Con Pro Pilot la guida autonoma Nissan è realtà

By Attualità

Dopo l’anteprima al Salone di Ginevra, Qashqai da oggi è disponibile con tecnologia di assistenza alla guida ProPilot. Un sistema che si presenta come il primo passo di Nissan verso la guida autonoma, aumentando il controllo della vettura ed assistendo il conducente in fase di sterzata, accelerazione e frenata.

Al lancio, ProPilot è disponibile sulla motorizzazione 1.6 dCi 130 CV 2WD e 4WD manuale e 2WD automatico. ProPilot è attivo in autostrada su una singola corsia ed è ottimizzato per gestire situazioni di traffico a bassa velocità e di crociera ad alta velocità.

Nissan Qashqai con ProPilot è disponibile sulla motorizzazione 1.6 dCi 130 CV 2WD e 4WD manuale e 2WD automatico, a partire dall’allestimento N-Connecta e di serie sulla versione top di gamma Tekna+ 2WD automatico al costo di 500 Euro.

Per gli altri allestimenti (N-Connecta e Tekna) il prezzo varia in funzione delle dotazioni tecnologiche già presenti sulla vettura.

Semplice ed intuitivo, ProPilot si attiva premendo un tasto sul volante (razza destra). Adiacente a questo, si trova il tasto SET, per mantenere la velocità impostata e la distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

Quando le condizioni del traffico lo richiedono, il sistema fa rallentare la vettura fino ad arrestarla completamente e la fa ripartire in automatico se la sosta dura tre secondi o meno. Se dura di più, il conducente deve premere il pulsante Resume o l’acceleratore per riprendere la marcia.

Inoltre, ProPilot è in grado di mantenere Nissan Qashqai al centro della corsia autostradale prescelta, tramite un sistema di riconoscimento delle strisce che la delimitano.

Lo status di ProPilot è sempre visibile sul cruscotto, tra i due quadranti, e le spie di avviso al conducente sono sempre accompagnate da segnali acustici.

Il sistema agisce in base alle condizioni del traffico e della strada, fornite dalla telecamera montata nel parabrezza di Qashqai e il radar installato dietro il logo Nissan, nella griglia frontale.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 28 marzo 2018