Alfa Romeo Giulia Sport Edition

By Vetrina

Continuano la stagione delle serie speciali in Alfa Romeo. Ora tocca alla berlina Giulia, con un allestimento la cui definizione calza a pennello: Sport Edition viene proposta con due motori, cambio automatico, paraurti sportivi con prese d’aria specifiche, doppio scarico integrato ed interni sportivi.

In realtà sono presenti altri contenuti, come il sistema Alfa Connect 6,5” Radio con integrazione Apple CarPlay e Android Auto. Ma esternamente il paraurti anteriore sportivo con prese d’aria maggiorate e quello posteriore con estrattore e doppio scarico integrato, che riprendono le caratteristiche della Giulia Veloce, sono gli elementi più evidenti.

La cornice dei cristalli è in nero lucido, e non mancano dettagli sportivi anche all’interno: Pack Sport Interior con volante sportivo in pelle con palette cambio in alluminio, inserti in alluminio sulla plancia, il tunnel centrale e i pannelli porta. Non mancano i dettagli pensati per il comfort e la connettività, come lo specchio retrovisore interno elettrocromico ed il sedile posteriore abbattibile 40/20/40.

Le emozioni sportive proseguono sotto il cofano. Sono disponibili due motorizzazioni, a gasolio e benzina, abbinate entrambe al cambio automatico a otto rapporti: il 2.2 Turbo Diesel 180 CV AT8 e il 2.0 Turbo Benzina 200 CV AT8. Quest’ultimo è un motore costruito interamente in alluminio e prodotto nello stabilimento di Termoli, su una linea dedicata ad Alfa Romeo.

Sviluppa la sua potenza massima a 5.000 giri/min, con una coppia massima di 330 Nm a 1.750 giri/min. Tra le sue peculiarità spiccano il sistema elettroidraulico di attuazione valvole MultiAir, il sistema di sovralimentazione “2-in-1” e l’iniezione diretta con sistema ad alta pressione da 200 bar. Questo si traduce in una risposta particolarmente pronta ai comandi dell’acceleratore e in una notevole efficienza nei consumi.

Interamente in alluminio anche il 2.2 Diesel, che si caratterizza per il sistema d’iniezione di ultima generazione MultiJet II con sistema elettronico di regolazione dell’iniezione e pressioni d’esercizio di 2.000 bar. Il turbocompressore a geometria variabile ad attuazione elettrica, a detta del costruttore rappresenta lo stato dell’arte della meccanica e minimizza i tempi di risposta assicurando, nello stesso tempo, vantaggi in termini d’efficienza. I più raffinati livelli di comfort ed esperienza di guida sono inoltre garantiti dall’utilizzo del contralbero di equilibratura.

Prezzo a partire da 47.000 euro su entrambe le motorizzazioni.

LEGGI ANCHE: Visita al Museo Alfa Romeo di Arese

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 18 giugno 2018