Torino 2018: Gruppo Renault

By Saloni

Alla quarta edizione del Salone dell’Auto all’aperto, in Renault mostrano soddisfazione per la formula espositiva, confermando la propria partecipazione e puntando sui crossover che stanno riscuotendo ampi consensi dal mercato.

Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione e Immagine del Gruppo Renault, evidenzia come la formula del salone torinese rientri nella logica di promozionale di prodotto. ‘Ingresso libero, spazio per le famiglie e durata da week-end sono una formula decisamente interessante, che ci ha spinto a ripetere l’esperienza partecipando anche all’edizione 2018, evidentemente portando i veicoli di maggiore successo in gamma’.

Ed a proposito della gamma Renault, recentemente il Marchio ha riordinato la classificazione dei modelli in tre distinte famiglie: con Duel sono ora identificate le berline, Sport Edition i crossover ed Executive l’alto di gamma. ‘A queste definizioni, seguirà una versione trasversale che toccherà tutte le famiglie’.

A Torino, Renault porta quindi Captur Sport Edition e Kadjar Sport Edition. Il primo è un indiscusso protagonista in termini di vendita, mentre il secondo è stato scelto come soggetto dell’ultima campagna pubblicitaria ispirata al film ‘Guerre Stellari’, e vive anche con la realizzazione di un ‘prototipo peloso’ che si ispira a Chewbecca, personaggio dell’omonima saga. Un concept che ha il compito di animare le concessionarie Renault della penisola, amplificando la voce della campagna pubblicitaria.

‘Abbiamo scelto la definizione Sport Edition, perché siamo nel mondo dei suv, delle attività all’aria aperta e dello sport – sottolinea Francesco Fontana Giusti – ma le nostre prossime attività riguardano anche le berline, come dimostra la Clio Moschino in arrivo nella seconda parte dell’anno’.

Le attività del Gruppo Renault sono però ben più ampie del perimetro riservato al Marchio francese, come dimostra il successo di Dacia Duster, modello trasformato da spartano a confortevole e proposto allo stesso listino della versione precedente. In arrivo anche la versione alimentata Gpl, una novità attesa per gli importanti riscontri commerciali: già oggi il Gpl pesa per il 35% sulle vendite complessive del marchio Dacia.

‘Siamo soddisfatti anche dei risultati di Dacia Sandero, in particolare proprio nella versione Gpl nella variante Stepway’.

Infine un accenno al futuro elettrico, che Renault ha da tempo ipotecato con Zoe: nel 2022 arriverà una autonomia reale di ben 500 km contro i 300 km attuali. ‘Le batterie saranno più piccole e costeranno meno, e si ridurranno anche i tempi di ricarica. Nel contempo, stiamo portando avanti anche il tema della guida autonoma, grazie a due distinti modelli come Symbioz ed EZ-GO, prototipi pronti ad andare su strada, e con uno sviluppo legato più alle infrastrutture piuttosto che alla tecnologia disponibile già oggi’.

In attesa di toccare con mano gli sviluppi del mondo elettrico Renault, la sfilata serale del salone torinese si apre con una fiammante Alpine, altro marchio del Gruppo che proprio lo scorso anno fece da Torino il suo ingresso sul mercato italiano.

LEGGI ANCHE: Prova Renault Kadjar

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 13 giugno 2018