Primo contatto con Citroen C3 automatica

By Prove

Continua a crescere l’offerta di Citroen C3, ora con la praticità del cambio automatico a 6 rapporti che con le sue qualità riuscirà a convertire altri automobilisti verso un piacere di guida diverso, più facile e spontaneo.

Che il cambio automatico stia prendendo piede, è più di un gioco di parole. Si tratta di una vera e propria tendenza incoraggiata da una serie di elementi, su cui spiccano l’evoluzione che ha caratterizzato la tecnologia in uso ed ovviamente la maggiore facilità di guida. Il cambio automatico libera un piede ed una mano, che si spera non verranno utilizzati per distrarsi alla guida.

Le ultime ricerche, hanno inoltre dimostrato che con il cambio automatico non aumentano i consumi, come vuole un luogo comune, poiché il sistema decide autonomamente il momento migliore per cambiare. Non ultimo, il cambio automatico si integra meglio con i meccanismi start&stop di ultima generazione, con minori momenti di inerzia nella fase di riaccensione del motore.

DSC04516

Eccoci quindi alla guida di Citroen C3, uno dei modelli più gettonati in questo momento, che propone la libertà del cambio automatico sulla motorizzazione 1.2 benzina 3 cilindri di classe PureTech da 110 CV con Start&Stop.

Una scelta, quella del motore, che punta a mantenere l’efficienza di una potenza nata anche per divertire e premiato per due volte come motore dell’anno.

AR4I0011-2

La bella leva del cambio ben si amalgama con lo stile estroverso di C3, e propone l’indicazione della marcia inserita nel quadro strumenti, mentre un piccolo rettangolo nel tunnel centrale mostra la posizione in automatico (Park-Folle-Retromarcia-Guida) oppure sequenziale.

Due pulsanti affiancano questa indicazione: ‘S’ per la guida più dinamica ed un ancora più interessante simbolo ‘fiocco di neve’ per la guida su fondi innevati. Quest’ultimo una rarità nel panorama dei cambi automatici, perlomeno in vetture così compatte.

La sua funzionalità si può rivelare cruciale, nel periodo invernale, per affrontare con serenità i primi momenti di una nevicata legati ad una guida che punta sull’uso del cambio anche per la forza frenante.

AR4I1067-2

Durante la nostra guida su strada, il cambio a 6 rapporti EAT6 ha mostrato fluidità nel passaggio da una marcia all’altra, anche nei tratti gestiti con maggiore brio. Il perfetto affiatamento con il sistema Start&Stop, e l’efficiente gestione della frenata in ambito urbano mostrano le qualità migliori di questo cambio.

Disponibile sull’allestimento Feel a 17.300 e Shine a 18.550 euro, il cambio mostra un sovrapprezzo di 1.500 euro rispetto all’analoga versione manuale Shine. Nel contempo, le prestazioni perdono solo 5 millesimi di secondo nei tradizionali 0-100 km/h, mentre i consumi nel misto crescono di 1 km per litro.

Una differenza minima, che potrebbe giustificare il passaggio ad una tecnologia che da tempo viene adottata con successo in numerosi mercati, e su cui gli automobilisti convertiti ammettono essere senza ritorno per comfort, praticità e piacere di guida.

Bruno Bianchi

LEGGI ANCHE: Prova Citroen C3

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 19 maggio 2017