Prova Toyota Yaris 1.0

By Prove

Yaris gioca i suoi punti di forza, con spazio dentro e fuori, oltre a tecnologia da sfruttare quotidianamente. Questa Toyota adotta anche un motore tre cilindri che malgrado la cilindrata non delude le aspettative, dimostrandosi brillante ed economico.

LISTINO: da 11.000 euro

VERSIONE IN PROVA: 1.0 VVT-i Lounge 5 porte Tech Pack

DESIGN
Eleganza e dinamismo, sono i due termini con sintetizzare l’approccio dei designer Toyota per questa rinnovata Yaris. La prima traspare dalle forme diventate più adulte e maggiormente attraenti anche per un pubblico maschile, che probabilmente non sempre si riconosceva nelle rotondità della precedente versione. Il secondo elemento, evidente già dal muso su cui campeggia il logo del costruttore, è abbinato ad un’idea di stabilità e solidità che appagherà il pubblico più giovanile. Un bel cambiamento rispetto al passato, ma i gusti del pubblico cambiano, ed un best seller come Yaris non poteva certo stare a guardare. Le dimensioni rimangono compatte, ideali per i centri urbani, ma la vettura si mostra ora più congeniale anche per una famiglia di quattro persone. Sotto il profilo aerodinamico, il taglio dei fari anteriori ed il profilo laterale della carrozzeria ispirano una rinnovata dinamicità, sottolineata dalla riuscita chiusura della parte posteriore, con il pratico portellone sospeso sul paraurti che sale fino al gruppo ottico. Anche qui un tocco di eleganza che rende equilibrata Yaris, da qualunque parte la si osservi.

INTERNI
Lo spazio interno è amplificato dal parabrezza che si proietta oltre la plancia, offrendo quasi l’effetto di una monovolume. Una suggestione che viene sottolineata dai finestrini anteriori, con l’ulteriore finestrella che quasi funge da deflettore. Vista la tipologia di vettura, l’abitabilità regala quasi la sensazione di appartenenza ad un segmento superiore. Il colore del cruscotto e del rivestimento portiere richiama gli inserti dei sedili, con un gradevole effetto,, sia in termini di eleganza che luminosità su tutto l’abitacolo.
La strumentazione si trova ora proprio davanti al conducente, un punto di rottura rispetto al passato, che viene apprezzato durante la guida. Merito anche della leggibilità degli strumenti, in particolare il generoso tachimetro posto al centro tra contagiri e livello carburante. La temperatura del liquido di raffreddamento è evidenziato invece da una spia che rimane accesa, sino a che il liquido non sale in temperatura. Presenti anche due piccole frecce, che suggeriscono quando cambiare marcia. La parte centrale della plancia è occupata dal sistema di intrattenimento ed informazione, con proprio sotto i comandi della climatizzazione, automatica e bizona sul modello in prova. Gradevole l’illuminazione notturna rosso/ambra. Diversi ripostigli sono a disposizione degli occupanti, per un efficace stivaggio di più oggetti.

TOYOTA TOUCH
E’ il sistema di intrattenimento ed informazione che Toyota propone su Yaris, rappresentando un significativo passo avanti per questo segmento di mercato. E’ composto da una interfaccia touch screen a colori da 6,1 pollici, e viene reso disponibile di serie dall’allestimento Active. Oltre a radio, lettore CD/MP3, connettività Bluetooth con il cellulare (con sincronizzazione automatica della rubrica), propone una efficace retrocamera, decisamente più comoda dei sensori di parcheggio. Apprezzabile anche il segnale acustico, che durante la guida segnala la presenza di postazioni velox fisse. Nel listino è presente anche un impianto audio premium, inserito nel Tech Pack dell’esemplare in prova. Con 8 diffusori ed una potenza di 280 W si fa apprezzare per la qualità del suono, davvero esemplare per questa categoria di vetture.

BAGAGLIAIO
Sono 286 i litri disponibili per riporre i propri bagagli, senza ribaltare i sedili posteriori. I sedili sono frazionabili nel rapporto 1/3 per una efficace gestione degli spazi di stivaggio. Sull’esemplare in prova, sotto al bagagliaio è presente un kit gonfiaggio in sostituzione alla ruota di scorta. L’accesso al piano di appoggio è rialzato di qualche centimetro, occorre quindi fare un piccolo sforzo in più per le operazioni di carico, ma il bordo rialzato consente anche un maggiore contenimento degli oggetti.

MOTORE
Il 3 cilindri 12 valvole DOHC da 998 cc dispone di 69 cavalli, con una coppia pari a 93 Nm a 3.600 giri. Dati che lasciano supporre prestazioni tutt’altro che da riferimento. In realtà nell’utilizzo propone ottima fluidità di marcia, assecondata dal lavoro del cambio a 5 rapporti, che riesce nel dare spunto più che sufficiente nelle più frequenti situazioni di guida. Certo, ci vogliono 15,3 secondi per arrivare da 0 a 100 km/h, ma per essere la motorizzazione d’ingresso si comporta veramente bene. Viene apprezzata anche per i consumi, dichiarati in meno di 5 litri per 100 chilometri nell’uso combinato. Il suono di questo motore risulta gradevole, e particolarmente corposo per essere un tre cilindri. Diventa più rumoroso solo in prossimità del limite autostradale di 130 km/h.

SU STRADA
I progettisti Toyota hanno probabilmente immaginato Yaris come destinata ad un pubblico eterogeneo, nel contempo mantenendo una discreta maneggevolezza per il pubblico femminile che aveva gradito le precedenti versioni. Sterzo e frizione sono infatti particolarmente morbidi nell’utilizzo. Nel caso del volante, servoassistito elettricamente, questa leggerezza rimane anche a velocità sostenute, dove per altro la vettura mantiene stabilità più che discreta. Merito di un telaio a cui sono state abbinate sospensioni anteriori Mac Pherson con barra stabilizzatrice, ed un assale torcente con funzioni stabilizzatrici integrate al posteriore. Particolarmente efficace l’impianto frenante, malgrado l’adozione di freni posteriori a tamburo (anteriori a disco auto ventilanti), la frenata risulta sempre pronta e reattiva. Nell’uso cittadino Yaris si distingue, oltre che per le compatte dimensioni, per il buon raggio di sterzata e la facilità di parcheggio consentita dalla retrocamera integrata. Nell’uso autostradale risente invece di un isolamento acustico perfettibile, comunque mai fastidioso. In compenso, anche in quinta marcia mostra inaspettate doti di ripresa per questa cilindrata.

PRO
Abitabilità
Frenata
Motore

CONTRO
Sterzo leggero in velocità

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 17 novembre 2011