Audi vince la battaglia del lusso in Cina

By Attualità

Lo scorso anno il mercato cinese sembra avere preferito Audi, nella battaglia tra i marchi del lusso, tipicamente combattuta con Bmw e Mercedes-Benz su volumi di vendita significativi.

La crescita 2017 di Audi è stata però del 1,1% sull’anno precedente, rispetto a Bmw e Mini cresciute del 15%. Ma il gruppo Daimler ha fatto un bel 26% di crescita, da dividere tra Mercedes-Benz e Smart.

I volumi di Audi sono comunque aumentati da maggio, quando il costruttore di Ingolstadt ha chiarito che non avrebbe aperto un secondo canale distributivo per il mercato cinese. Fino ad allora, i concessionari ufficiali avevano boicottato le vendite, giustificando il piccolo margine di crescita rispetto ai concorrenti.

In particolare Q5 ha visto in Cina il maggior numero di clienti a livello mondiale, così come le compatte di Mercedes-Benz sono state vendute con lo stesso vigore del mercato tedesco. Un riscontro che la dice lunga sulla evoluzione di un mercato in cui tutti hanno finora vinto la scommessa della crescita, perlomeno quando si parla di lusso.

Una crescita destinata a modellarsi sulle dichiarazioni del governo di Pechino, che punta a migliorare la qualità dell’aria grazie alle vetture elettriche. Spinta che potrebbe portare a ben 60 milioni di auto elettriche circolanti nel 2040, in base ad una stima di Bloomberg.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 18 gennaio 2018