30 giugno 2009 Redazione Autointhecity

Prova Toyota Yaris 1.3 VVT-i

Nel segmento delle utilitarie, Toyota Yaris ha coniato la definizione ‘piccolo genio’. La vettura punta su doti dinamiche in città, su praticità degli interni e su economia di utilizzo, anche nella scattante versione 1.3 VVT-i a benzina.

LISTINO: da 11.000 a 17.200 euro
VERSIONE IN PROVA: Toyota Yaris 1.3 VVT-i Dual Sol 5p

DESIGN
Toyota Yaris si distingue all’interno del proprio segmento di mercato, per le compatte dimensioni esterne. Il design è personale e al tempo stesso in linea con il family feeling Toyota. Il cofano corto fa presagire misure decisamente contenute, cui contribuisce anche la coda tronca posteriore. Profonde nervature impreziosiscono la carrozzeria partendo dalla calandra. A queste si accoppiano i tagli della fiancata appena sotto i finestrini, che modellano le spalle della vettura. Queste ultime chiudono armonizzate nella giovane e simpatica fanaleria posteriore. Lo sbalzo posteriore decisamente ridotto coniuga il design profilato a cuneo, con le esigenze di compattezza esterna. La lunghezza è infatti tra le più contenute della categoria, attestandosi a soli 3.785 millimetri.

INTERNI
Ci si trova subito a proprio agio, tutto è in ordine e a portata di mano, anche se l’ambiente non è proprio caldo. Questa utilitaria si distingue per la razionale realizzazione di assemblaggi, e per l’elevata capacità di stivaggio offerta dai numerosi vani. Il numero di cassetti e portaoggetti è infatti paragonabile a quello di una monovolume. Tuttavia le plastiche ed i rivestimenti sarebbero preferibili in materiale morbido, più piacevole al tatto. Elevato lo spazio a bordo per 5 occupanti, sia in lunghezza che in altezza. I comodi sedili anteriori sono facilmente ribaltabili e consentono un buon confort di guida. Quelli posteriori invece scorrono di ben 150 millimetri, modulando a piacimento lo spazio per i passeggeri o la capacità di carico del bagagliaio.
La strumentazione di questo modello, posizionata al centro del cruscotto, ha tracciato la strada nel segmento delle vetture medio piccole. La visuale è riservata per lo più al pilota, in quanto il display LCD è abbastanza incassato e orientato verso il guidatore. I pulsanti di comando del computer di bordo sono abbastanza distanti dal posto guida.
Numerose le informazioni fornite fin dal primo livello di allestimento, tra cui consumi, velocità media e autonomia residua. I comandi di climatizzazione e areazione sono posizionati al centro della plancia, più sotto la esile struttura con i vani portaoggetti.

BAGAGLIAIO
Nonostante il ridotto sbalzo posteriore, e lo spazio a disposizione dei passeggeri, il vano bagagli assume un volume di tutto rispetto nella categoria. Il risultato di 363 litri viene infatti ottenuto grazie allo sviluppo in profondità del bagagliaio, e alla soluzione di scorrimento dei sedili posteriori. Con i sedili in posizione avanzata, si sacrifica lo spazio per i passeggeri posteriori, tuttavia il vano di carico assume le dimensioni tipiche di una vettura di segmento superiore. Presente anche una comoda luce di illuminazione del vano.

ALLESTIMENTI
Toyota Yaris prevede tre allestimenti: base, Now e Sol, cui si aggiunge una particolare versione sportiva denominata ‘S’. L’allestimento base adotta già un buon numero di airbag, comprese le unità a tendina e quelle per le ginocchia, il computer di bordo, radio e presa Aux-In. La versione Now rinuncia agli airbag tendina e ginocchia, guadagnando il climatizzatore. Più sopra il già completo allestimento Sol, che prevede di serie il radiocomando per la chiusura centralizzata, e la predisposizione per il Luxury Pack. Quest’ultimo è composto da clima automatico, Smart Entry e Start System, cerchi in lega, fendinebbia anteriori, finestrini elettrici dietro ed alcuni inserti cromati all’interno. Il sistema Smart Entry si segnala per la pratica possibilità di aprire e chiudere la vettura, senza l’utilizzo di chiave o telecomando. La scelta di allestimenti così proposta evidenzia scarsa possibilità di personalizzazione, cui si rimedia solo grazie al Luxury Pack, comunque installabile solo su Sol. Tra gli optional segnaliamo il controllo di stabilità, che include anche i freni posteriori a disco.

SICUREZZA
Le 5 stelle Euro NCAP raggiunte da Yaris, trovano riscontro nelle dotazioni di sicurezza di cui dispone la vettura. Airbag frontali pilota e passeggero, a tendina anteriori e posteriori e, per prima nel suo segmento, anche quelli per le ginocchia. Si aggiungono ABS, ripartitore elettronico di frenata e assistenza alle frenate di emergenza. Selezionabili a parte il controllo di stabilità VSC, e il controllo di trazione TRC.
La versione in prova adotta tutti questi accorgimenti, garantendo una sicurezza di guida di livello elevato. Grazie anche alla geometria dell’autotelaio, l’auto non va in crisi neppure in caso di svolte strette sul bagnato. L’aderenza è garantita, e Yaris segue fedelmente le traiettorie impostate.

MOTORE
Il propulsore in prova è la recente unità di 1.3 VVT-i a benzina. I cavalli erogati sono ben 100, e sposano la filosofia Optimal Drive. Grazie infatti al sistema Start e Stop e alla sesta marcia, è possibile contenere sensibilmente consumi ed emissioni. Il sistema Start e Stop spegne automaticamente il motore alle soste, riaccendendolo non appena si pigia il pedale della frizione. In extraurbano è infatti facile percorrere ben oltre i 20 chilometri con un litro, che diventano 16 – 17 combinando l’utilizzo urbano. Le emissioni di CO2 dichiarate dalla casa sono contenute in 120 grammi per chilometro. La sesta marcia contribuisce a rendere la guida più silenziosa e confortevole, oltreché economica.
L’erogazione dei 100 cavalli si distingue per linearità di utilizzo, per un rapido disimpegno nel traffico urbano, e buona elasticità nei tratti extraurbani. In autostrada si tengono agevolmente medie tipiche delle berline di maggiore cilindrata.

SU STRADA
La compattezza delle dimensioni esterne, va a vantaggio della facilità di manovra in città. Con Yaris si entra e si esce agevolmente da parcheggi e garage, complice anche uno sterzo ben servoassistito. Decisamente contenuto anche il raggio di svolta, che consente di invertire la marcia in spazi ridotti.
La posizione della seduta è ampiamente regolabile in altezza, garantendo abitabilità e una giusta visuale di guida. Le sospensioni Mac Pherson sono munite di barre stabilizzatrici, assorbono bene le asperità cittadine e trasmettono un ridotto livello di rollio in curva. Il risultato è un compromesso decisamente apprezzabile, tra comfort e feeling di guida in extraurbano. In autostrada si guida comodamente anche per lunghi tragitti, nonostante la compattezza dell’autotelaio.
L’aspetto più piacevole di Toyota Yaris è l’elevata ergonomia e facilità di utilizzo. La combinazione tra prestazioni, consumi ed estetica, rende l’auto appagante da vedere, economica nell”utilizzo, e divertente alla guida.

PRO
Dimensioni esterne
Consumi
Vani portaoggetti

CONTRO
Differenziazione allestimenti
Qualità interni
Pulsanti strumentazione scomodi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter