Prova Peugeot 308 GT Diesel

By Prove

Proprio nel momento in cui il mercato sembra chiedere quasi esclusivamente carrozzerie suv, ha più che mai senso tornare ad apprezzare il piacere di guida al volante di una berlina, tanto più che Peugeot 308 non nasconde le proprie qualità, enfatizzate dalla versione GT e dalla presenza del cambio automatico EAT8 ad 8 rapporti.

Lo stile di 308 è già diventato un classico: da una parte la sinuosità delle sue curve, dall’altra la grinta dell’allestimento GT che vuole rappresentare un riuscito compromesso tra dinamismo estetico e qualità prestazionali.

Quella ‘i’ che manca alla sigla della vettura, non diventa una carenza in termini di potenza rispetto alla GTi da 270 CV, piuttosto una scelta. Ovvero piacere di guida più gestibile nella quotidianità, miglior confort, la comodità del cambio automatico ed una efficienza nei consumi che non guasta mai.

Il carattere sportivo di GT è enfatizzato da una serie di elementi, tra cui spiccano le modanature laterali, parecchio evidenti grazie all’assetto ribassato (7 mm davanti – 10 mm dietro), i cerchi da 18″ che montano Michelin Pilot Sport3 nella misura 225/40R 18 92 W, i fari Full Led (così come i fendinebbia) ed ulteriori personalizzazioni.

Come quelle che riguardano l’abitacolo: rivestimenti in materiale tep che sembra pelle ma è sintetico, con le cuciture rosse che conferiscono una bella personalità, amplificata dal cielino di colore nero.

Immancabile, lo stile i-Cockpit con cui Peugeot continua a firmare le sue plance: strumentazione in posizione rialzata ad altezza della strada, volante compatto ed ampio display centrale. La situazione perfetta, per assaporare il piacere di guida genuino di 308 GT.

Lo schermo centrale riprende le immagini provenienti dalla retrocamera, ma dallo stesso possiamo regolare oltre i comandi della climatizzazione, oppure gestire le tradizionali funzioni del centro infomediale.

Oltre all’aspetto prestazionale, Peugeot 308 mantiene fede alle originali prerogative di versatilità che contraddistinguono ogni allestimento della berlina tuttofare. I 420 litri a disposizione nel bagagliaio, sono un bel risultato per una vettura compatta dalle ambizioni sportive.

Al centro della vettura, campeggia la leva del cambio automatico EAT8, ovvero 8 rapporti dietro cui si celano consistenti miglioramenti rispetto alla precedente generazione che ne prevedeva 6.

Vantaggi che iniziano dalla riduzione di peso, pari a ben 2 kg, ed una migliorata efficienza che porta a risparmiare fino al 7% in termini di consumo carburante. Un beneficio cui si somma la funzione di veleggio, attiva automaticamente quando la vettura è in rilascio e non viene effettuata nessuna pressione del piede sul pedale di acceleratore o freno.

Gli amanti della guida sportiva, ne ameranno la possibilità di gestione completamente manuale, grazie ad un selettore sulla leva cambio, e la presenza delle palette al volante.

L’affiatamento del cambio EAT8 con il potente motore Turbo Diesel 2.0 di classe BlueHDi, è davvero interessante. Con i suoi 180 CV (130 kW) ed una esuberante coppia di 400 Nm a soli 200 giri, raggiunge 0-100 km/h in soli 8,2 secondi, senza per questo penalizzare i consumi che durante la nostra prova si sono assestati sui 17 km/litro nell’uso combinato e con la modalità di guida Normale.

Il divertimento è assicurato anche dalla presenza del ‘Driver Sport Pack‘, una funzione che cambia la retroilluminazione del cambi strumenti, acustica del motore, assistenza dello sterzo, accelerazione e gestione delle marce in modalità automatica. All’opposto, una seconda modalità Eco ha il compito di finalizzare una guida attenta all’efficienza energetica.

Elementi che arricchiscono un comportamento stradale di per sè preciso e divertente, senza mai risultare impegnativo. 308 GT continua ad essere piacevole, accompagnando la guida con la fluidità del cambio automatico, che si trova ancora più a suo agio quando l’asfalto viene affrontato con piglio, anche in modalità totalmente automatica dove l’input a scalare in kick-down con una rapida pressione sull’acceleratore viene prontamente eseguito.

In quanto a prontezza, nella quotidianità si lascia anche apprezzare il sistema stop&start, decisamente tempestivo nelle riaccensioni ed al vertice in tal senso.

La compattezza del volante, unito ad una strumentazione sempre sotto controllo (capisaldi della filosofia Peugeot i-Cockpit) si rivelano quindi ancora più graditi su una vettura come 308 GT, che ad ogni curva rinnova l’invito a divertirsi.

LISTINO 308 BERLINA: da 18.970 euro
VERSIONE IN PROVA: BlueHDi 180 EAT8 GT – 32.370 Euro
GARANZIA: 2 anni
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 17 maggio 2018