21 luglio 2017 Redazione

Primo contatto con Peugeot Traveller: viaggiatore per eccellenza

peugeot traveller 2

La definizione di van oppure navetta risulta stretta per Peugeot Traveller, che propone un livello di contenuti analogo ad una vettura. La differenza offerta dallo spazio interno, ha comunque generato una vera gamma modello, variegata e pronta a soddisfare differenti esigenze.

Non stupisce che negli anni, oltre alle definizioni si siano aggiornati anche gli ingredienti di questa categoria prodotto, ed un impatto estetico che vuole carrozzerie in linea con design appagante e sempre più distintivo.

_FP23461

Il mercato sembra proprio aver apprezzato questa evoluzione, tanto da premiare gli allestimenti più completi e raffinati. Un gradimento probabilmente legato alla tipologia di clientela, che nel caso di Peugeot dallo scorso settembre ha coinvolto 700 clienti italiani, di cui il 43% privati.

peugeot traveller 6

Una tipologia pronta a recepire le qualità di un veicolo disponibile in tre distinte lunghezze, e nato con le prerogative di guida e confort che contraddistinguono una tradizionale vettura, ancor prima di un veicolo per il trasporto multiplo di passeggeri.

Tra le motorizzazioni disponibili, la parte del leone viene fatta dal 2.0 Diesel 180 CV, ora commercializzato anche con l’ottimo cambio automatico a 6 rapporti EAT6.

peugeot traveller 5

Nel nostro primo contatto su strada, abbiamo proprio guidato questa motorizzazione, in linea con le attese di una mobilità fluida ed appagante che vuole Traveller facile da manovrare nelle situazioni più comuni.

Non è un caso, che le sue dimensioni lo rendano parcheggiabile anche in un box cittadino di ultima generazione: altezza e larghezza sono stati congegnati con queste prerogative sin dalla fase progettuale.

peugeot traveller 3

La posizione di guida ricorda maggiormente un moderno suv, rispetto ad un tradizionale van, e solo il passo lungo induce ad una maggiore attenzione in una guida che dopo pochi chilometri diventa sempre più facile e rilassante, come del resto deve essere per chi guida questa tipologia di veicoli.

Anche il tagliando previsto ad ogni 40.000 chilometri (30.000 per il 150 CV EAT6), rientra tra gli elementi con cui Peugeot conferma di avere studiato l’utilizzo di Traveller, la cui versatilità è confermata dalla scelta tra 3 differenti lunghezze e 2 passi, con posti da 6 a 9, per finire con la scelta tra 4 differenti allestimenti.

peugeot traveller 1

Questi ultimi si dividono tra business e polivalenti, poiché le dimensioni e lo spazio interno si prestano anche per l’utilizzo da chi pratica attività sportive, con esigenze di carico legate ad attrezzature dagli ingombri impegnativi.

peugeot traveller 4

Con un listino che inizia da 30.000 euro tondi, Peugeot Traveller si mostra pronto a muoversi anche dove finisce l’asfalto, grazie agli allestimenti ‘Traction Control’ by Dangel. In questo caso, la trazione diventa integrale con giunto viscoso, mentre la coppa motore viene protetta da un riparo aggiuntivo.

Chi vuole usare ancora di più, potrà puntare sull’allestimento ‘Control +’ che aggiunge il bloccaggio del differenziale posteriore. Un invito a muoversi su qualunque tipo di terreno, in piena sintonia con la vocazione di viaggiatore alla base della definizione Traveller.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter
Tagged: ,