Prova Nissan Micra Diesel: nata per piacere

By Prove

Inutile cercare il confronto con la vettura che per quattro generazioni ha portato lo stesso nome: per sviluppare l’odierna Micra in Nissan hanno premuto con decisione il pulsante reset. A conti fatti ne valeva la pena, visto il risultato finale, che si posiziona tra i modelli di riferimento dell’intera categoria.

Del concetto originale, in Nissan hanno comunque conservato però l’ampia versatilità e dimensioni della carrozzeria fatte su misura per il mercato europeo.

Con 4 metri scarsi di lunghezza totale, siamo di fronte alla berlina compatta ideale, in grado di affascinare un ampio spettro di pubblico, con una personalità decisa come Micra ha sempre fatto, ora però le linee sono diventate più grintose e scolpite, da qualunque angolazione la si osservi.

DSC08939

In particolare il frontale, con il suo baricentro basso, ammicca ad una immagine particolarmente dinamica.

La presenza delle 5 porte rappresenta un ulteriore punto di forza, che il Centro Stile Nissan ha elaborato con maestria, conservandone la funzionalità, ma occultandone nel contempo la presenza.

nissan-micra-14

La maniglia inserita nello spazio che raccorda il montante posteriore alle portiere, regala a Micra un look dinamico anche nella vista laterale, ispirata alla eleganza sportiva di una coupé.

Il colore ‘Dark Grey’ della carrozzeria, si presta inoltre al pacchetto di personalizzazione esterno ‘Energy Orange’ presente sull’esemplare in prova. La configurazione ‘Plus’ dello stesso pacchetto, comprende calotte per specchietti retrovisori, finiture paraurti, modanature laterale e cerchi in lega da 17″.

DSC08910

Peccato che i freni a disco siano presenti solo frontalmente, come per altro succede su buona parte dei modelli dello stesso segmento di mercato, le ruote posteriori possono infatti contare su semplici freni a tamburo.

nissan micra 11

Ma l’aspetto sicurezza è stato sviluppato in maniera consistente su Micra, come testimoniano i sensori presenti sul parabrezza. Tra gli elementi di rilievo figurano il controllo del cambio di corsia involontario, la frenata d’emergenza intelligente, il riconoscimento dei segnali stradali e la copertura degli angoli ciechi.

Dal display in plancia, vengono anche proposte le immagini del sistema di monitoraggio globale, che abbiamo già apprezzato su altri modelli di casa Nissan: parcheggiare diventa facile e più sicuro, grazie al riconoscimento degli oggetti in movimento.

nissan micra 8

L’Energy Orange ci segue anche nell’abitacolo di Micra, corrispondendo ad un ulteriore pacchetto opzionale che indubbiamente conferisce una apprezzabile personalità, ad oggi scelta dal 27% dei clienti italiani (22% per la personalizzazione esterna).

nissan micra 5

Il livello di finiture è veramente notevole, se consideriamo che si tratta di una berlina compatta, e le impunture a vista testimoniano l’attenzione con cui l’abitacolo è stato sviluppato.

nissan micra 1

Il centro multimediale poggia sul sistema ‘Nissan Connect’, completo di connessione Apple Car Play, e perfetto nell’abbinamento Bluetooth con il nostro smartphone.

nissan micra 6

In questa modalità, la musica viene diffusa in maniera eccellente dall’esclusivo sistema ‘Bose Personal’, ovvero una esperienza di ascolto a 360° che comprende due altoparlanti nel poggiatesta del conducente per una esperienza di ascolto avvolgente, senza il supporto di un subwoofer.

nissan micra 16

Ma Micra non dimentica la praticità degli spazi che ne definiscono la versatilità, con un bagagliaio da 300 litri di cui apprezziamo immediatamente le finiture, in grado di estendersi fino a 1.004 litri grazie all’abbattimento degli schienali posteriori. Interessante anche la capienza del cassetto plancia da 10 litri, ed appositamente studiato per trasportare una bottiglia d’acqua da 2 litri.

nissan micra 2

La splendida strumentazione di Micra, piace anche per completezza e leggibilità, introducendo il capitolo motore. In questo caso, sotto il cofano troviamo il Diesel Turbo 1.5 da 90 CV (66 kW) che rappresenta una consolidata conoscenza nel catalogo Nissan-Renault.

Con 220 Nm di coppia massima a 2.000 giri, 0-100 km/h in 11,9 secondi, non si tratta certo di un motore votato all’enfasi prestazionale, ma si conferma attento ai consumi come testimonia la percorrenza media di 22 km/litro.

nissan micra 4

Il bel cambio manuale a 5 rapporti risulta convincente, nel compensare una elasticità di marcia piuttosto limitata, rispetto alle aspettative per una vettura così compatta.

Ma la praticità di Micra è innegabile, ad iniziare da un raggio di sterzata che ci ricorda l’esemplare dotazione delle precedenti generazioni, quando era sinonimo di citycar per eccellenza. Oggi il suo comportamento stradale risulta invece appagante anche nei lunghi viaggi, dove sfoggia un confort da riferimento per la categoria, con la complicità di una avanzata tecnologia di isolamento del motore.

nissan micra 9

Il centro di gravità piuttosto basso, spiega invece la sensazione di sicurezza che si prova alla guida, conferendo un piacere contenuto solo dai limiti prestazionali del motore.

La presenza di sistemi elettronici per il controllo del beccheggio e della tenuta laterale, sono ulteriori elementi che rinforzano le positive sensazioni che Micra sa regalare nelle differenti situazioni di utilizzo.

nissan micra 10

Anche la possibilità di regolare in altezza i sedili anteriori, così come gestire altezza e profondità del volante, sono un contributo al confort, completato da sedili avvolgenti eppure spaziosi.

Le tante qualità con cui questo intrigante modello si pone sul mercato, sono quindi un chiaro esempio di come il concetto originale possa essere reinterpretato con una chiave di lettura contemporanea, ed in linea con le aspettative di un pubblico sempre più esigente.

LISTINO: da 12.600 euro chiavi in mano
VERSIONE IN PROVA: Tekna dCi 90 – 19.800 euro
PACCHETTI: Exterior Pack Plus – 600 euro + Interni Energy Orange – 375 euro
GARANZIA: 3 anni o 100.000 km
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 11 ottobre 2017