Il concetto anti-retrò di Citroen

By Attualità

Lo slogan inventato da Citroen per DS3 si riferisce unicamente alle proprie icone del passato (la mitica DS degli anni 60/70), o punta direttamente contro l’ispirazione retrò delle sue antagoniste Mini e 500?

In uno scenario sempre più omologato, fa piacere trovare degli spunti interessanti nelle campagne pubblicitarie. Il nuovo spot di Citroen, per il lancio del modello DS3, si rivela ben studiato e adatto a trasmettere il concetto di creazione di un nuovo mito, senza doversi ancorare per forza alla tradizione. Ma tutto questo non avviene in un’ottica futuristica e iper-tecnologica, bensì attraverso un’atmosfera retrò, data dall’utilizzo del bianco e nero e di testimonial del passato. Dobbiamo vivere la vita adesso, come ci dice Marcello Mastroianni, senza restare legati al passato, che per Marylin Monroe non è glamour, oppure per John Lennon non è rock and roll. Fa riflettere che questo messaggio arrivi proprio da icone del passato ormai universalmente riconosciute come miti. Appare chiaro che il nuovo modello Citroen punti a erodere quote di mercato a Cinquecento, e soprattutto a Mini nella nicchia delle autovetture di tendenza e status-symbol. E guarda caso gran parte del successo di questi due modelli arriva dalla loro evidente ispirazione retrò. Il messaggio pubblicitario di DS3 punta proprio a scardinare questo legame delle concorrenti con il passato, e lo fa in maniera neanche troppo celata. Può esistere la pubblicità comparativa, anche senza dover per forza citare i concorrenti per nome e cognome, riducendosi alla solita banalità dei confronti diretti.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 9 aprile 2010