo del cammino della vita di un modello di auto inizia di norma la parabola discendente nelle vendite, che lo accompagna verso l’arrivo della nuova generazione, ma per la Mercedes Classe A le cose sono andate diversamente. Arriva ora l’allestimento speciale Next, con un pacchetto di accessori proposti ad un listino promozionale.

Chiamata nel 2012 a rimpiazzare un veicolo di grande successo, ha introdotto linee e impostazione rivoluzionate che inizialmente hanno creato qualche perplessità, ma poi le vendite si sono impennate fino a infrangere la consuetudine. Nel 2016, infatti, Classe A ha infranto due record: quello delle immatricolazioni, cresciute del 27 per cento rispetto all’anno precedente, e quello delle ricerche su Google, con una media di 75.000 al mese, che la inserisce direttamente al secondo posto assoluto nel settore automobilistico.

Mercedes-Benz Classe A Next 2

Per celebrare questi risultati la filiale italiana ha pensato di proporre una versione speciale, battezzata Next, che rappresenta in pratica un’estensione per tutti gli allestimenti già in listino con pacchetti di optional dedicati proposti a prezzi decisamente favorevoli. I sovrapprezzi partono infatti da 600 euro per la versione Executive e arrivano a 1.900 per la Premium, ma il risparmio è notevole, visto che si parla di cifre che vanno da 2.600 a oltre 4.000 rispetto alla lista degli accessori che si portano a casa.

Si tratta quindi di un’edizione limitata che va ad arricchire i listini delle classe A Executive, Sport e Premium con un’iniezione di elementi che sottolineano l’aspetto sportivo e tecnologico della vettura. Gli equipaggiamenti variano in funzione della base di partenza, ma tutti sono riconoscibili da elementi estetici che comprendono gruppi ottici posteriori dedicati e la mascherina Matrix, oltre a una strumente con grafica di nuovo disegno e la possibilità di selezionare dodici tonalità di luce ambiente differenti.

Mercedes-Benz Classe A Next 5

Si parte dai 25.660 euro della A 160 Executive, la più economica delle Next, dotata di Smartphone Integration, che rende più efficace la connessione tra cellulare e il sistema di bordo, ma anche della funzione Remote Online per la geolocalizzazione e la chiusura porte da remoto, la telecamera posteriore e l’Audio 20 Cd. Il tutto è completato da sedili sportivi rivestiti in tessuto ed ecopelle Artico, e cerchi in lega da 16 o 17 pollici.

Mercedes-Benz Classe A Next 4

Con la Sport Next si aggiungono i fari Led High Performance completi di sistema di gestione automatica degli abbaglianti, il Mirror Pack con retrovisori antiabbagliamento, e un pacchetto di accessori specifici per l’assistenza alla guida con Blind Spot Assist, che permette di tenere sotto controllo l’angolo cieco e il dispositivo che segnala con vibrazioni sul volante l’uscita involontaria dalla corsia di marcia.

Il livello più alto è raggiunto dalla Premium Next proposta con un impianto multimediale Comand Online che gestisce contemporaneamente telefono, sistema audio, video, connessione internet e navigatore. Esteticamente si distingue per la presenza dell’esclusivo tetto panoramico.

Mercedes-Benz Classe A Next 3

Dal programma Next sono escluse le versioni Business e Supersport, ed è abbinabile a quattro motorizzazioni disponibili complessivamente in nove livelli di potenza. Si parte dal Diesel 1.5 da 90 o 109 cavalli, il più ecocompatibile della gamma con 89 g/km di CO2 per la versione Blue Efficiency, e si continua con il 2.1 litri sempre alimentato a gasolio, da 136 e 177 CV. Se si preferiscono i motori a benzina, ci sono le 1.6 da 102 e 156 cavalli e il due litri che è realizzato in tre varianti, da 184, 211 e 218 CV.

Anche per le Next è possibile sfruttare le formula di acquisto che prevede un anticipo di 7.600 euro e 35 rate con importo a partire da 189 euro al mese. Dopo 30 mesi, resta la possibilità di restituirla senza ulteriori esborsi.

Valerio Boni

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 22 febbraio 2017