Avventura Gialla per Citroen C4 Cactus

By Attualità

Ci sono voluti 40 giorni di viaggio, per completare l’Avventura Gialla con cui C4 Cactus è arrivata Pechino da Milano. Oltre alla vettura, sono stati i due trentini Franco e Massimo Gianco protagonisti di una trasferta che riprende le gesta della ‘Crociera Gialla’ organizzata da Citroen nel 1931.

Impossibile, immaginare i 17.038 chilometri di strada percorsa come un lungo tratto perfettamente asfaltato. L’attraversamento di territori non particolarmente ospitali, poteva sembrare un azzardo, visto che C4 Cactus non si presenta come un muscoloso fuoristrada pronto ad affrontare la giungla del Borneo.

DSC04722

Durante la conferenza stampa milanese, Massimo Gianco ha raccontato le gesta di un viaggio preparato nei minimi dettagli, e che ha subito qualche rallentamento per effetto della burocrazia locale, piuttosto di obiettive difficoltà legate al percorso.

citroen c4 cactus avventura gialla 1

Un percorso nato per emulare le gesta di quella avventura, che nel 1931 fu affrontata con veicoli Citroen cingolati, ed una differenza di fondo rispetto ad oggi: buona parte del percorso non era ancora stato esplorato.

citroen c4 cactus avventura gialla 3

Diciamolo, nel 2017 esistono strumenti tecnologici e conoscenze in grado di sopperire a numerosi disagi, che a quanto sembra anche la C4 Cactus ha affrontato in scioltezza, senza neppure lamentare l’occasionale foratura che potenzialmente affligge gli sterrati di Asia ed Estremo Oriente.

citroen c4 cactus avventura gialla 4

Il diario di viaggio indica con precisione le singole tappe, di una avventura iniziata lo scorso 28 aprile dalla storica sede milanese di Citroen: Grecia, Turchia, Georgia, Azerbaijan, Kazakistan, Turkistan, Kazakistan, Kirghizistan e tappa finale in Cina, nella capitale Pechino.

citroen c4 cactus avventura gialla 2

A detta dell’equipaggio, C4 Cactus ha riscosso molto interesse, da parte delle popolazioni locali che evidentemente nelle località più sperdute non ricevono frequenti visite da Milano. Di certo il look della vettura, anche nel suo aspetto originale, non passa inosservato e si distingue per la forte personalità.

Ora abbiamo la conferma, nel caso decidessimo di fare un lungo viaggio in territori con difficili situazioni ambientali e stradali, che C4 Cactus è pronta ad esprimersi al meglio, garantendo una mobilità affidabile a prova di …esploratori.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 11 ottobre 2017