Prova Honda Civic 1.6 Diesel 120 CV

By Prove

apertura

Dapprima il look, che raccoglie consensi anche a vettura ferma, poi la prontezza del motore, che fornisce tutta l’energia per produrre un piacere di guida in linea con la definizione Sport della versione in prova. Honda Civic esprime al volante, tutte le doti di un progetto in continua evoluzione.

Rispetto alla precedente versione, in Honda hanno effettuato diversi cambiamenti per un look più grintoso, come il nuovo design dei proiettori con luci diurne a Led integrate, il nuovo design del paraurti anteriore e posteriore e della mascherina anteriore, e un nuovo spoiler posteriore nero lucido.

lato

Tutti elementi che assecondano il concetto di sportività cavalcato istintivamente da Civic, ulteriormente sottolineato dalla versione Sport in prova, ad iniziare dai cerchi da 17″, con dischi e pinze freno in bella vista.

cerchi

Dettagli che un occhio attento nota immediatamente, e che impreziosiscono il carattere fortemente in sintonia con la sportiva Type R.

retro

Una grinta che traspare anche dal posteriore, dove viene ripresa l’ampia finestratura del portellone con uno spoiler sospeso tra i due fanali dalla distintiva illuminazione. Anche il colore bianco perlato (White Orchid Pearl) del modello in prova, rende parecchio.

telecamere

Sulla parte superiore del parabrezza, le telecamere del sistema ADAS aggiungono un ulteriore tocco tecnologico al design. Il sistema comprende: proiettori abbaglianti automatici, allarme collisione frontale, informazioni angolo cieco, segnalatore di traffico in manovra, avviso allontanamento di corsia e l’utile riconoscimento della segnaletica stradale.

plancia

A bordo, ritroviamo la forte personalità degli interni che da tempo sono il biglietto da visita di Civic, con la plancia orientata al conducente e la strumentazione sviluppata su due distinti livelli visivi. La grafica analogica degli strumenti si sovrappone a quella digitale, fornendo anche più informazioni di quelle che effettivamente utili alla guida.

strumenti-2

strumenti

Se poi ci aggiungiamo il display tattile centrale, i pulsanti dell’energica climatizzazione ed i comandi al volante, il quadro è completo. Il display gestisce anche il sistema Honda Connect, con navigatore integrato Garmin, radio digitale DAB, doppia presa USB ed ingresso HDMI, le immagini dinamiche della retrocamera ed il sintolettore CD/Mp3.

bagagliaio

La vocazione sportiva di questa Civic, non ha di fatto penalizzato lo spazio a disposizione per i bagagli, che con 477 litri possono contare su una collocazione versatile, anche per effetto di un ulteriore scomparto ‘segreto’ proprio sotto al piano di carico.

Gli esclusivi ‘sedili magici’ di Honda fanno il resto, abbattendo gli schienali oppure alzando la seduta per favorire carichi particolari. In questo modo si rendono disponibili 1.378 litri fino al tetto, ovvero una capienza da wagon piuttosto che da berlina, senza contare la disponibilità di un piano di carico allineato che fa sempre la differenza dal punto di vista pratico.

tappo-carburante

Questa immagine introduce il capitolo motore, oltre a mostrare la praticità del rabbocco carburante senza tappo. Con il motore da 1.597 cc, capace di 120 CV (88 kW) e 300 Nm di coppia a 2.000 giri, le soste dal benzinaio sono comunque poco frequenti.

Titolato di oltre 25 km con un litro di gasolio, questo motore si presta volentieri ad un utilizzo sportiveggiante, come dimostrano i 10,5 secondi per passare da 0 a 100 km/h. E’ abbinato ad un maneggevole cambio manuale a 6 marce, oltre ad un efficiente sistema start&stop. Un ulteriore aiuto nel contenimento dei consumi, è fornito dalla modalità ECO, che riesce oltremodo a limitare la forza dell’impianto di climatizzazione.

Su strada, questo motore fa sentire la sua voce anche a caldo, contrapponendosi alla silenziosità dei benzina a fasatura variabile per cui Honda è nota. Ma i bassi consumi spiegano perché questa motorizzazione sia destinata a raccogliere i maggiori consensi, perlomeno nel nostro Paese.

DSCF3357

L’ottimo telaio di Civic si mostra a suo perfetto agio con i cavalli e la coppia erogata, grazie anche ali ultimi interventi che hanno migliorato sensibilmente maneggevolezza e stabilità, la nuova impostazione del servosterzo elettrico che migliora la risposta, e la nuova taratura delle sospensioni .

Dopo pochi chilometri, l’affiatamento con Civic è totale, tanto da incitare costantemente una guida sportiva, comunque piuttosto decisa. L’inserimento in curva è il suo pezzo forte, gestito con un piglio degno della sigla Sport di questa versione. Il tutto senza penalizzare il comfort che rimane costante, anche dopo lunghi trasferimenti autostradali.

Tanto divertimento al volante quindi, con un look esterno che non passa inosservato, e un occhio di riguardo ai consumi: una ricetta che rispecchia la più recente filosofia costruttiva di Honda, frutto di una lunga e ricca storia.

Listino: da 19.900 euro
Versione in prova: 1.6 i-DTEC Sport Navi ADAS – 25.800 euro
Garanzia: 3 anni o 100.000 km
NOTA: caratteristiche e dotazione si riferiscono al modello in prova, alcuni accessori citati potrebbero quindi non far parte della dotazione standard.

LEGGI ANCHE: Primo contatto con Nuova Honda Civic

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 25 febbraio 2017