Nuove tendenze in mostra a Parigi 2016

By Attualità

Skoda Kodiaq

Skoda Kodiaq

Come sempre i Saloni rappresentano una finestra aperta sul futuro, e da Parigi 2016 sono diversi gli aspetti da cui trarre ispirazione per immaginare come evolveranno le auto nei prossimi anno, e la mobilità nel suo complesso.

Tanto per iniziare colore per le carrozzerie dei nuovi modelli, e per di più colori particolarmente vistosi. Ne è un esempio anche il giallo con cui Skoda espone Kodiaq, Suv contemporaneo dalle dimensioni importanti.

Toyota C-HR

Toyota C-HR

Un’altra tendenza confermata sono i display, che hanno raggiunto le dimensioni di uno schermo desktop, e diventando una presenza importante negli abitacoli dei nuovi modelli. Come su Toyota C-HR, dove la presenza dello schermo centrale è quasi imbarazzante, se non altro perché a molti verrà di utilizzarlo anche a vettura in movimento.

A bordo di CH-R abbiamo anche trovato un impianto Hi-Fi di tutto rispetto, in grado di competere con molti impianti domestici per qualità sonore. Lo sviluppo dei sistemi ausiliari di sicurezza diventa una esigenza imprescindibile, con tanti elementi di distrazione presenti nelle vetture di ultima generazione.

dsc03832

E procedendo con le tendenze, in Francia le auto elettriche sono già una realtà, come dimostra l’esposizione di numerosi modelli con a fianco la colonnina di ricarica. Una opportunità commerciale abbracciata anche da Volvo, che ha stranamente disertato il salone parigino, perdendo l’occasione per promuovere i suoi modelli a trazione elettrica.

fiat

Anche il gruppo FCA, presente con i suoi marchi (eccetto Lancia), ha mostrato di perdere una opportunità. Tra i modelli presenti con i differenti marchi, l’avanguardia elettrica (o ibrida) era inesistente rispetto alle pressanti richieste del mercato. Certo la Fiat 500 Riva è un bell’esempio di stile italiano, ma la mobilità ‘verde’ è un dato di fatto irrinunciabile.

toyota-mirai

Tanto più che nuovamente Toyota, con la sua vettura ad idrogeno Mirai dimostra come si possa andare oltre l’elettrico con emissioni di… acqua. Sullo stand del gruppo giapponese, quindi includendo anche il marchio Lexus, tanto ibrido ed ibrido plug-in a sottolineare la scelta verde con cui l’azienda promuove i propri modelli.

dsc03827

Anche il coloratissimo stand Opel, dai subdoli scalini su cui in parecchi sono scivolati, era votato all’elettrico con nuova Ampera che promette di portarci da Parigi a Londra senza dover ricaricare la batteria.

volkswagen

Dopo il recente scandalo che riguarda le emissioni, Volkswagen non poteva esimersi dal proporre l’ennesimo concept elettrico e mostrare una Golf elettrica da 300 km di autonomia. Chissà cosa ne pensano i numerosi clienti del maxi-gruppo automobilistico, a proposito di questo tardivo ravvedimento.

A proposito, lo stand di Tesla era preso d’assalto, al contrario di quello delle tradizionali supercar. Una inversione di tendenza che la dice lunga sulla direzione presa dal mercato dell’auto, che sta iniziando a ripagare chi in tempi non sospetti aveva puntato sulle alternative ecologiche.

Bruno Bianchi

Condividi  Share on FacebookGoogle+Tweet about this on Twitter

Last modified: 2 ottobre 2016