Grande attrazione per Citroen C1 Airscape

By Attualità

ora

All’insegna del piccolo è bello, ma anche sfizioso, una citycar di successo come Citroen C1 vive il suo momento migliore quando iniziano a salire le temperature ed il richiamo della vita all’aria aperta si fa sentire. Con 3 o 5 porte, due motorizzazioni e possibilità di cambio robotizzato, è facile trovare la giusta combinazione nel listino C1.

Un listino che nel caso della versione 3 porte, con motorizzazione 1.0 3 cilindri da 68 cavalli, parte da 12.500 euro. Un importo accessibile, che rende giustizia alla richiesta di un accessorio in grado di conferire a C1 un carattere estetico decisamente distintivo.

vai

Tanto più che l’effetto bicolore del tetto, regala un look in grado di ispirare positività. Tre le tinte tra cui scegliere per la capote: il rosso Sunrise Red, il nero totale Black oppure il sobrio grigio Grey.

alto

Il tetto in tela scorrevole, dalle generose dimensioni in rapporto alla vettura (800 mm x 760 mm), è facile e veloce da usare grazie all’azionamento elettrico. Un pulsante a ridosso dello specchietto retrovisore interno, permette manovre intuitive ed immediate, con la possibilità di regolare l’apertura anche in pratiche posizioni intermedie.

La capote, si può quindi regolare anche con la vettura in movimento in base alle esigenze del momento, proprio come si trattasse dell’impianto di climatizzazione.

1

Da sottolineare anche la presenza di una piccola palpebra frangivento, che si aziona automaticamente all’apertura della capote, limitando efficacemente fastidiosi fenomeni di turbolenze che potrebbero infastidire gli occupanti.

2

Una volta chiusa, il soffice materiale a più strati che compone la capote permette una accurato isolamento, sia dal punto di vista acustico che termico.

Ma l’utilizzo della capote di C1 non sarà solo nella bella stagione, perché chi ama fumare in auto, troverà in questa soluzione un prezioso alleato, certamente gradito anche dai passeggeri non fumatori.

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 22 giugno 2015