Torna Alfa Romeo Giulietta Sprint

By Vetrina

01

Il 17 e 18 ottobre, presso i concessionari Alfa Romeo italiani, si svolge il primo “porte aperte” dedicato a Giulietta Sprint, la nuova versione che rende omaggio alla capostipite di un’intera classe di automobili, le moderne Gran Turismo, oltre che uno dei prodotti emblematici del Made in Italy: l’iconica Giulietta Sprint del 1954. Presentata in anteprima mondiale al recente Salone di Parigi, la nuova Giulietta Sprint celebra i 60 anni di vita del modello che, sulla scia del successo della 1900, venne lanciato al Salone di Torino del 1954 e in brevissimo tempo conquistò gli appassionati di tutto il mondo. Fu proprio la Giulietta negli anni Cinquanta a far sognare gli automobilisti rendendo per la prima volta accessibile il desiderio di possedere un’Alfa Romeo.

La nuova Giulietta Sprint si contraddistingue per il badge esterno dedicato e per alcuni elementi sportivi quali il paraurti posteriore sportivo, i terminali di scarico maggiorati e i cerchi in lega Sprint 17’’ a 5 fori (a richiesta quelli da 18”). Completano lo stile esterno della nuova Giulietta Sprint i cristalli posteriori oscurati e le finiture lucide, in tinta antracite, su calandra, maniglie, calotte degli specchi retrovisori e cornici dei fendinebbia.

Cura del dettaglio e alta qualità dei materiali scelti come espressione più evoluta dello stile Made in Italy. In particolare, all’interno spicca l’ambiente sportivo nero reso ancora più suggestivo dai sedili Sprint rivestiti in tessuto e Alcantara impreziosito da cuciture rosse e logo sui poggiatesta. Sempre di serie il volante con rivestimento in pelle e cuciture rosse mentre la plancia  e i pannelli porta sono caratterizzati da una raffinata finitura in tinta carbonio. Completano gli interni della nuova versione l’imperiale nero e i tappetini specifici.

08

Tra le maggiori novità della versione Sprint si segnala l’introduzione del nuovo motore 1.4 MultiAir Turbo Benzina da 150 CV che consente alla vettura di raggiungere i 210 km/h di velocità massima e di accelerare in 8,2 secondi da 0 a 100 Km/h. Prestazioni di assoluto interesse a fronte di consumi ed emissioni contenuti: nel ciclo combinato sono rispettivamente 5,7 l/100km e 131 g/km di CO2.

Cuore del MultiAir è il nuovo sistema elettro-idraulico di gestione delle valvole che permette di ridurre i consumi (grazie ad un controllo diretto dell’aria mediante le valvole di aspirazione del motore, senza l’utilizzo della farfalla) e le emissioni inquinanti (merito del controllo della combustione). Inoltre, emblema del concetto di “downsizing”, il Multiair è una tecnologia versatile, facilmente applicabile a tutti i motori a benzina.

In gamma anche le motorizzazioni 1.4 Multi Air Turbo Benzina 170 CV – con cambio automatico a doppia frizione Alfa TCT – e i turbodiesel 1.6 JTDM 105 CV, 2.0 JTDM 150 CV e 2.0 JTDM 175 CV, anche quest’ultimo con Alfa TCT. Completa l’offerta di Giulietta Sprint il propulsore 1.4 Turbo GPL da 120 CV, un concentrato di potenza e tecnologia che unisce performance di alto livello con il rispetto dell’ambiente e costi di gestione ridotti.

02

In Italia, la nuova Giulietta Sprint offre una ricca dotazione di serie che include: cerchi in lega Sprint 17’’ a 5 fori, paraurti posteriore sportivo, terminali di scarico maggiorati, sedili Sprint rivestiti in tessuto e Alcantara con cuciture rosse e logo su poggiatesta, finiture interne in tinta carbonio, Cruise Control, sensori di parcheggio posteriori e climatizzatore automatico bizona.

Inoltre, la Sprint propone il nuovo dispositivo multimediale Uconnect con touch-screen da 5″ o 6,5″ integrato in plancia. Entrambe le versioni prevedono l’interfaccia Bluetooth, connettore Aux-in, porta USB e comandi vocali. In più, il dispositivo da 6,5 pollici è dotato anche di navigazione satellitare con mappe dall’alto in 3D, indicazioni progressive sul percorso e funzione ‘OneStep Voice entry Destination’ per inserire l’indirizzo con i comandi vocali. Entrambi i sistemi sono stati sviluppati in collaborazione con partner importanti quali Harman e Here Auto per UConnect da 6,5” e Continental per UConnect 5”.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 16 ottobre 2014